Home Curiosita Abituare il gatto alla casa nuova: consigli per il cambio abitazione

Abituare il gatto alla casa nuova: consigli per il cambio abitazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:08
CONDIVIDI

Abituare il gatto alla casa nuova, trovare il modo giusto per evitare un trauma al felino. Vediamo quali le mosse opportune e quali direttive da rispettare.

abituare il gatto alla casa nuova
Come abituare il gatto alla casa nuova.(Foto AdobeStock)

Quando scegliamo di condividere la nostra vita con un gatto, scegliamo di conseguenza di condividere anche i nostri spazi come ad esempio la nostra casa. Il nostro felino ci seguirà ovunque il nostro percorso possa portarci e si adeguerà, anche se con i suoi tempi ad un nuovo posto, ma come possiamo agevolare questa situazione? Come possiamo abituare il gatto alla casa nuova?

Potrebbe interessarti anche: Cosa fa il gatto quando è da solo in casa? Ecco la verità

Abituare il gatto alla casa nuova

gatto in casa
Il gatto nella casa nuova.(Foto AdobeStock)

Spesso sottovalutiamo l’aspetto del tempo da dedicare al gatto, credendo che esso ne richieda molto meno del cane. Una considerazione questa non del tutto sbagliata, in quanto è vero che il gatto porta via meno tempo, in merito a passeggiatine, bisogni da fare ad orari, ma è anche vero che vuole o meglio ancora pretende le tue attenzioni in merito a coccole e presenza.

In particolare, un’eventuale trasloco, può disorientare il gatto, questo perché il felino nasce come animale territoriale e come tale ha bisogno di marcare il suo spazio, nel quale possa sentirsi a suo agio e privo di minacce per muoversi in totale libertà. La perdita di questo perimetro è molto stressante per il gatto, poiché rappresenta la loro casa e infonde loro tranquillità.

Ecco perché meglio sapere come affrontare questa situazione, abituare il gatto alla casa nuova non è poi una cosa così scontata. La prima cosa da fare è mantenere la calma e pianificare ogni fase per evitare eventi imprevisti o incidenti durante il passaggio alla nuova casa. Sappi che il gatto percepisce il tuo nervosismo come pure la calma e la sicurezza.

Potrebbe interessarti anche: Dove si nasconde il gatto: i suoi nascondigli preferiti fuori e dentro casa

Rispettare i tempi

Proprio come tutti noi anche il gatto ha bisogno dei suoi tempi, per poter adattarsi a cose nuove. È dura abbandonare le vecchie abitudini, le comodità acquisite nel tempo questo ci succede ogni volta che siamo costretti a passare dal vecchio al nuovo. Abituare il gatto alla casa nuova ha un po’ lo stesso concetto.

Il felino in questione nel tempo si crea i suoi spazi, le sue abitudini e i suoi posti preferiti dove nascondersi. Ragion per cui bisogna rispettare i tempi dell’animale per lasciargli il modo di esplorare il territorio, impadronirsene e crearsi le stesse condizioni della casa precedente.

Non accetta e non lo incentiva per niente avere pressioni, perciò calma e relax sarà presto tutto come prima. Ricorda che ogni individuo ha bisogno del proprio tempo per superarlo positivamente.

Confort e sicurezza

Chiunque viva in casa con un gatto conosce bene questo animale e sa quanto per lui possa contare il confort e la sicurezza. Lo spostamento è un’esperienza complessa per i gatti, in qualsiasi fase della loro vita, in particolare per un gatto anziano, che avrà bisogno di maggior tempo per abituarsi e più pazienza da parte del suo amico umano.

Durante lo spostamento dalla casa vecchia a quella nuova cerca di portalo sempre con te, trasmettendo la tua tranquillità e cercando di assicurargli un posto comodo e sicuro per tutto il viaggio, senza lascialo mai tra gli scatoloni, in modo che non si possa sentire disorientato e abbandonato. Tienilo magari accanto a te, per tutto il tempo del viaggio, nel suo apposito e sicuro trasportino per gatti.

Raccogli le cose del gatto per ultimo

Durante un processo di trasloco è molto facile che possa sfuggire, tra mille scatoloni imballati, un consiglio molto utile, ossia quello di togliere come ultimi fra gli oggetti da portar via, tutti gli accessori del gatto.

L’eliminazione dei suoi oggetti, come per esempio ciotole e giocattoli, possono disorientare il gatto e generare nervosismo e stress nell’animale, tanto da non riuscire poi a farlo entrare nel suo trasportino per poter finalmente uscire dalla casa vecchia e andar nella nuova. Cerca quindi di tenere a mente che le sue cose saranno le ultime che dovrai raccogliere in modo da tale da poter uscire da casa con il tuo micio in tutta serenità.

Potrebbe interessarti anche: Cosa significa quando un gatto vuole entrare in casa?

Lascialo esplorare la casa nuova

Finalmente entrambi siete nella nuova casa, la cosa ora migliore che puoi fare è lasciarlo sereno di girovagare tra le stanze, lasciandolo esplorare. Non farà altro che entrar e uscire dalle stanze alla ricerca subito dei suoi posti, angoli e nascondigli da ricercare per quando vorrà restare in disparte da tutti.

Lasciagli tutto il tempo necessario e soprattutto di mettere in pratica la naturale curiosità e le sue capacità cognitive ed emotive. Magari precedentemente al suo arrivo puoi cercare di creare un’atmosfera simili a quella della casa precedente e dargli la sensazione di arrivare in un posto non totalmente estraneo, preparandogli una stanza pulita e sicura, con la lettiera per gatti, i suoi giocattoli, gli accessori e le sue ciotole.

Trascorri del tempo con lui

Trascorso il tempo del primo impatto, sistemati tutti gli scatoloni più ingombranti è giunto il momento di ritrovare le stesse abitudini per tutti. Finalmente è arrivato il momento di dedicare di nuovo al tuo amico pelosetto le stesse attenzioni, le stesse coccole e forse pure qualcosa in più.

Il gatto in questa fase si sente ancora spaesato ha bisogno che il tuo tempo trascorso con lui sia maggiore per poter capire che non è solo. L’affetto e la dedizione lo farà sentire a suo agio, al sicuro e benvenuto. In questa fase della vita del gatto nella nuova casa, cerca di trascorrere del tempo giocando di più con lui, preparando un delizioso pasto cucinato in casa o semplicemente tenendolo accanto a te sul divano a farvi le coccole.

Potrebbe interessarti anche:Come gestire gli allergeni del gatto in casa: le 4 fasi fondamentali

Raffaella Lauretta