Home Non solo Cani e Gatti Pronto soccorso animali: come risolvere le emergenze per cani e gatti

Pronto soccorso animali: come risolvere le emergenze per cani e gatti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:56
CONDIVIDI

Il pronto soccorso è fondamentale quando si hanno animali il casa: ecco 7 trattamenti indispensabili per risolvere le più comuni emergenze e incidenti di cani e gatti.

pronto soccorso animali
Pronto soccorso animali: emergenze comuni (Foto iStock)

Incidenti ed emergenze possono capitare in qualsiasi momento quando si ha in casa un cane o un gatto, ma più in generale un pet di qualsiasi specie o razza: ecco perché è fondamentale essere adeguatamente preparati a risolvere i possibili problemi di pronto soccorso animali, in particolare quelli più frequenti.

Attrezzare un kit di pronto soccorso ben fornito è quindi una delle prime cose da fare quando si sceglie di adottare un animale domestico, inoltre è bene sapere quali sono le regole da seguire e i trattamenti ed interventi più comuni con i quali potresti trovarti ad avere a che fare: tanti problemi ed emergenze, infatti, possono essere risolte efficacemente e aiutare Fido e Micio a star meglio prima ancora che arrivi il veterinario.

Pronto soccorso animali: cosa sapere e cosa fare in caso di emergenza

cane letto
Emergenza cani e gatti, come risolvere (Foto Pixabay)

Vomito e diarrea

Gli episodi di vomito o diarrea sono tra le emergenze veterinarie più comuni tra cani, gatti e non solo: solitamente, a causare questi disturbi sono parassiti intestinali o alimenti che il pet non avrebbe dovuto ingerire.

Ai primi sintomi, è possibile aiutare il cane o il gatto sospendendo la somministrazione di cibo (ma non quella di acqua), per poi riprendere gradualmente con una dieta leggera dopo 12/24 ore di digiuno.

In molti casi è bene avere a disposizione dei probiotici per cani e gatti, da dare al pet sempre dopo aver chiesto il parere del veterinario, mentre per la somministrazione di altri farmaci come gli antibiotici è necessario attendere la prescrizione del medico.

Cane o gatto investiti da un’auto

Secondo stime recenti, sono milioni gli animali domestici che in tutto il mondo vengono coinvolti in un incidente stradale e investiti da un’automobile: la cosa principale, in questi casi, è verificare se ci sono ferite e tamponare il sanguinamento.

Esistono delle istruzioni ben precise da seguire quando un animale viene investito, da mettere in pratica prima ancora che arrivi il veterinario (o che sia possibile portare il pet in clinica o allo studio): in ogni caso, è bene avere a disposizione acqua ossigenata, bende, garze sterili e il numero di emergenza veterinaria sempre sotto mano.

Avvelenamento e intossicazione

A volte dimentichiamo che cani e gatti non sono esseri umani e offriamo al nostro amico a quattro zampe del cibo che non sarebbe adatto alla loro dieta. In altri casi, piante o sostanze nocive per gatti e cani possono intossicare e mettere in pericolo i pelosetti.

Se notiamo dei sintomi di avvelenamento nel cane o nel gatto, o se ci rendiamo conto che sono riusciti ad ingerire qualcosa di tossico, dobbiamo contattare immediatamente il veterinario: la cosa migliore è seguire alla lettera le sue istruzioni o quelle del centro antiveleni.

Aiutare il gatto con manovre di pronto soccorso (Foto Pixabay)

Fratture

Se un cane cade rovinosamente dalle scale potrebbe fratturarsi una zampa: in tal caso non sarà in grado di muoversi e accuserà forte dolore. Prima ancora di correre dal veterinario, è fondamentale immobilizzare con un bendaggio ben stretto l’arto fratturato per evitare che la situazione possa peggiorare.

In seguito, dopo che il cane sarà stato sottoposto a controllo veterinario, è importante riuscire a farlo star fermo e tranquillo fino a completa guarigione: a tale scopo, ecco alcuni consigli utili sulla convalescenza di Fido.

Ustioni

Un animale domestico può restare ustionato a causa di una bruciatura da fiamma e calore, oppure per contatto con una sostanza chimica: la prima cosa da fare in questi casi è lavare delicatamente con acqua pulita e poi ricoprire la parte interessata con un panno o una garza sterile. In questo modo si riduce il rischio di sviluppare un’infezione pericolosa.

Non bisogna assolutamente utilizzare alcun medicinale o rimedio prima di aver sentito il veterinario: solo dopo una visita accurata potrai sapere se è il caso di utilizzare un unguento o una pomata antibiotica. Attenzione, poi, alle ustioni nei rettili: possono essere molto pericolose e vanno trattate in modo adeguato.

Problemi di respirazione o assenza di battito cardiaco

Se il cane (o il gatto) non respira e il cuore non batte più è facile lasciarsi prendere dal panico, ma è proprio così che si rischia di peggiorare la situazione! Bisogna mantenere la calma e agire nel modo giusto:

– chiedi a qualcuno di chiamare il veterinario mentre ti occupi dell’animale;
– distendi delicatamente il cane o il gatto su una superficie piana;
– procedi con la manovra di rianimazione adatta al cane o al gatto in attesa del veterinario.

Potrebbe interessarti anche:

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI