Home Curiosita La lettiera dei gatti può essere una o ad ognuno la sua?

La lettiera dei gatti può essere una o ad ognuno la sua?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:45
CONDIVIDI

La lettiera dei gatti può essere una o ad ognuno la sua? Quante lettiere dobbiamo comprare se abbiamo più gatti in casa? Informazioni utili.

lettiera per gatto
Lettiere per gatti una o ad ognuno la sua?(Foto AdobeStock)

Chiunque condivide la vita con un gatto sa benissimo quanto questo animale sia particolare, abitudinario, territoriale e del tutto spiazzante. Il gatto può dare anche l’impressione di essere asociale, ma non è del tutto vero, semplicemente ha un sistema sociale diverso dal cane.

Questo perché non ha avuto lo stesso processo di selezione artificiale a cui è stato sottoposto il cane, né ha subito uno sviluppo specifico di razza per eseguire mansioni specifiche. Sono però in tanti gli amanti dei gatti a cui piace avere la casa piena di questi pelosetti, ma come bisogna comportarsi in merito agli oggetti propri dei gatti? La lettiera dei gatti può essere una o ad ognuno la sua? Nei prossimi paragrafi cercheremo di dare tutte le spiegazioni in merito a questo dubbio.

La lettiera dei gatti può essere una o ad ognuno la sua?

lettiera gatto adobestock
Lettiera per gatti (Foto AdobeStock)

Quando un gatto entra a far parte di una famiglia, spesso è accompagnato da pregiudizi caratteriali precedentemente accennati che nel giro di poche settimane vengono spazzati via dall’amore che questo animale è capace di trasmettere anche se in modo diverso dal cane.

Per questo motivo una volta adottato un gatto, subito si pensa a voler regalare una compagnia al proprio amico peloso, pensando sia un gesto amorevole nei suoi confronti e soprattutto semplice da fare. Prendere un altro gattino di sicuro è una gioia per i bambini e per tutta la famiglia ma per il gatto?

Questo è tutto da vedere, in quanto il felino è molto geloso e possessivo verso la sua famiglia e le sue cose, in particolare la lettiera. In questo articolo infatti tratteremo proprio l’argomento lettiere, la domanda che ci poniamo è proprio: “ La lettiera dei gatti può essere una o ad ognuno la sua?

Potrebbe interessarti anche:Il gatto fa pipì sui vestiti: perché lo fa e come farlo smettere

Tipi di lettiera

Esistono davvero tanti tipi di lettiera per il gatto e spesso ci troviamo a scegliere quella che più si adatta alle nostre esigenze dimenticando che è il gatto ad usarla e non noi. Infatti il risultato di questa scelta egoistica sono problemi di marcatura del gatto, bisogni fatti ovunque tranne che nella lettiera e il rischio di aumentare le probabilità che il gatto sviluppi infezioni delle vie urinarie.

Quindi cerchiamo di capire quali sono i tipi di lettiera esistenti e per cosa dobbiamo optare, ad esempio: lettiera aperta o chiusa. Questo caso è molto soggettivo, pensiamo solo che i gatti non amano molto quella chiusa, perché adora scavare e sotterrare i propri bisogni e osservare ciò che accade intorno a lui. Ciò non toglie che ci sono anche gatti più riservati che apprezzano la lettiera chiusa e sicuramente anche i padroni la apprezzano di più.

Ma quello che sicuramente fa felice un gatto è la comodità, perciò è sempre meglio prendere una lettiera grande e comoda a prescindere che sia chiusa o aperta. Proprio per questo senso di comodità e di spazio, per rispondere alla domanda: “La lettiera dei gatti può essere una?” Assolutamente no! Ad ogni gatto la sua.

Potrebbe interessarti anche:Il gatto fa pipì ovunque: cause e rimedi per farlo smettere

Tipi di sabbietta

Il gatto, in merito alla sabbietta ha le sue preferenze, cercare di capire che tipi di sabbietta preferisce ciascun gatto e usarla nella lettiera corrispondente. Come abbiamo potuto imparare, il gatto è un animale al quanto schizzinoso e tra le cose che il gatto odia c’è la puzza della lettiera, ragion per cui se ancora non sai quale prendere opta per sabbiette fini e senza odori o profumazioni. In alternativa le principali sono:

  • lettiera vegetale: si tratta di lettiere formate da legno, truciolato, pellet, terriccio o carta. Biodegradabili, assorbono parecchio, ma vanno cambiate più spesso;
  • lettiera agglomerante: composta da un tipo di argilla che a contatto con le urine forma una palla che è facile da rimuovere;
  • lettiera non agglomerante: anche questa di solito è formata da argilla o simili, solo che non forma palline, ma trattiene bene gli odori;
  • lettiera di cristalli di silicio: sono formate da cristalli con un alto poter assorbente;
  • lettiere antibatteriche: contengono sostanze per ridurre ulteriormente gli odori.
  • Lettiera autopulente: la lettiera autopulente merita un discorso a parte, in quanto è una soluzione innovativa che piace un po’ a tutti ma ha anche un costo notevole. Ciò che la rende ottima e utile è che può essere programmata fino a 4 pulizie al giorno anche per la pulizia subito dopo che il gatto l’ha usata.                                                                 In negozi specializzati è possibile trovarne diversi modelli, che hanno tutti lo stesso obiettivo ossia, pulire, togliere i bisogni e asciugare la sabbietta restante in modo che la lettiera sia pronta all’utilizzo successivo. Ma come abbiamo precedentemente accennato in merito al prezzo elevato di questa lettiera, in presenza di più gatti in casa è sempre meglio avere più lettiere di quelle normali e prendere la lettiera autopulente come extra.

Potrebbe interessarti anche:Mettere la lettiera del gatto in freezer: perché farlo è davvero utile

Raffaella Lauretta