Home Gatti Il gatto non miagola: perché e quando preoccuparsi per la sua salute

Il gatto non miagola: perché e quando preoccuparsi per la sua salute

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:26
CONDIVIDI

Il gatto non miagola? Vari possono essere i motivi, e alcuni riguardano la salute. E’ importante capire le cause per intervenire subito.

Il gatto non miagola
Il gatto non miagola: cause possibili e rimedi (Foto Pixabay)

Il nostro micio ha deciso di fare silenzio e di non emettere il classico miagolio? Può succedere e spesso si tratta di un problema molto serio, anche perché non è detto che lo faccia apposta o per dispetto, anzi! Vediamo dunque quali sono le cause possibili del perché il gatto non miagola e cosa fare per aiutarlo a risolvere questo suo problema e sentirlo miagolare come tutti i suoi simili.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto miagola forte? La Scienza spiega se è una cosa buona o cattiva

Il miagolio del gatto: cosa significa e cosa vuole dire

micio
Micio (Foto Pixabay)

E’ di certo il verso caratteristico con cui si identificano i gatti, che ha diversi significati: proclamazioni d’amore, invito a copulare ma anche sfida. Naturalmente è fondamentale capire il contesto in cui il gatto miagola: con un po’ di esperienza non sarà difficile capire quando sta per attaccare un suo simile e quando invece ci sta salutando dopo che non ci ha visti per un’intera giornata. I vari significati del miagolio si possono riassumere nei punti seguenti.

  • Richiesta di cibo: facciamo attenzione però che non è sempre così, o meglio questo potrebbe essere un ‘trucco’ usato dal micio per chiederci la pappa. Ma non dobbiamo cedere sempre, altrimenti la sua salute potrebbe essere seriamente in pericolo (leggi qui: Obesità nel gatto: i rischi, le cause e i sintomi da non sottovalutare).
  • E’ il suo saluto: se ci viene incontro dopo varie ore di nostra assenza, è probabile che voglia darci il ‘bentornato’. Anche uno sbadiglio può avere lo stesso significato, ma comunque entrambi i miagolii dovrebbero essere accompagnati da altri gesti, come quello di strofinarsi sulle nostre gambe ad esempio (leggi qui: Il gatto si struscia contro la gamba: ecco perché lo fa).
  • Si sente a disagio: sia quando ha paura sia quando è infastidito dalla presenza di qualcuno, di un rumore o di un suo simile, il gatto può miagolare.
  • Sta male: il gatto potrebbe anche avere un problema di salute e lo esprime in questo modo. Inoltre alcune malattie possono causare fame o sete nel gatto, che esprime queste sue esigenze miagolando.
  • Vuole cacciare: il micio è predatore, ce l’ha nel DNA quindi può emettere questa sua ‘esigenza’ così.

Il gatto non miagola: tutte le cause possibili e quando preoccuparsi

Il gatto non miagola
Il gatto non miagola: cause di salute e non (Foto Pixabay)

Ma quando il gatto non miagola più? Non è detto che debba essere necessariamente malato, però non è neppure da escludere. Vediamo quali sono tutte le cause possibili.

  • Disagio psicologico: se il gatto non si sente a suo agio nel contesto in cui vive potrebbe anche smettere di emettere suoni. Un trasloco, una visita dal veterinario (che non piace quasi a nessuno), un viaggio in macchina ma anche la solitudine ed altri, possono spingere il gatto ad ammutolirsi. Oppure il micio potrebbe avere paura di qualcuno o qualcosa che lo terrorizza, magari anche un oggetto (leggi qui: Il gatto ha paura delle forbici: perché e come aiutarlo).
  • Lieve ma c’è: ci sono alcune razze di gatti che miagolano poco o in modo quasi impercettibile (come ad esempio l’Avana e il Bengalese).
  • Raucedine: insieme ad altri problemi respiratori, come anche la laringite nel gatto, può causare una ‘perdita della voce’ o in questo caso di miagolio. Se è in corso un’infezione (ad esempio: rinotracheite felina e calicivirus felino), il micio non riuscirà ad emettere alcun suono ma il suo corpo dovrebbe dare anche altri segnali, come ad esempio lacrimazione eccessiva, letargia, temperatura alta etc.
  • Paralisi della laringe: se il gatto tossisce spesso (leggi qui: Il gatto ha la tosse: cause, diagnosi e cure) e ha difficoltà a deglutire, potrebbe iniziare a non mangiare e dunque ad indebolirsi, tutto a causa dei danni alla laringe.
  • Ipertiroidismo: questo potrebbe essere alla base della raucedine e della inappetenza. Se sospettiamo che ci sia una iperattività delle ghiandole tiroidee, chiediamo consiglio al nostro veterinario di fiducia.
  • Bronchite nel gatto: questa malattia che colpisce i bronchi, causa una mancanza di ossigeno e una infiammazione della trachea. I sintomi e le cause sono stati già trattati in: Bronchite nel gatto: sintomi e rimedi.
  • Tumori o polpi: purtroppo anche malformazioni cancerogene o meno nella gola e sulle corde vocali possono avere come diretta conseguenza il non riuscire ad emettere il miagolio.

Se il gatto non miagola più e, soprattutto se smette di miagolare gradualmente, è assolutamente necessario richiedere il parere di un esperto e sottoporre il felino a vari controlli e test, consigliati dallo stesso veterinario.

Potrebbe interessarti ancheIl gatto miagola di notte: perché lo fa e quando dobbiamo preoccuparci

… e se fosse solo pigrizia?

micio tra i fiori
Micio tra i fiori (Foto Pixabay)

Magari se il gatto non miagola più ha solo bisogno di essere stimolato, perché troppo pigro. Siamo in sua compagnia il più possibile e parliamo con lui, stimolando a rispondere alle nostre incitazioni. Facciamo delle pause di silenzio per dargli modo di rispondere a modo suo. Guardiamolo negli occhi, ma attenzione a non provocarlo o farglielo interpretare come una sfida: è solo un invito a dialogare!

Se siamo certi che il gatto non abbia alcun problema di salute, non forziamolo a miagolare più di tanto. Probabilmente è solo un gatto solitario che ha voglia di non parlare troppo: rispettiamo il suo modo di essere.

Francesca Ciardiello