Home Cani Alimentazione Cani Alimentazione olistica per cani: cosa è e a cosa serve

Alimentazione olistica per cani: cosa è e a cosa serve

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:16
CONDIVIDI

Il cibo per animali è in continua evoluzione: quali sono i benefici di un’alimentazione olistica per cani? Tutto quello che c’è da sapere.

Alimentazione olistica per cani
Alimentazione olistica: come si struttura e a cosa serve (Foto iStock)

Stanchi delle solite crocchette per i nostri amici a quattro zampe? Ricerche in materia di nutrizione hanno dato via libera all’uso di prodotti industriali appositamente studiati, ma anche biologici ed olistici. E’ ovvio avere qualche dubbio a riguardo: l’articolo vuole appunto dare qualche informazione in più su questo tipo di dieta. L’importante è che sia sempre sana e bilanciata, ma soprattutto adatta alle sue esigenze nutritive, e per questo l’alimentazione olistica sembra fatta apposta per le sue esigenze.

Alimentazione olistica: origine e obiettivi

Partendo dall’etimologia della parola, noteremo che ‘olistico’ deriva dal greco όλος, ovvero ‘totalità’. Nata agli inizi degli anni ’90, l’alimentazione olistica si pone un unico obiettivo: il benessere totale dell’organismo e della mente, una sorta di perfetto equilibrio psico-fisico che si raggiunge attraverso gli alimenti giusti. Il benessere si ottiene agendo sulla parte malata o debilitata, che viene curata in modo naturale. Se l’organismo smette di funzionare correttamente allora si avrà uno squilibrio, che genera il primo sintomo.

L’alimentazione olistica agisce ripristinando le normali funzioni del corpo e lo rimette in sesto. Per i cani, esattamente come per gli umani, vi sono dei prodotti alimentari specifici per le sue esigenze che, oltre ad essere buoni, sono anche molto leggeri e digeribili. Naturalmente i prodotti vanno scelti in base alle esigenze e alla fase di vita del nostro Fido. Inoltre stimola la flora batterica buona: ciò significa che quella negativa avrà difficoltà a riprodursi, e favorisce il buon funzionamento del sistema immunitario. Anche il pelo sembrerà più sano, soffice e lucido (scopri qui come curare il pelo del cane), mentre le feci saranno più consistenti e così anche il tono muscolare.

Una dieta olistica si pone dunque indirettamente l’obiettivo di prevenire e contrastare l’insorgenza di numerose malattie, ma in modo naturale. Secondo la filosofia olistica quindi il cibo non serve solo a dare nutrimento ma anche a migliorare lo stato di salute, dato che è stato dimostrato che una dieta poco sana e non equilibrata può far sorgere diverse patologie (si pensi ai tumori nel cane, problemi cardio-circolatori, obesità nel cane e diabete mellito).

Alimentazione olistica per cani: come è fatta

Alimentazione olistica per cani
Alimentazione olistica per cani: qualche consiglio in più (Foto Pixabay)

Inutile specificare forse che una dieta olistica si compone di alimenti naturali, selezionati e controllati scrupolosamente. Spesso i cibi sono arricchiti da aromi quali erbe officinali (carruba, finocchio, camomilla, calendula, menta, prezzemolo, semi di fieno greco, radice di cicoria, semi di fieno greco, radice di liquirizia) e frutti rossi (mirtillo, rosa canina e lampone): essi hanno un effetto antiossidante e antinfiammatorio.

E’ estremamente digeribile data l’assenza di soia, frumento, latticini o altri alimenti che potrebbero far scatenare allergie; tutti gli aromi usati per ‘impreziosire’ il pasto sono naturali e garantiscono una massima tollerabilità all’apparato digerente del cane.

Naturalmente, questo richiede una certa attenzione a cosa si mangia, perché è proprio l’interazione fra certe sostanze naturali ed il corpo a determinare l’effetto benefico sulla salute dell’individuo. D’altronde non è nuovo il concetto, dimostrato anche a livello scientifico, che gli errori dietetici siano in grado di provocare diverse patologie, prime tra tutti alcuni tumori, alterazioni cardiocircolatorie e disfunzioni metaboliche, si pensi al diabete ed all’obesità. La teoria olistica, quindi, ha una visione molto ottimistica dell’organismo, in quanto lo immagina in continua evoluzione per rigenerarsi e sanare gli eventuali squilibri ed alterazioni che si possono verificare nel corso del tempo.

Gli elementi principali dell’alimentazione olistica per cani

Alimentazione olistica per cani
Alimentazione olistica: quali sono gli alimenti scelti e perché (Foto iStock)

Di cosa si compone una dieta olistica e in che modo apporta benefici all’organismo del cane? Ecco una serie di elementi fondamentali di questa alimentazione e in che modo agiscono sul corpo.

  • Polpa di barbabietola: fonte primaria di fibre, evita i gonfiori e le fermentazioni intestinali. Favorisce lo sviluppo dei batteri buoni dell’intestino, che saranno più resistenti all’aggressione dei batteri patogeni, scongiurando episodi di diarrea.
  • Aloe vera: ha un effetto antinfiammatorio ed antinvecchiamento. Se accompagnata dall’assunzione di probiotici, ha un ottimo effetto sulla digestione, rinforza il sistema immunitario dell’apparato digerente e aiutano l’organismo a riprendersi in caso di stress fisico e psicologico come un viaggio (approfondisci qui: viaggiare con il cane), un trasloco (approfondisci qui: fare il trasloco col cane) o un intervento.
  • I conservanti: del tutto naturali come ad esempio la vitamina E, l’acido ascorbico o l’estratto di rosmarino.
  • Carne fresca: assicura alti livelli nutrizionali e proteici. Altrettanto importante è il metodo di cottura per fornire un alimento completo che segua il bioritmo naturale del cane. Non dimentichiamo che i cani si nutrivano inizialmente di carne cruda, come quella della dieta BARF, ma col tempo la loro dieta somiglia sempre più a quella del padrone. Tra le carni scelte (che provengono da allevamenti all’aperto) si annoverano: anatra, pollo (per le proteine e gli acidi Omega 6), maiale e agnello.
  • Pesce: spesso si tratta di salmone.
  • Sale: la sua assenza può creare problemi renali, ma l’eccedenza non è altrettanto buona. Ma nella dieta olistica si sceglie di usare il sale marino per le sue proprietà naturali.
  • Uova: fonte primaria di proteine e assoluta digeribilità.
  • Cereali: non contaminati da pesticidi e ad erbicidi. Non si tratta di grano, mais e soia, bensì si preferiscono riso e avena. Quest’ultima è fonte di vitamina E, rame, ferro e zinco. Risolve i problemi allo stomaco e riduce lo stress, e grazie alle sue fibre, combatte la stitichezza. Il riso invece, soprattutto quello integrale, apporta benefici grazie al magnesio, alla vitamina B, alle fibre e agli acidi grassi.
  • Verdura: vengono utilizzati pomodori (per le proprietà antiossidanti), patate (comprensive di buccia, per la vitamina B, i carboidrati e i sali minerali), carote (cotte al vapore, per le vitamine, il potassio e la tiamina) e piselli (per la vitamina C).
  • Frutta: la mela (per le fibre solubili, la vitamina C e Beta-Carotene), i mirtilli rossi (contro i batteri e le infezioni).

LEGGI ANCHE:

F.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI