Home Cani Salute dei Cani Malattie più comuni del Bovaro delle Fiandre: quali sono e tutto sulla...

Malattie più comuni del Bovaro delle Fiandre: quali sono e tutto sulla sua salute

E’ un cane fisicamente robusto ma com’è la sua salute? Tutto sulle malattie più comuni del Bovaro delle Fiandre e sulla sua vita media.

Malattie più comuni del Bovaro delle Fiandre
(Foto AdobeStock)

Un cane immune dalle malattie, ahimè, non esiste, ma possiamo sapere a quali patologie è più incline la razza cui appartiene. Per questo è bene conoscere le malattie più comuni del Bovaro delle Fiandre, per capire cosa dovremmo ‘aspettarci’ e come riconoscere alcuni problemi per prendere provvedimenti. Inoltre è importante avere una panoramica sul suo (solito) stato di salute e sulla sua vita media.

Bovaro delle Fiandre: salute e vita media

Un cane rustico e abituato a stare all’aria aperta ha sicuramente un corpo più forte e temprato rispetto ad altri esemplari, proprio perché abituato a stare alle intemperie. Di certo il suo fisico e la sua muscolatura massiccia, la taglia media lo rendono apparentemente forte e resistente, ma è proprio così? La vita media di questo esemplare si aggira intorno agli 11 anni.

Bovaro delle Fiandre
(Foto AdobeStock)

La sua salute non dovrebbe essere un problema, dato che vive all’esterno, ma ciò non significa che sopporti in egual misura caldo e freddo: nei mesi estivi infatti è buona norma dargli la possibilità di un posto all’ombra; nei mesi invernali invece a proteggerlo vi è il doppio manto impermeabile.

Malattie più comuni del Bovaro delle Fiandre: quali sono le 3 principali

Anche il Bovaro delle Fiandre si ammala dunque, perché il suo fisico ha delle particolari debolezze sia oculari sia ortopediche. Stiamo parlando infatti di cataratta e glaucoma canino per quanto riguarda il sistema oculare e di displasia dell’anca per la parte delle ossa.

Alimentazione del Bovaro delle Fiandre
(Foto AdobeStock)

Infatti i suoi occhi sono predisposti a questa opacizzazione del cristallino che può evolversi in vera e propria cecità: purtroppo i segnali allarmanti stanno nel colore dell’occhio che diventa grigiastro, circondato da un contorno blu fino a colorarsi completamente di bianco.

Nel caso del glaucoma l’evolversi della malattia può ugualmente portare alla cecità, ma dovuta stavolta all’aumento della pressione intraoculare. Una visita oculistica quindi nel caso del Bovaro delle Fiandre è più che consigliata.

Infine anche il suo sistema osseo può presentare dei problemi: infatti, come molti suoi simili, può soffrire di displasia dell’anca, che lo costringerà a zoppicare e deambulare molto male. Potrebbe essere particolarmente difficile curarla ma una sana alimentazione, del corretto esercizio fisico e l’uso di integratori e antinfiammatori può sicuramente essere utile.

Potrebbe interessarti anche: Ecco cosa dovrebbe mangiare un Bovaro delle Fiandre: tutto su cibi, dosi e rischi

Malattie più comuni del Bovaro delle Fiandre: consigli e altre patologie meno frequenti

Si sa che vaccinare il cane è sempre di primaria importanza, qualsiasi sia la razza cui appartiene ma, nel caso del Bovaro delle Fiandre, a quanto pare vi è una particolare predisposizione ad alcune malattie che possiamo prevenire ed evitare proprio con i vaccini.

Bovari delle Fiandre
(Foto AdobeStock)

Si tratta di:

Inoltre si consiglia di sottoporre il cane a sverminazioni frequenti, proprio per evitare il proliferarsi e l’aumento di vermi nello stomaco. Si tratta pur sempre di un esemplare abituato a stare all’aria aperta, con tutti i rischi del caso.

Potrebbe interessarti anche: Scopri come si cura il pelo del Bovaro delle Fiandre: tutti i consigli dalla spazzola al bagno

Un’altra patologia che può affliggere questa razza è la paralisi faringea, che non solo comporta uno strano rumore quando respira ma anche una concreta difficoltà di respirazione.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Antonio D’Agostino