Home Cani Razze di cani da caccia: quali sono e come addestrarli al meglio

Razze di cani da caccia: quali sono e come addestrarli al meglio

Le migliori razze di cani da caccia

cane da caccia precipita
I cani sono stati usati per la caccia per i loro sensi sviluppati. (Foto Pixabay)

Grazie al suo potente senso dell’olfatto e al suo prodigioso udito, il cane è stato selezionato nei secoli per i diversi tipi di caccia.

Scopriamo allora le migliori razze di cani da caccia:

  1. Setter Inglese
  2. Pointer Inglese
  3. Épagneul Breton
  4. Beagle

1. Setter Inglese

Razze di cani, gruppo n.7: setter
Setter inglese. (Foto Pixabay)

Uno dei migliori cani da caccia è sicuramente il Setter Inglese. Un cane che in patria veniva chiamato originariamente Setting Spaniel, prima di venir chiamato Setter.

I suoi antenati erano di origine francese, i Chiens d’Oysels (cani per uccelli) o Chiens Couchants (perché questi cani si stendevano sul terreno).

La qualità principale di questo cane è che è quasi esclusivamente un cane da lavoro. Si dice anche che è il Setter Inglese è un cane difficile da addestrare, ma non è così.

Anzi, nella maggior parte dei casi, questa razza è davvero facile da addestrare, ma bisogna usare il giusto approccio per educarlo: spirito e finezza, ma anche un po’ di psicologia.

Ma poiché è un cane dalla forte predisposizione alla caccia, durante l’addestramento si rischia di sbagliare bruciando le tappe. Ma di certo la “colpa” sarà dell’addestratore.

2. Pointer Inglese

pointer inglese
Pointer inglese (Foto Pixabay)

Quello che viene definito “il purosangue dei cani da ferma”, il Pointer Inglese ha origini misteriose. Un cane perfetto per la caccia, grazie alla conformazione del suo corpo.

Ma il vero motivo per cui è detto “purosangue” è per il suo elevato successo in quanto a prestazioni per la caccia, grazie a velocità, finezza di fiuto, resistenza ed intelligenza.

Un cane che sembra quasi un aristocratico, ma forse non per tutti. Il suo carattere e la sua spiccata intelligenza possono mettere a dura prova i principianti, infatti.

3. Épagneul Breton

cane investito
Epagneul Breton (Foto Pixabay)

Un cane francese da ferma, forse il più sportivo tra queste razze. L’Épagneul Breton è anche la razza dalle dimensioni più piccole di quelli di questa lista (anche se di poco).

Questi cani infatti arrivano a pesare 15 kg circa, ma non sfigura di certo vicino agli altri cani da caccia, che solitamente non raggiungono comunque i 20 kg di peso.

Un cane dalla forte costituzione, una piccola parte dei quali viene usata anche per competizioni e gare, ma la maggior parte resta un cane usato nella caccia.

Potrebbe interessarti anche: Razze di cani più veloci: dai cani da caccia ai levrieri

4. Beagle

I pro e i contro dell’avere un Beagle
Un gruppo di Beagle (Foto Flickr)

Un cane da muta di origine inglese, il Beagle è un cane la cui evoluzione è totalmente legata al suo paese di origine. 

Il suo nome sembra derivare dall’antico inglese Beagle, o dal francese Beigle, o dal celtico Beag

Tutti e tre questi termini significano “piccolo”. Questo nome venne usato secondo gli studiosi a partire dall’inizio del XV secolo. 

Un cane dall’olfatto molto potente, capace di seguire odori anche a distanze molto lunghe. Inoltre, ha un carattere deciso, tenace ed intraprendente.

F. B.