Home Cani A cosa pensano i cani? Le risposte degli esperti

A cosa pensano i cani? Le risposte degli esperti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:37
CONDIVIDI

Vi siete mai chiesti a cosa pensa il vostro cane, magari mentre state giocando o mentre mangia? Gli esperti ci spiegano a cosa pensano realmente i cani.

a cosa pensano i cani
A cosa pensano i cani? Le risposte degli esperti (foto Pixabay)

È risaputo che i cani sono animali molto intelligenti, ma vi siete mai chiesti durante la giornata cosa accade nella loro testa? Magari quando fido decide di ascoltarvi oppure no, o quando decidono come affrontare un ostacolo o una conoscenza con un altro cane, cosa gli passa davvero per la testa?

Alcuni studi possono dare una risposta a queste domande. Vediamo allora qui di seguito i cani a cosa pensano durante le loro giornate.

A cosa pensano davvero i cani?

cane pensa
A cosa pensano davvero i cani? (foto Pixabay)

Innanzitutto bisogna riconoscere che i cani sono intelligenti e come tali possono anche pensare. Secondo uno scienziato del Michigan, i cani hanno un livello di conoscenza pari ad un bambino di 3-5 anni quindi sicuramente si rendono conto di tutto ciò che li circonda.

Di conseguenza il cervello del cane lavora molto e pensa anche tanto. Ecco alcuni studi di scienziati che dimostrano ciò che pensano i cani in situazioni precise.

Cosa pensano i cani quando vedono i padroni

Grazie ad uno studio, alcuni scienziati hanno potuto osservare che i cani quando pensano ai loro padroni sono felici. Infatti lasciando alcuni cani ad odorare il profumo del proprio padrone si sono resi conto che il loro ”centro di ricompensa” del cervello si è attiva.

Inoltre è stato dimostrato anche che i cervelli dei cani sono in sintonia con quelli dei loro padroni, per questo motivo sono bravi a consolarli.

I cani adorano i padroni almeno quanto il cibo

Insegnare al cane a non chiedere cibo
(Foto Unsplash)

Un neuroscienziato dell’università di Emory ha verificato tramite un esperimento se i cani amano di più il cibo o le coccole dei padroni.

In un’occasione è stato offerto un hot dog ai cani e in un’altra occasione invece gli sono state offerte delle coccole. Il dottore e i suoi specialisti hanno riscontrato che la maggior parte dei cani hanno risposto allo stesso modo ad entrambe le situazioni. Da ciò la conclusione che i cani vi amano almeno quanto il cibo.

I cervelli dei cani riconoscono le facce

Chi non è rimasto sorpreso dal fatto che il proprio cane o il cane di un amico al vostro arrivo vi riconosce? In parte potrebbe succedere perché fido riconosce il vostro odore, ma secondo uno studio, il cane potrebbe riconoscere anche il vostro viso.

Infatti il dottor Berns mostrando ai cani vari oggetti e facce, ha scoperto che il cervello dei nostri amici a quattro zampe riconosce le facce in modo molto naturale.

I cani possono essere altruisti

Alcuni scienziati hanno condotto un esperimento per vedere se i cani fossero altruisti. Hanno infatti diviso in due gabbie diverse due cani, in una c’era la leva che distribuiva il cibo nella gabbia dell’altro.

Hanno osservato che se i due cani si conoscevano, il cane con la leva era felice di offrire cibo all’amico. Mentre se i due non si conoscevano difficilmente il cane con la leva avrebbe offerto del cibo all’altro cane.

Il cane prova emozioni ma non si sente in colpa

cane pipi
Il cane prova emozioni ma non si sente in colpa

È risaputo che i cani provano emozioni come gioia, eccitazione, paura, rabbia, ma non sentono la colpa, la vergogna e l’orgoglio. Anche se potrebbe capitarvi di vedere fido con la testa abbassata e con la faccia triste quando lo punite per qualcosa di male che ha fatto, non significa che il cane si senta in colpa per ciò che ha fatto.

Infatti gli scienziati si sono accorti che sia i cani che hanno fatto realmente qualcosa di male, sia i cani che hanno solo l’aria di essersi comportati male, si comportano allo stesso modo cioè rannicchiandosi, senza però pensare al motivo della punizione.

Ciò dimostra che i cani non sentono il senso di colpa, ma collegano la punizione semplicemente solo a determinate situazioni.

Potrebbero interessarti anche i seguenti argomenti:

M.D.