Home Non solo Cani e Gatti Pulire la gabbia del topolino domestico: come farlo in modo semplice

Pulire la gabbia del topolino domestico: come farlo in modo semplice

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:01
CONDIVIDI

Come tutti gli animali domestici, anche il topo ha bisogno di igiene e cure attente. Ecco una pratica guida per pulire la gabbia del topolino domestico.

Pulire la gabbia del topolino domestico
Pulire la gabbia del topolino domestico (Foto AdobeStock)

Se sentiamo eventuali odori provenienti dalla gabbia dei nostri topi domestici, significa che abbiamo aspettato troppo a lungo per pulirla. Immaginiamo che qualunque cosa noi riusciamo a sentire è 100 volte più forte (e più dannosa) per i nostri animaletti. Il senso dell’olfatto dei ratti è così raffinato da poter rilevare il profumo delle mine terrestri e della tubercolosi. Non solo, ma i ratti possono annusare in stereofonia! Quindi, è facile capire che pulire la gabbia del nostro topolino domestico è fondamentale per farlo vivere in salute e felice. Ma ecco come farlo, in modo corretto e semplice.

Potrebbe interessarti anche: Topolini domestici: tutte le varietà in commercio e le caratteristiche

La necessità di pulire la gabbia

il topolino può mangiare cibo per gatti
L’igiene è fondamentale per la salute dei topi domestici. (Foto AdobeStock)

Se le feci non vengono eliminate quotidianamente, la conseguente crescita batterica può essere dannosa se inalata o ingerita dal nostro topolino. L’accumulo di urina, nel tempo, produce fumi di ammoniaca che possono scatenare malattie respiratorie negli animali.

Qualsiasi lettiera, sabbietta o tessuto umidi possono ospitare la crescita di funghi. Sarebbe raccomandato (ed è vivamente consigliato da tutti quelli che ci sono passati prima) di addestrare i nostri topi ad usare la lettiera. L’uso di lettiere rende molto più facile mantenere la loro gabbia in condizioni perfette.

Pulire la gabbia del nostro topolino e mantenendola pulita, aiuteremo il nostro animaletto domestico a vivere una vita più lunga e più sana. Malattie come il micoplasma, e parassiti come gli acari possono essere prevenuti (o almeno ridotti), con una pulizia regolare dell’ambiente in cui vive.

Routine di pulizia

Giocare con il topolino domestico: come addestrarlo
Abituiamoci a pulire ogni giorno e ogni settimana. (Foto AdobeStock)

Le abitudini che dobbiamo prendere per tenere pulita la gabbia del nostro topolino sono di due tipi: quotidiane e settimanali. Vediamo i passaggi di ognuna di loro.

Quotidiana

  • Sostituire tutta la lettiera ed i bisognini sporchi con lettiera e sabbia fresca.
  • Oltre a un’ispezione visiva, eseguiamo un test olfattivo per tutti gli articoli in tessuto. Un test olfattivo è proprio quello che sembra: mettiamo il ​​naso vicino al panno e se ha un odore diverso da quello che ha uno fresco, rimuoviamolo e sostituiamolo.
  • Svuotiamo le bottiglie d’acqua, e riempiamole con acqua dolce.
  • Rimuovere eventuali alimenti non consumati.

Settimanale

  • Puliamo la stanza in cui si trova la gabbia dei topolini.
  • Durante le pulizie, quando spazzoliamo, e spolveriamo, posizioniamo una copertura sopra la gabbia, in modo che la polvere non penetri all’interno.
  • Se la stanza ha moquette o un tappeto, posizioniamo i topi nel loro trasportino da viaggio e portiamoli in un’altra stanza, in modo che i rumori forti dell’aspirapolvere non li disturbino.
  • Puliamo accuratamente tutte le bottiglie d’acqua usando una spazzola per bottiglie ed un detergente per piatti. Risciacquiamo a fondo. Le bottiglie d’acqua e tubi per bere possono anche essere posizionati nel cestello superiore della lavastoviglie per una “doppia pulizia” (assicuriamoci che i modelli che abbiamo siano adatti alla lavastoviglie, in ogni caso). Ancora una volta, assicuriamoci di risciacquare completamente anche dopo averli lavati in lavastoviglie.
  • Svuotiamo, laviamo e disinfettiamo l’intera gabbia.

Come pulire e disinfettare

Curiosità sul topo che ogni padrone (o futuro padrone) deve conoscere
Una gabbia pulita significa un topolino felice e in salute. (Foto AdobeStock)

Ci occorrono questi articoli e prodotti:

  • Spazzole (dimensioni assortite), spazzolini da denti per le aree più piccole.
  • Due flaconi spray vuoti. Riempiamoli con:
  • Detersivo per piatti (diluito con acqua) in uno
  • Disinfettante  con biossido di cloro stabilizzato (diluito con acqua) nell’altro. Attenzione ad usare un prodotto anti batteri, virus e funghi, ma che non sia tossico come candeggina o ammoniaca. Ce ne sono di così sicuri, che vengono usati da molti proprietari di uccelli per disinfettare le gabbie dei loro pennuti. Quelli sono perfetti.
  • Asciugamani da bagno per asciugare.

Per i tessuti da lavare in lavatrice:

  • Detersivo per bucato (non profumato e ipoallergenico).
  • Aceto bianco (aggiungiamone una tazza alla lavatrice, per aiutare a eliminare gli odori).

Preparazione

Prendiamo tutto dalla gabbia, compresi i topi e portiamo tutto fuori. Mettiamo i topolini in un trasportino di viaggio. Un buon tipo da utilizzare è quello progettato per i gatti, che funziona perfettamente anche per i topi. Puliamo oggetti in plastica rigida come accessori, altri tipi di nascondigli e giocattoli nello stesso modo in cui puliamo e disinfettiamo la gabbia.

Usiamo un detergente per bucato non profumato e ipoallergenico nella lavatrice per pulire tutti gli articoli in tessuto. Aggiungiamo una tazza di aceto bianco distillato al nostro bucato, che aiuterà a eliminare gli odori residui di urina. Gettiamo via tutto ciò che non può essere pulito, come scatole di cartone o oggetti in legno.

Decidiamo dove vogliamo pulire la gabbia del topolino: il posto migliore è all’aperto. Se questa non è un’opzione per noi, le gabbie di dimensioni medio-piccole possono essere facilmente pulite in una vasca da bagno o in una doccia. 

Se abbiamo una gabbia più grande e non possiamo a pulirla all’aperto, possiamo comunque pulirla nella stanza in cui si trova. Posizioniamo un grande telo di plastica sotto e intorno alla gabbia, per evitare di far cadere acqua sul pavimento. Per sciacquare, utilizziamo stracci o salviette imbevute in un secchio, o una grande ciotola di acqua pulita.

Potrebbe interessarti anche: Giocare con il topolino domestico: come addestrarlo a divertirsi con noi

Procediamo per step

topo test
I vari passaggi per pulire correttamente la gabbietta. (Foto AdobeStock)

Step 1: Pulire.

Spruzzare l’intera gabbia usando il flacone spray riempito con detersivo per piatti diluito con acqua. Usiamo le spazzole per strofinare in ogni direzione per sciogliere e liberarci da sporco e rifiuti. Iniziamo dalla parte superiore della gabbia e scendiamo, in modo da non far cadere lo sporco su un’area che hai già pulito. 

È molto importante eliminare tutte le particelle di sporco prima di utilizzare il disinfettante. Se usiamo prima il detergente per eliminare tutto lo sporco, il disinfettante non sarà efficace sulle superfici effettive della gabbia. Se la nostra gabbia ha un vassoio inferiore, ricordiamo di spruzzare e strofinare pure quello.

Step 2: Risciacquare.

Risciacquiamo accuratamente il detergente. Se riusciamo a pulire la gabbia all’aperto, un tubo da giardino funziona perfettamente per il risciacquo. Se stiamo pulendo la gabbia al chiuso, apriamo la doccia per risciacquarla. Un soffione staccabile con un tubo è molto utile.

Step 3: Disinfettare.

Spruzziamo il disinfettante su tutte le superfici compreso il vassoio inferiore, e lasciamolo agire per almeno 10 minuti.

Step 4: Risciacquare.

Risciacquiamo accuratamente tutte le superfici.

Step 5: Asciugare.

Con un asciugamano asciutto, procediamo. Se stiamo pulendo la gabbia all’esterno (e se è una giornata calda e soleggiata), possiamo lasciare la gabbia al sole per circa un’ora dopo aver usato l’asciugamano. Per maggiore accuratezza, possiamo usare gli stessi metodi sopra per pulire le pareti che circondano la gabbia dei topi.

È tempo di ridecorare! 

Una volta che la gabbia è tornata nella sua posizione normale, riempiamola con nuove scatole, biancheria, lettini e amache appena lavate e lettiere pulite. Non resta che riportare i nostro topolini a casa loro. Ameranno esplorare la “nuova” casa, con tutti gli accessori ridecorati!

F. B.