Home Curiosita Come dorme il nostro gatto: le varie posizioni e cosa significano

Come dorme il nostro gatto: le varie posizioni e cosa significano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:03
CONDIVIDI

La posizione in cui dorme il nostro micio può dirci tanto sulla sua personalità. E allora, ecco un elenco con tutte le possibili posizioni in cui dorme il gatto, e come interpretarle.

Come dorme il nostro gatto: le varie posizioni e cosa significano
E il nostro gatto, in che posizioni dorme? (Foto Flickr)

I gatti dormono tanto, e un po’ ovunque in casa. Non è strano trovarli sul divano a sonnecchiare, ma nemmeno su un armadio in alto mentre riposano come se fosse il luogo più comodo della casa. Ma tralasciando i discorsi sul perché i gatti scelgono di dormire nei punti più bizzarri (ne abbiamo già parlato in passato), e su quanto tempo i mici debbano riposare al giorno, analizziamo invece come riposano. Le posizioni in cui dorme un gatto, infatti, ci possono comunicare molto di quello che pensa, di come si sente, e della sua personalità. Imparare a “leggere” il sonno del nostro micio può aiutarci a capirlo meglio,

Potrebbe interessarti anche: Come dorme il gatto: quel che c’è da sapere sul sonnellino di Micio

Come dorme il micio ci dice come sta

letto micio
Le posizioni in cui dorme il micio comunicano molto. (Foto Adobe Stock)

Cosa sentono gli animali domestici? Questa è una domanda che tutti i padroni prima o proprio si fanno, magari guardando i loro amici a quattro zampe dormire beati.

E proprio nel caso dei gatti, il loro modo di dormire ci può far capire tanto di cosa provano. Le posizioni in cui dorme il nostro gatto, infatti, sono importanti per capire il suo stato d’animo.

E allora ecco una lista delle principali posizioni in cui sonnecchiano i nostri gatti, e cosa significano o possono comunicarci. In fondo, il sonno è un momento di grande vulnerabilità.

Dormire con un occhio aperto

Gatto in condominio (Foto Pixabay)
Gatto che dorme con un occhio aperto: sempre attento! (Foto Pixabay)

La posizione in cui il gatto dorme con un solo occhio aperto, è una delle preferite di quei gatti sempre all’erta, come se aspettassero sempre l’arrivo di un nemico o un pericolo.

Steso con le zampe verso il basso, il gatto può rimpicciolirsi facilmente se improvvisamente ha un senso di spavento. Ma nonostante quel che sembra, è piuttosto comodo!

Un buon esempio è un gatto che vive con altri animali domestici o altri gatti. Magari si aspetta qualche scherzo da i suoi coinquilini pelosi, da un momento all’altro.

La “ciambella”

gatto dorme
Un gatto che dorme acciambellato si sente al sicuro. (Foto Pixabay)

Quando un gatto si raggomitola su se stesso, con viso, zampe e coda avvicinate, avremo la posizione della “ciambella”. Una posizione in cui i gatti dormono davvero profondamente.

Non è facile scattare all’impiedi da questa posizione, quindi il micio che dorme così è un micio rilassato, che si sente completamente al sicuro.

Non solo, questa posizione è ottima per non disperdere calore. Se il gatto ha freddo, dormire acciambellato permetterà di conservare il caldo più a lungo. Lo possiamo notare in case con l’aria condizionata, ad esempio.

A pancia in giù, con la faccia nascosta 

Come dorme il gatto
Questo gatto ci dice “Non disturbatemi, voglio riposare” (Foto Unsplash)

In questa posizione il gatto si sdraia a pancia in giù, con la faccia nascosta nel “cuscino” (qualunque cosa usi come cuscino, ovviamente), spesso si copre anche gli occhi con le zampe

Sembra proprio che questo micio non voglia essere disturbato, quindi. E in effetti, è proprio così, se proviamo ad accarezzarlo solitamente si andrà a cercare un altro punto della casa per stare da solo.

Il completo relax: pancia all’aria

curiosità sulla pancia del gatto
La pancia del micio? Spiacenti, ma è off-limits! (Foto Adobe Stock)

In questa posizione il micio si stende sulla schiena, con tutte le zampe all’aria, la sua morbida pancia esposta e vulnerabile. Di certo, tra le posizioni in cui dorme un gatto, questa è la più rilassata.

