Home Gatti Salute dei Gatti Razze di gatti con meno problemi di salute: origini e caratteristiche

Razze di gatti con meno problemi di salute: origini e caratteristiche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:22
CONDIVIDI

Le razze di gatti con meno problemi di salute: vediamo quali le caratteristiche di questi magnifici esemplari di sana e robusta costituzione.

razze di gatto
Razze di gatto.(Foto Adobe Stock)

Esistono determinate razze di gatti con meno problemi di salute, con questo non vogliamo dire che ci sono gatti maggiormente soggetti a malattie, ma che per costituzione quelle che andremo a trattare risultano essere più robusti e resistenti.

Le razze di gatti con meno problemi di salute

razze di gatti più amate
Razze di gatto con meno problemi di salute.(Foto Adobe Stock)

Le razze di gatto con meno problemi di salute sicuramente sono influenzate dal fattore di una storicità famigliare e dalla grande diversità genetica. In questo articolo andremo a trattare le principali razze che godono, per la maggior parte del tempo della loro vita, di buona salute.

Mentre a causa delle scarse pratiche di allevamento, alcune razze sono inclini a certi problemi di salute genetica. Questo non significa che ogni gatto di quella razza svilupperà queste malattie; significa solo che sono più esposti al rischio. Di seguito la descrizione di alcune di queste razze di gatti con meno problemi di salute.

American Wirehair

American Wirehair.(Foto Pixabay)
American Wirehair.(Foto Pixabay)

L’American Wirehair è un gatto di origine americana, la sua principale caratteristica distintiva è il suo pelo fine, ruvido e riccio. Come d’altronde i suoi baffi sono ricci, esteticamente molto apprezzati, così come i peli sulle orecchie.

È un gatto che ama l’avventura e che non esita a passare ore all’esterno. Ma questo non deve spaventarci, questa razza è nota per avere una salute di ferro, molto resistente. Questa felino richiede poca cura per rimanere felice e in salute.

Bisognerà spazzolarlo una volta alla settimana o almeno una volta ogni 10 giorni. Ricorda che nelle stagioni di muta, primavera e autunno, occorrerà farlo ogni giorno per prevenire le allergie cutanee. Anche le orecchie tendono a diventare unte, quindi sarà necessario pulirle una volta a settimana. In questo modo, si eviterà l’accumulo di germi e parassiti pericolosi che potrebbero scatenare infezioni.

Maine Coon

Maine Coon
Maine Coon

Fra le razze di gatto con meno problemi di salute c’è il Maine Coon è considerato l’unica razza di gatto a pelo lungo originario degli Stati Uniti. Questo gatto è famoso per essere uno dei più grandi del mondo quando si tratta di gatti domestici.

Il Maine Coon è un gatto potente, robusto e molto forte, è un animale domestico eccezionale grazie al suo carattere dolce e amichevole. È per natura un gatto socievole e giocoso, che con poco sforzo andrà d’accordo con le persone di qualsiasi età e anche con altre specie di animali.

Ama restare molto tempo all’esterno anche nelle giornate uggiose, ma il suo pelo è impermeabile e gli permette di restare numerose ore all’aria aperta a cacciare o a giocare senza il rischio che si ammali.

Sarà necessario spazzolarlo frequentemente, se possibile una volta al giorno, ma sempre almeno tre o quattro volte alla settimana. Questa razza di solito ama fare il bagno e giocare in acqua, il che è un vantaggio nel mantenere l’igiene dell’animale.

Gatto Thaï

gatto thai
Gatto thai.(Foto Adobe Stock)

Il gatto thai è fra le razze di gatto più antiche conosciute. Rappresenta la morfologia tradizionale del gatto siamese. Di origine asiatica, ma non è stato possibile individuare la specie selvatica da cui discende. Possiede un caratteristico mantello sfumato in chiaroscuro, aderente al corpo, setoso e morbido.

Di carattere socievole, espansivo e chiacchierone, intelligente e vivace, amante della compagnia e delle coccole, cerca spesso il contatto fisico. Dato il suo pelo corto e le sue origini quasi equatoriali, soffre le basse temperature, perciò gradisce molto avere a sua disposizione una cuccetta tiepida e pulita, ma ‘si adatta’ benissimo a riposare su letti e divani.

Richiede molte attenzioni ma non necessita di cure particolari e non si ammala facilmente. Appartenendo a un’antica razza naturale, che non ha subito pesanti interventi selettivi, è forte, sano e decisamente longevo.

Bengala

 

Fra le razze di gatto con meno problemi di salute c’è il gatto del bengala è un ibrido, questo significa che è il risultato dell’incrocio tra un gatto domestico e un gatto leopardo. Ha un corpo robusto e muscoloso, una pelle liscia e un motivo a strisce con forme molto caratteristiche.

I colori vanno dall’ocra, all’arancio, alla crema, al giallo e alle sue macchie, chiamate anche “rosette” di toni marroni e scuri. Il suo carattere vivace, giocoso e curioso, addirittura dell’acqua. È un gatto atipico adora l’acqua. Il Bengala non è solo un gatto che si ammala poco, ma è anche uno dei gatti “ipoallergenici”.

L’ideale, per chi ama i gatti ma ne è allergico al pelo. Il bengalese non ha quasi bisogno di cure per mantenere il suo aspetto in perfette condizioni, gode di una buona salute. Bisognerà avere cura esclusivamente delle orecchie, dovrebbero essere pulite più frequentemente, in quanto il bengalese produce più cerume rispetto ad altri gatti.

Europeo

rubano gatto casa
Rubano in una casa e portano via il gatto ma mesi dopo accade l’inaspettato (Foto da Wikipedia)

Il gatto comune europeo è anche noto come “gatto romano” poiché in quel momento si diffuse in tutta Europa. È una razza forte e robusta, fa parte delle rare razze naturali, ovvero che non ha subito incroci nel corso del tempo.

Questo gli conferisce una salute robusta e gli evita una predisposizione alle malattie genetiche. Non richiede cure eccessive per mantenersi in forma, può raggiungere i 15 anni, bisognerà spazzolarlo una volta alla settimana usando spazzole per gatti a pelo corto.

Proprio il pelo è ciò che lo caratterizza di più: corto, morbido, fine e lucido. È un gatto molto intelligente con una grande capacità di apprendimento anche se a volte sa essere molto testardo. Cerca l’affetto del suo proprietario, anche se può essere ostile con le persone che non conosce.

Ragamuffin

Ragamuffin
Ragamuffin.(Foto Adobe Stock)

Le origini del Ragamuffin sono un po’ incerte, è un gatto robusto con peli più corti e più spessi di quelli del Ragdoll e con una varietà di colori e motivi. Possiede un carattere abbastanza docile e affettuoso, ha caratteristiche più simile ad un cane che ad un gatto.

È molto socievole e amichevole anche con gli estranei. È una razza molto piccola, ma ama ancora arrampicare e giocare, motivo per cui dovresti avere a disposizione un ampio spazio interno perché non ama avventurarsi troppo all’esterno e quindi non rischia di ammalarsi con malattie che circolano fuori.

Richiede solo una regolare spazzolatura, circa 2-3 volte a settimana usando un lungo pettine a punta di metallo. Anche i denti, le orecchie e gli occhi devono essere disinfettati ogni settimana.

Certosino

Certosino
Due gatti certosini

Il certosino è un gatto di cui le origini non sono del tutto chiare. Secondo alcuni potrebbe derivare dai monaci Certosini, i quali erano soliti allevarli. Altri ritengono che il nome sia associato alla lana di Certosina, di cui il mantello del gatto sembra richiamare molte caratteristiche, tanto che spesso i commercianti le scambiavano.

Infatti questo gatto possiede un pelo molto soffice e di colore grigio, a contrasto con il color rame degli occhi. Il gatto certosino ama le coccole e stare a contatto fisico con il proprio proprietario, è definito gatto-cane” per il legame speciale che stabilisce con gli esseri umani.

Si adatta molto alla vita da appartamento essendo di indole calma, grazie alla quale si approccia bene anche agli altri animali presenti in casa. Generalmente è una razza che gode di ottima salute. Non necessita di attenzioni specifiche e non è colpito da nessuna malattia genetica. Unghie, occhi e orecchie vanno puliti e controllati periodicamente

Manx

Il gatto Puh ©Getty
Manx

Il Manx è il gatto dell’Isola di Man, possiede un corpo muscoloso, la testa è rotonda, occhi grandi e tondi ed un pelo alquanto folto che può presentare diverse colorazioni e disegni. Una particolarità di questo gatto è la coda.

Ma nonostante l’assenza di coda, il Manx è un gatto potente e agile, il suo posteriore possente e pronunciato lo aiuta a mantenere l’equilibrio sopperendo alla mancanza del naturale contrappeso fornito dalla coda.

È un gatto estremamente intelligente, amorevole e giocherellone, molto legato alla famiglia. Non ama la solitudine, al contrario degli altri gatti, ma anzi, ama la compagnia. Grazie alla sua salute robusta e al fatto che impiega più tempo a raggiungere la maturità rispetto agli altri gatti, non è raro che arrivi ai 20 anni di vita.

Siberiano

A quale gatto assomigli
Il siberiano (Foto Unsplash)

Il Siberiano nasce probabilmente dall’incrocio di gatti locali con i gatti portati da alcuni coloni nella Russia Siberiana, nel corso del sedicesimo secolo. In Russia, invece, il gatto siberiano è il gatto nazionale. Infatti date le sue origini si è dovuto adattare al clima rigido irrobustendo la sua folta pelliccia.

Inoltre possiede un corpo molto muscoloso, ma comunque agile. Il mantello è idrorepellente e il pelo è semi-lungo per tutto l’anno. Il colore va dal classico rosso tigrato al nero, ad eccezione del lilac, cioccolato, cinnamon e fawn.

I gatti siberiani a colorazione “colorpoint” a motivo siamese, cioè con le estremità più scure del corpo. Una particolarità di questa razza consiste nella sua totale o quasi incapacità di produzione della proteina Fel D1. Caratterialmente è molto attivo, giocherellone è l’ideale nelle famiglie con bambini.

È un gatto molto resistente, grazie ai suoi antenati che sono riusciti a sopravvivere alle condizioni di vita estreme del grande nord. Non ha bisogno di cure particolari. Infatti non necessita di essere spazzolato se non una volta a settimana, per il resto provvede da sé alla sua pulizia.

Potrebbero interessarti anche:

Raffaella Lauretta