Home Cani Salute dei Cani Avvelenamento da arsenico nel cane: cause, sintomi e cura

Avvelenamento da arsenico nel cane: cause, sintomi e cura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:34
CONDIVIDI

È molto facile per il tuo cane entrare in contatto con una sostanza tossica, in questo articolo tratteremo l’avvelenamento da arsenico nel cane.

cane
Avvelenamento da arsenico nel cane.(Foto Pixabay)

Il nostro amico a quattro zampe, tendenzialmente ha un’indole curiosa, in particolar modo i cuccioli. Bisogna perciò essere attenti, logicamente quando si può, considerando che spesso i nostri cani restano soli in casa o comunque li lasciamo liberi al parco. Esistono tre forme di avvelenamento in un cane:

  • via cutanea: quando il veleno viene a contatto con la pelle dell’animale e viene assorbito dal corpo.
  • vie respiratorie: quando la sostanza tossica viene inalata dal cane ed entra nel suo corpo attraverso le vie respiratorie e i polmoni.
  • Oralmente: quando il cane ingerisce qualcosa di inappropriato e provoca intossicazione alimentare.

Quello che oggi andremo a trattare è l’avvelenamento da arsenico nel cane, un incidente inavvertito che il più delle volte avviene in giardino. Ma che cos’ è l’arsenico?

Vediamo quali le cause possibili, i sintomi che scatenano in Fido, il trattamento con cui intervenire e magari come prevenire questa problematica.

Cause dell’avvelenamento da arsenico nel cane

cane
ll cane ingerisce involontariamente prodotti contenenti arsenico quando hanno accesso a questi composti.(Foto Pixabay)

L’arsenico è un minerale di metalli pesanti. L’arsenico inorganico si rivela di solito in prodotti come erbicidi, insetticidi, conservanti del legno e alcuni tipi di isolanti. L’arsenico organico viene adoperato in alcuni farmaci per trattare o prevenire i parassiti del sangue, incluso il filaria.

Nei farmaci per il trattamento dei parassiti, il livello di arsenico è compreso in dosi minime per non danneggiare il cane, ma una dose eccessiva può causare tossicità. Nella maggior parte dei casi, il cane ingerisce involontariamente prodotti contenenti arsenico quando hanno accesso a questi composti.

Sintomi dell’avvelenamento da arsenico nel cane

sintomi pericolosi cane
I sintomi pericolosi nel cane: quali sono e cosa significano (Foto Pixabay)

I sintomi di avvelenamento da arsenico nel cane di solito compaiono velocemente, poche ore dopo l’ingestione e sono piuttosto gravi. In alcuni casi, potrebbero essere necessarie fino a 24 ore prima che si verifichino i sintomi. Poiché il tratto gastrointestinale e i sistemi cardiovascolari sono interessati da questo problema, possono verificarsi perdite di sangue e shock. Altri sintomi sono i seguenti:

  • Vomito del cane;
  • diarrea;
  • dolore addominale;
  • barcolla;
  • freddo insolito nel cane, specialmente alle estremità, comprese le estremità dell’orecchio e degli arti;
  • perdita di conoscenza;
  • nell’esposizione cronica (a lungo termine), i sintomi possono essere impercettibili, come mancanza di appetito e perdita di peso;
  • sangue nelle feci canine;
  • morte in cani non trattati o in caso di avvelenamento grave.

Diagnosi

cane trattamento
Per cercare di ottenere una diagnosi dal veterinario, dovrai fornire una storia completa della salute del tuo cane. (Foto iStock)

Per cercare di ottenere una diagnosi dal veterinario, dovrai fornire una storia completa della salute del tuo cane, dell’insorgenza dei sintomi e dei possibili incidenti che potrebbero aver generato questa situazione nell’animale. Frequentemente il cane, che accusa episodi inspiegabili di vomito, viene portato dal veterinario, il quale non riesce a spiegarsi come mai il cane risulta in questa situazione.

Solo pochi proprietari riferiscono di aver visto i loro cani ingerire composti contenenti arsenico, quindi è possibile che questa non sia la prima causa che si manifesta. In caso di avvelenamento cronico da arsenico, il livello di arsenico nel corpo dell’animale, può essere valutato da un campione di peli, poiché l’arsenico si deposita nei peli.

Altrimenti il veterinario confermerà la diagnosi, attraverso un profilo ematico completo, compreso un profilo ematico chimico, un emocromo completo e un’analisi delle urine. Potrebbe essere necessario anche un campione del contenuto dello stomaco. Prendere un campione di vomito o diarrea del cane da portare dal veterinario, aiuterà ad accelerare il processo diagnostico in modo che il cane possa essere curato prima che si verifichino ulteriori danni.

Trattamento dell’avvelenamento da arsenico nel cane

cucciolo dal veterinario
Molti animali che soffrono di avvelenamento da arsenico devono essere ricoverati in ospedale per alcuni giorni .(Foto Pixabay)

L’avvelenamento da arsenico nel cane, è un’emergenza medica. Potrebbe essere al quanto difficile sapere quando il tuo animale ha ingerito il veleno, devi portarlo immediatamente dal veterinario. Il veterinario eseguirà un lavaggio gastrico (irrigazione dello stomaco) per scartare il contenuto dello stomaco, seguito da dosi di carbone attivo e un farmaco che aiuterà a svuotare l’intestino.

Probabilmente prescriverà farmaci per prevenire danni al tratto gastrointestinale. Molti animali che soffrono di avvelenamento da arsenico devono essere ricoverati in ospedale per alcuni giorni fino a quando non si stabilizzano. Dal momento in cui il cane è ricoverato in ospedale, gli verranno somministrati liquidi per via endovenosa, trasfusioni di sangue e dimercaprolo (un antidoto all’arsenico).

Poiché l’arsenico danneggia gravemente il fegato e i reni, durante il periodo di trattamento verranno monitorate la funzionalità renale ed epatica. Gli animali con insufficienza renale continueranno a sottoporsi a terapia fluida. Sfortunatamente, nei casi più gravi, pochi pazienti sopravvivono a meno che il trattamento non sia iniziato in una fase molto precoce, prima che i sintomi diventino più acuti.

Lo scopo del trattamento in caso di avvelenamento da arsenico nel cane è eliminare la sostanza dal corpo del tuo animale domestico. Se l’arsenico è stato appena ingerito, il vomito dovrebbe essere indotto ad espellere il più possibile il veleno. Se vedi che l’animale ingerisce il veleno, è importante indurre il vomito rapidamente.

Logicamente consigliamo di chiamare il veterinario per istruzioni su come farlo in sicurezza. Indurre il vomito può essere pericoloso in determinate circostanze, quindi non dovresti farlo se non sei assolutamente sicuro che il tuo animale abbia ingerito arsenico o altre sostanze tossiche. Se il tuo cane vomita o meno, dopo le cure iniziali, dovresti portarlo immediatamente da un veterinario.

Al ritorno dall’ospedale, assicurati che il cane riposi correttamente e non subisca. Abbi cura di seguire le istruzioni del veterinario in merito a farmaci, alimentazioni e consigli per prevenzione futura, come assicurarsi che tutte le fonti di composti con arsenico siano protette o eliminate. Se non puoi farne a meno, assicurati che siano fuori dalla portata di bambini e animali domestici.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI