Home Cani Portare il cane in montagna : consigli per la vacanza

Portare il cane in montagna : consigli per la vacanza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:06
CONDIVIDI

Portare il cane in montagna: suggerimenti e consigli imperdibili per trascorrere una piacevole vacanza con Fido, un grande appassionato di trekking.

portare il cane in montagna
Portare il cane in montagna.(Foto AdobeStock)

Di certo, non ci lascia sorpresi vedere che al nostro cane possa piacere in modo entusiasmante fare delle bellissime passeggiate in montagna. L’aria è molto piacevole sia per noi che per lui, i paesaggi hanno il sapore della libertà e Fido questo lo adora.

Attraversare il bosco è una vera goduria per il suo olfatto, essendo attratto anche dal più impercettibile degli odori del sottobosco. Portare il cane in montagna è ciò che di meglio tu possa offrire al tuo amico a quattro zampe, come vacanza.

Potrebbe interessarti anche: Cane al mare o in montagna: quale luogo scegliere per la vacanza con Fido

Portare il cane in montagna: consigli per la vacanza

cane
Le bellissime emozioni che si possono provare in montagna con Fido.(Foto AdobeStock)

Il nostro cane non aspetta altro che passare una giornata in giro per i boschi in compagnia del suo padrone ed è sempre più frequente incontrare sui sentieri degli appassionati di trekking che si muovono in compagnia dei loro amici a quattro zampe. Andare in montagna con Fido ci permette di allontanarci dal caos cittadino e liberarci della routine quotidiana.

In questo articolo, vogliamo darvi qualche utile consiglio da tenere a mente, per non trovarsi impreparati e rendere l’esperienza ancora più gradevole. Portare il cane in montagna è un’emozione davvero indescrivibile. Sicuramente richiede degli accorgimenti e delle attenzioni in più, ma lo sforzo verrà sicuramente ripagato.

Vedere il tuo cane, quando non è troppo impegnato a rincorrere uno scoiattolo o a perlustrare ogni piccolo nascondiglio di una talpa o qualsivoglia roditore, cercare di marcare il territorio appena scoperto e saltare per giocare con le farfalle, è qualcosa da provare per credere.

Programmare tutta la vacanza

Andare con il cane in montagna comporta dover organizzare la vacanza prima di partire, ma la cosa non è poi così complessa come potrebbe sembrare. Per organizzazione si intende: cercare strutture che possano ospitare anche Fido, consultare delle guide per poter approcciarsi a percorsi di trekking possibili anche per il nostro cane, sappiate che esistono percorsi per principianti, intermedi ed esperti.

Anche per le strutture oggi non ci sono più così tanti problemi, sono davvero tanti gli hotel pet-friendly. Anche se è bene precisare che ci sono alcune aeree boschive dove è precluso l’ingresso ai cani. Questo in realtà è per cercare di mantenere protetta l’area dove risiede la fauna locale e l’ingresso ad altri animali potrebbe creare problemi al cane stesso o agli animali presenti nell’area.

È necessario, inoltre, che portiate con voi alcune cose che si rivelano davvero importanti. Guinzagli, ciotole, scorte di acqua e cibo non devono mai assolutamente mancare e un moschettone e una corda in più per poter essere preparati in caso di necessità. Ricordatevi che dovete essere sempre attrezzati anche per rimuovere i bisogni del vostro compagno di viaggio, questa regola vale anche in montagna, cerchiamo di essere rispettosi del posto che ci ospita.

Potrebbe interessarti anche: In campeggio con il cane: come andare in vacanza in tenda con Fido

Consultare il veterinario

Una volta programmata tutta la vacanza su misura per voi e per Fido, sappiate che prima di partire è necessario, un controllo generale del cane dal veterinario. Il medico dovrà stabilire se in quel momento lo stato di salute dell’animale è buono per poter affrontare lunghe passeggiate, spesso anche sotto il sole e i grandi sforzi fisici che queste richiedono.

Un consiglio è di fare frequenti pause, anche di pochi minuti, in modo tale che il vostro cane possa rinfrescarsi in una zona d’ombra ed evitare un colpo di calore al cane. È importante prestare attenzione all’alimentazione, sia prima che durante l’escursione, cercando di dargli da mangiare almeno 3 ore prima di mettersi in cammino.

Non dimenticate di portare delle crocchette e degli appositi snack da dargli durante il cammino, possono tornare utili per reintegrare le energie e come ricompensa per gli sforzi fatti. Inoltre il medico dovrà stabilire se e quali vaccini il cane dovrà fare prima di partire. Il veterinario potrà sicuramente darvi qualche consiglio in merito alla condivisione del viaggio, a come sostenere il cane durante le passeggiate e fin dove potete spingervi insieme al vostro amico.

Soprattutto se avete intenzione di spingervi fino a 2000 metri, perché l’altezza vi affascina, sappiate che Fido dovrà farlo con molta più calma e attenzione, in quanto potrebbe soffrire di mal di montagna. Laddove dovessero verificarsi problemi al cane, quali tosse, vomito, nausea e irritabilità, l’unica cosa da fare è riscendere e fare riprendere il vostro compagno di viaggio.

Viaggio in auto

Viaggiare in auto con il cane comporta sempre un’attenzione maggiore, in questo caso portare il cane in montagna, di sicuro parliamo di un viaggio lungo quindi maggiormente stressante e da fare in sicurezza. Innanzitutto sappiamo bene che il cane per viaggiare in auto ha bisogno del trasportino.

Questa sorta di gabbietta permette all’animale di viaggiare in totale sicurezza e permette anche a noi di stare tranquilli che non sbalzi a destra e a manca nell’auto. Oltre alla sicurezza dell’animale, bisogna pensare anche alla salute del cane, quindi pensare che durante il viaggio il cane deve idratarsi e potersi fermare a fare qualche bisogno fisiologico. Potrebbe ritornare utile qualche traversina sotto il trasportino ma fermarti di sicuro farà bene a te come a lui.

Potrebbe interessarti anche:In vacanza con il cane: i luoghi dove andare in Italia, come comportarsi

Prevedere gli insetti

Le passeggiate con Fido sono una cosa meravigliosa e su questo non c’è dubbio, ancora una volta ci teniamo a sottolineare che si tratta di un’esperienza meravigliosa da non perdere assolutamente, ma allo stesso tempo non sottovalutiamo i possibili incontri con gli insetti che possono provocare problemi di salute al cane, anche seri e di varia natura.

Bisogna valutare anche il pericolo rappresentato dalle vipere o da altri animali, come per esempio le zecche dei  boschi. Anche in questo caso, se non si conosce la zona, è bene informarsi per tempo, magari interpellando qualche veterinario del posto.

Potrebbe interessarti anche: In vacanza con il cane: tutti i consigli per viaggiare col tuo amico a quattro zampe

Raffaella Lauretta