Home Gatti Salute dei Gatti Apnea notturna nel gatto: ecco quali sono i sintomi da non sottovalutare

Apnea notturna nel gatto: ecco quali sono i sintomi da non sottovalutare

Anche il felino può avere problemi respiratori mentre dorme. Vediamo quali sono i sintomi dell’apnea notturna nel gatto.

apnea notturna nel gatto
(Foto Pixabay)

Diversamente da ciò che si pensi, i felini sono animali molto giocherelloni e molto attivi, soprattutto quando iniziano a seguire il loro istinto di caccia con i loro giocattoli.

Tuttavia può capitare di notare i propri amici pelosi meno attivi. Ciò accade quando il nostro Micio non dorme bene, sia di giorno che di notte.

Questo può essere uno dei sintomi di apnea notturna nel gatto. Ma vediamo qui di seguito a cos’altro bisogna fare attenzione e come possiamo aiutare la nostra palla di pelo a riposare bene.

Apnea notturna nel gatto: cause e sintomi da osservare

Il sonno è molto importante per i nostri amici pelosi, in quanto dormendo questi ultimi riprendono le energie perse e sviluppano un sistema immunitario più sano.

gatto dorme a pancia all'aria
(Foto Pixabay)

Tuttavia il sonno può essere disturbato da alcuni problemi respiratori come l’apnea notturna. Quest’ultima è infatti una condizione che consiste nell’interruzione temporanea della respirazione mentre si dorme.

Ci sono alcuni fattori che possono causare l’apnea notturna nel gatto, essi sono:

  • Obesità: un eccesso di peso nel felino comporta una quantità maggiore di grasso nel corpo di quest’ultimo, il quale porta depositi di grasso nelle vie aeree del nostro amico peloso. A causa di questi ultimi i polmoni del gatto quando dorme non possono assorbire abbastanza ossigeno;
  • Problemi respiratori: se il nostro amico a quattro zampe presenta già problemi respiratori, come per esempio l’asma, potrebbe soffrire anche di apnea notturna;
  • Allergie: le allergie possono infiammare le vie aree del felino causando difficoltà respiratorie, che possono trasformarsi in apnea notturna quando il Micio riposa;
  • Posizione del sonno: sappiamo tutti come dormono i felini e quante posizioni possono presentare. Tuttavia spesso proprio alcune di esse possono influire sulla capacità del Micio di assorbire le giuste quantità di ossigeno.

Inoltre anche la razza del gatto può influire su tale disturbo. Infatti i gatti brachicefali possono facilmente soffrire di apnea notturna in quanto presentano le cavità nasali più corte.

I principali sintomi da osservare nel felino che soffre di apnea notturna sono:

Potrebbe interessarti anche: Mineralizzazioni polmonari nel gatto: cause, sintomi e trattamento

Come ridurre l’apnea notturna nel gatto

Trattare l’apnea notturna nel gatto è molto importante, in quanto questa condizione può causare ulteriori problemi di salute alla nostra palla di pelo.

gatto
(Foto Pixabay)

Per questo motivo è necessario fare attenzione ad alcuni punti. Dato che la maggior parte dei felini che soffrono di tale disturbo sono in sovrappeso, è molto importante fare attenzione alle porzioni di cibo che si offrono al Micio.

Per controllare l’alimentazione del gatto è possibile utilizzare i puzzle alimentari, i quali possono anche rallentare la velocità in cui il nostro amico peloso si nutre.

Oltre a ciò, anche l’esercizio fisico può essere utile per ridurre l’apnea notturna nel nostro amico peloso. Quindi giochiamo di più con Micio, soprattutto con i giochi che portano quest’ultimo a correre.

Infine anche un check-up annuale del gatto dal veterinario è molto importante, in quanto quest’ultimo potrebbe evidenziare tempestivamente patologie che possono causare apnea notturna nel felino.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto non dorme bene la notte: consigli e segreti per un sonno sereno

Inoltre ci sono alcuni trattamenti che considerano i veterinari per affrontare l’apnea notturna nel gatto come:

  • La chirurgia: per correggere i difetti fisici che possono portare il gatto a non respirare bene;
  • Somministrazione di antibiotici: soprattutto se la causa principale dell’apnea sono le allergie.