Questo non è un modo di dormire per i gatti che vivono all’aperto, nè per i gatti che vivono in zone fredde. Si tratta di una posizione rinfrescante, ma troppo esposta ai pericoli.

Quando i gatti dormono in questa posizione, gli umani spesso fraintendono il messaggio “sono pienamente a mio agio” con l’errato “qualcuno mi gratti il pancino”. Ma non dobbiamo farlo!

La pancia del micio infatti è una zona molto personale per i nostri amici pelosetti. Se proviamo a toccarla, solitamente verremo colpiti con le zampe. Ma non è colpa del nostro gatto: abbiamo semplicemente capito male.

Non disturbare il gatto che dorme

Perchè il gatto dorme sui nostri vestiti? Cosa lo attira tanto dei nostri abiti
Un gatto che dorme non va svegliato: potrebbe arrabbiarsi! (Foto Pexels)

Come se non bastasse la privacy che il gatto richiede per le sua pancia, ci sono altri motivi per non svegliare un gatto che sta dormendo della grossa.

Un vecchio proverbio dice di non svegliare il can che dorme, ma nemmeno il gatto è un animale che quando riposa può esser disturbato con leggerezza!

Se infatti proviamo a svegliare un micio sonnecchioso, la risposta sarà a base di denti e artigli: ma non dobbiamo arrabbiarci, siamo semplicemente stati visti come un pericolo da cui difendersi.

Questa è una cosa da insegnare ai bambini che vivono con un gatto: un micio non è un giocattolo, e se mentre dorme proviamo a accarezzarlo anche senza voler dargli fastidio, probabilmente un graffio o un morso arriveranno di sicuro.

Ecco perchè, per fare coccole e carezze al nostro micio, è sempre meglio aspettare che sia perfettamente sveglio, e essere molto delicato. I gatti hanno un carattere affettuoso, ma vogliono che si faccia tutto secondo i loro tempi.

Potrebbe interessarti anche: Perchè il gatto dorme sui nostri vestiti? Cosa lo attira tanto dei nostri abiti

Dove fare un pisolino in pace?

gatto ama dormire in alto
I gatti amano dormire nei luoghi più bizzarri della casa. (Foto AdobeStock)

Un gatto che si sente rilassato e cerca un luogo in cui riposare, troverà in casa molti punti che man mano inizierà a conoscere, fino ad averne anche alcuni preferiti.

Ma quando abbiamo un gatto appena arrivato in casa, o un micio timido, sarà utile aiutarlo a trovare il suo angolo per riposare, creando una “zona notte” tutta sua.

Ad esempio, una fantastica scatola di cartone: come in tanti altri casi, il vero habitat perfetto per i gatti. Cerchiamo una scatola un po’ più grande del nostro micio, e giriamola da un lato.

Lasciamo la parte superiore e un lembo chiusi, così che il nostro gatto ci entrerà dentro e, quando vuole una privacy totale, può chiudere anche l’altro lembo. E ricordiamo che quando è dentro la scatola, ha appeso un cartello “non disturbare” invisibile.

Anche il cesto della biancheria può essere una buona camera da letto per felini. Possiamo lasciarla in un angolo tranquillo della casa, e i nostri vestiti saranno perfetti come biancheria. Lo sappiamo che i mici amano dormirci sopra!

I gatti molto timidi potrebbero anche seppellirsi tra i vestiti e la biancheria, magari coprendosi con un indumento, così da abituarsi un po’ al nostro odore. Cosa che può aiutarci a stabilire un legame.

Un armadio, magari con una mensola se possibile, può essere ottimo per un buon pisolino. Basterà lasciare aperta una porta, e il micio ci entrerà a suo piacimento.

Un luogo sicuro per il nostro gatto, in cui i suoi nemici non possono raggiungerlo. Ecco perché i gatti randagi amano dormire in alto, su tetti e tettoie delle nostre case.

Se abbiamo una mensola nel nostro armadio guardaroba, il micio adorerà arrampicarcisi sopra per dormire. Importantissimo però è che ci sia sempre un facile accesso, sia in entrata che in uscita. Nel caso, potrebbe andar bene anche una libreria.

F. B.