Home Cani Curiosità sul Francese bianco e nero: nome, storia, prezzo e altro

Curiosità sul Francese bianco e nero: nome, storia, prezzo e altro

Da dove arriva e perché ha questo nome? Queste e altre curiosità sul Francese bianco e nero che dovresti conoscere.

Razze compatibili col Francese bianco e nero
(Foto Pinterest-Rafael Alba)

E’ un cane da lavoro, specializzato nella caccia di animali anche di grossa taglia e amante dell’attività fisica: ma cos’altro sappiamo su questo esemplare? Le curiosità sul Francese bianco e nero non sono tutte qui: qui scopriremo qualcosa in più sulle sue origini, sulla scelta del nome e altre informazioni utili per chi volesse averne uno.

Curiosità sul Francese bianco e nero: nome e ‘parentele’

Il ‘perché’ sul suo nome può sembrare piuttosto scontato, poiché riprende i colori principali del suo manto, Ma probabilmente la scelta è stata dettata anche dalla necessità di distinguerlo dagli altri due Francesi, che hanno colorazioni differenti.

Cura del pelo del Francese bianco e nero
(Foto Google Images)

Infatti il secondo del ‘trio’ è il Francese tricolore (bianco, rame e nero-blu) mentre il terzo è il Francese bianco e arancione: insomma fanno parte tutti della stessa famiglia ma sono i nomi (ovvero le colorazioni) a distinguerli.

Curiosità sul Francese bianco e nero: storia e origini

Dove inizia la sua storia? Per scoprire le sue origini dovremmo tornare alla Francia del XVII secolo, prima della Rivoluzione francese, quando non era ancora estinta la razza del cane di Santoinge. Solo in seguito alla scomparsa di quest’ultima, si inizi a vedere in circolazione il suo discendente, il Gascon-Saintongeois.

Dall’unione di questo erede col Poitevin pare sia nato il Francese bianco e nero, già visibile nel XIX secolo (sebbene per il suo riconoscimento ufficiale bisognerà aspettare il 1957). Altra teoria sulla sua discendenza vede il Bleu de Gascogne e il Saintongeois come suoi ‘genitori’.

Curiosità sul Francese bianco e nero: prezzo e altre info

Trovarne uno non sarà un’impresa semplice, ma non bisogna demordere: infatti all’anno nascono solo 200-300 esemplari di questa razza, dunque non è così diffusa al di fuori della Francia. Si tratta di un esemplare molto raro ma più diffuso rispetto ai suoi ‘cugini’ (il tricolore e il bianco e arancione).

Adottare un Francese bianco e nero
(Foto AdobeStock)

Potrebbe interessarti anche: Scopri le razze compatibili col Francese bianco e nero: con chi va d’accordo e perché

Di conseguenza il prezzo non può che essere presumibilmente elevato, anche se non è possibile stimarne una cifra. Il suo mantenimento tra alimentazione del Francese bianco e nero e la cura del suo pelo è di circa 40 euro mensili.

Potrebbe interessarti anche: Scopri tutto prima di adottare un Francese bianco e nero: pro, contro e padrone ideale

Gli appassionati di caccia lo conoscono bene, anche se in molti sostengono che sia anche un ottimo cane da guardia, affezionato alla famiglia seppur indipendente. Insomma probabilmente non sarà facile trovarlo in Italia, ma varcando i confini avremo maggiori possibilità di riuscirci.