La separazione dei cuccioli dalla madre: come e quando

Foto dell'autore

By Raffaella Lauretta

Cani

La separazione dei cuccioli dalla madre, lasciare che sia un atto naturale e senza traumi è fondamentale, ma vediamo come avviene e quali i rischi.

cagna allatta
La separazione dei cuccioli dalla madre.(Foto Adobe Stock)

Davanti ad una meravigliosa e dolce cucciolata chi non si innamorerebbe di quegli esseri pelosi e mordi da prenderne subito uno fra le proprie braccia. Ma attenzione è bene sapere che questo non può avvenire o almeno non subito.

Frena l’impazienza e proviamo a capire quando è possibile la separazione dei cuccioli dalla madre. Il tempo che aspetterai potrà solo ritornarti utile per prepararti a ricevere il cucciolo nelle condizioni più adeguate alle sue e alle tue esigenze.

Problemi causati dallo svezzamento prematuro

Vivere con un cane
Problemi causati da uno sbìvezzamento precoce. (Foto Unsplash)

È fondamentale andare a fare delle importanti considerazioni prima di procedere alla separazione dei cuccioli dalla madre, in quanto oltre al problema fisico emotivo ci sono le conseguenze dello svezzamento prematuro di un cucciolo di cane che può comportare a diversi problemi, fra cui:

Inoltre andare ad alimentare un cucciolo con il biberon genera un distacco enorme con i suoi simili, limitandone i rapporti e mettendo a rischio la riproduzione.

Essere in grado di giocare con i componenti della cucciolata, incoraggia il cane ad apprendere le corrette abitudini comportamentali, che saranno utili in futuro per interagire con i propri simili.

La madre è colei che detta le regole e la prima forma di educazione e infatti è più severa con i cuccioli, li morde al collo per causare loro un po ‘di dolore e farli rispettare i suoi standard. In questo modo, i più piccoli imparano a obbedire spontaneamente.

Più tardi avverrà la separazione di cuccioli, più completo e adeguato sarà il rispetto e l’apprendimento delle regole, prima avverrà la maturazione dei cuccioli.

Quando è possibile separare i cuccioli dalla madre?

madre e cuccioli
La separazione dei cuccioli dalla madre deve avvenire non prima dei 2 mesi anche se l’ideale sarebbero 3,(Foto Adobe Stock)

La separazione dei cuccioli dalla madre deve avvenire non prima dei 2 mesi anche se l’ideale sarebbero 3, periodo in cui si garantisce ai cuccioli un corretto sviluppo. I motivi per cui prima la separazione non deve avvenire, principalmente sono due:

  • l’allattamento: ossia il periodo in cui il cucciolo si nutre del latte della madre, latte materno che contiene le sostanze nutritive adatte al cucciolo. Questo primo latte della cagna, viene chiamato colostro, sostanza che protegge i cuccioli da diverse malattie e infezioni perché trasmette loro le difese immunitarie. In questa fase, l’alimentazione corretta ed equilibrata per la cagna è fondamentale perché si ripercuote sulla salute dei cuccioli;
  • la socializzazione del cucciolo: questa fase viaggia comunque in parallelo con l’allattamento. È il periodo in cui il cucciolo socializza con gli altri componenti della cucciolata. Impara a comunicare con gli altri cuccioli, rafforzando il suo istinto e necessità di base ossia quello di appartenere a un branco. Non permettere al cucciolo di effettuare questa fase della sua vita, andrà a pregiudicare la sua vita sociale da adulto, determinando problemi comportamentali in futuro, come insicurezza, paura e reattività nei confronti dei suoi simili.

Consigli per il distacco

cucciolo
Consigli dagli esperti.(Foto Pixabay)

È fondamentale rispettare i tempi di svezzamento del cucciolo e quindi di separazione dei cuccioli dalla madre, la naturalezza della cosa, farà in modo che questo allontanamento no generi in alcun modo traumi, in quanto sarà l’istinto animale a fare il tutto.

È solo a partire delle 8 settimane di vita del cucciolo che potremmo vedere questa evoluzione e l’inizio di questo distacco. Il consiglio degli esperti è lasciar fare alla natura e di evitare di separare dalla madre tutti i cuccioli nello stesso momento, in modo tale da rendere il tutto meno aggressivo.

Per quanto riguarda il cucciolo, ne potrà risentire a livello del sonno, inizialmente con pianti notturni e l’alimentazione. Ecco perché gli esperti consigliano di iniziare la fase dello svezzamento dandogli del cibo umido o crocchette per cani

in ammollo per farlo abituare meglio alla nuova alimentazione.

Ricorda che le tue attenzioni, non potranno assolutamente sostituire il ruolo della mamma nei primi mesi di vita del cane, se ami gli animali, per il bene di questi rispetti i tempi della natura.

Potrebbero interessarti anche:

Raffaella Lauretta

Gestione cookie