Home Cani Salute dei Cani Come trattare il dolore al collo nel cane a seconda delle cause

Come trattare il dolore al collo nel cane a seconda delle cause

Come trattare il dolore al collo nel cane, una condizione frequente che può condizionare la vita dell’animale. Vediamo come aiutare Fido.

cane dal veterinario
(Foto AdobeStock)

Proprio come noi esseri umani anche il nostro amico a quattro zampe può soffrire di dolori cervicali.

Generalmente il cane tende a nascondere le sue debolezze e sofferenze, tuttavia sul volto di Fido spesso traspare il malessere.

È nostro dovere imparare a riconoscere i segnali di dolore per capire che il cane sta male, individuarne le cause e sapere in come intervenire.

In questo articolo, in particolare, andremo a imparare come trattare il dolore al collo nel cane.

Come trattare il dolore al collo nel cane

Prima di imparare a trattare il dolore al collo nel cane, occorre individuarne la causa della condizione attuale del nostro animale domestico.

cane malato
(Foto AdobeStock)

Le cause sono varie e vanno dalle semplici distorsioni muscolari alla discopatia, alla meningite, fino ai disturbi neurologici come la siringomielia.

Detto ciò, per poter essere certi della problematica che ha colpito Fido, è opportuno accompagnare il cane dal veterinario, il quale esaminerà l’eventuale lesione nel cane e chiederà qualche informazione in merito a tutto ciò che è potuto accadere antecedente al dolore.

Se eventualmente si è verificato qualche incidente in auto, un movimento scorretto della testa, una corsa con altri cagnolini o un colpo di frusta.

Successivamente il veterinario procederà con esami più approfonditi per escludere l’eventuale presenza di patologie più gravi, ad esempio: radiografie, TAC o risonanza magnetica.

Effettuare questo tipo di indagine permetterà al medico di escludere altre patologie che avrebbero bisogno di un intervento specifico e immediato, come ad esempio un trauma spinale di forte entità.

Stabilita la diagnosi di lesione molto probabilmente il veterinario prescriverà dei farmaci miorilassanti e antinfiammatori per alleviare il dolore e facilitare i movimenti, oltre ad un forzato riposo per permettere al cane di ristabilirsi.

Attenzione, non somministrare antidolorifico al cane destinato al consumo umano, cerca di evitare di intervenire e dai al cane solo ciò che ti viene raccomandato dal veterinario.

Altre cause del dolore al collo nel cane

Come abbiamo precedentemente accennato, il dolore al collo nel cane non si manifesta solo per una lesione, bensì possono essere molteplici le cause e per ognuna di loro si dovrà intervenire in modo diverso.

Le altre cause sono:

  • discopatia cervicale: ernia del disco, tende a presentarsi nei cani di età avanzata. I dischi “fuoriescono” provocando danni alla spina dorsale. Ovviamente generando non solo dolore al collo nel cane ma anche altri sintomi che riguardano la colonna vertebrale. Il veterinario cercherà di intervenire con un antidolorifico o miorilassante, nel peggiore dei casi con l’intervento chirurgico;
  • malattia di Lyme: è una malattia causata da un batterio chiamato Borrelia burgdorferi, che viene trasmesso a un ospite (nella fattispecie, un cane) attraverso il morso di una zecca e tra i sintomi più comuni c’è il dolore al collo nel cane. La malattia di Lyme nel cane può essere curata con l’uso di antibiotici, da assumere ogni giorno per 30 giorni;
  • meningite: è un’infezione (di solito virale) che provoca l’infiammazione delle meningi, ossia le membrane che rivestono il cervello e il midollo spinale. Tra i sintomi più comuni nella meningite c’è il dolore al collo, febbre e debolezza. Si può tentare di curare la meningite nel cane attraverso la somministrazione di alte dosi di farmaci steroidei;
  • sindrome di Wobbler: questa malattia è causata dall’ernia del disco o da una deformità ossea intorno alla colonna vertebrale. Generando sintomi quali il dolore al collo nel cane e altri dolori e difficoltà muscolari. Si manifesta in molte razze canine di grosse dimensioni (dobermann, l’alano e il mastino). In base alla gravità della patologia, il veterinario consiglierà o meno un intervento chirurgico. Alcuni medici consigliano l’idroterapia per cani e l’agopuntura come trattamenti destinati alla riabilitazione olistica.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ettore D’Andrea