Home Gatti Il gatto dorme nella lettiera: perché lo fa e come evitarlo

Il gatto dorme nella lettiera: perché lo fa e come evitarlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:21
CONDIVIDI

Il nostro micio riesce ad addormentarsi ovunque? Ecco perché il gatto dorme nella lettiera e quali sono i rischi per la sua salute.

Il gatto dorme nella lettiera
Il gatto dorme nella lettiera: tutti i motivi per cui lo fa (Foto AdobeStock)

E’ cosa risaputa che i gatti amano dormire: le ore di sonno di un micio all’interno della giornata talvolta sono così tante che potrebbero farci pensare che non stia bene. In realtà si tratta di una consuetudine molto diffusa tra i felini, esattamente come quella di leccarsi e pulirsi in continuazione il manto. Quindi il micio riesce ad addormentarsi ovunque, anche in posti assolutamente impensabili: pensiamo appunto ad un gatto che dorme nella lettiera. Quali sono tutte le cause e perché è meglio abituarlo a posti più ‘comodi’.

Potrebbe interessarti anche: Test: in che posizione dorme il tuo gatto? Scopri cosa vuole dirti

Il gatto dorme … sempre!

Micio
Micio che dorme (Foto Pixabay)

I gatti riescono a dormire dalle 16 alle 20 ore al giorno: questo perché in realtà fanno dei piccoli e brevi sonnellini, nei quali difficilmente riescono a rilassarsi completamente. Per gran parte del tempo hanno infatti un sonno agitato o, comunque, sembrano sempre ‘stare in allerta’ qualora dovessero notare qualche pericolo in agguato. E poi riescono a dormire ovunque, in ogni posto della casa, anche in quei posti che normalmente anche il più dormiglione tra gli umani scarterebbe!

Se però vediamo che il gatto dorme effettivamente troppo potrebbe avere un problema di salute: naturalmente bisogna fare caso ad una serie di altri fattori come ad esempio l’appetito, la regolarità delle funzioni fisiologiche etc. Potrebbero esserci alla base delle malattie anche piuttosto gravi, quindi chiediamo sempre il parere al nostro veterinario di fiducia.

Il gatto dorme nella lettiera: è così strano?

A parte il fatto stesso di dormire dove si rilasciano feci e urina, la cosa più assurda è che un gatto accetti di dormire proprio in un luogo che, normalmente, eviterebbe volentieri. Infatti stare nello sporco, anche se il suo, non è normale per lui. Talvolta può anche essere questione di abitudine: se infatti fin da cucciolo il gatto dorme nella lettiera è probabile che continui a farlo anche da adulto. Magari un gatto randagio, abituato alla strada e a dormire sull’asfalto, ama poggiarsi sulla sabbia perché gli ricorda il fondo duro e granuloso. In fondo la sabbia è fresca e potrebbe dargli quel piacevole refrigerio, quando ne ha bisogno. Bisogna però capire se questo comportamento però non nasconda dei problemi di salute, anche piuttosto gravi.

Potrebbe interessarti anche: Come dorme il gatto: quel che c’è da sapere sul sonnellino di Micio

Se il micio si addormenta nella lettiera: cause possibili

Il gatto dorme nella lettiera
Il gatto dorme nella lettiera: le cause da indagare (Foto Pixabay)

Assodato che il gatto potrebbe anche addormentarsi nella lettiera e, al contempo, godere di ottima salute, bisogna andare a fondo per scoprire se c’è qualche problema. Si tratta spesso di un disagio comportamentale che può nascondere motivi anche seri. Vediamo quali sono e quali sono i segnali da cogliere.

  • Gli piace: la risposta potrebbe essere più facile di quello che crediamo. Il micio potrebbe dormire nella lettiera perché gli piace farlo! Naturalmente anche il posto deve essere ‘invitante’, quindi sempre in ordine e pulita. Nessun gatto oserebbe restare in una lettiera sporca, tanto meno usarla per dormire.
  • Età: un gatto anziano non soffre solo di invecchiamento fisico ma anche di tipo cerebrale (Leggi qui: Esercizi per il gatto anziano: 6 modi per aiutare il tuo micio). Infatti quando un micio entra nella terza fase della sua vita si può assistere ad una regressione anche del comportamento, per un fenomeno noto come ‘depressione da involuzione’. Alcuni potrebbero fare ciò che facevano da piccoli, come ad esempio dormire nella lettiera.
  • Si sente al sicuro: quando il gatto dorme non riesce a rilassarsi completamente, ma alcuni posti possono tranquillizzarlo più di altri: uno di questi è sicuramente la lettiera. Notiamo il suo comportamento in generale: se è nervoso, appare stressato e fuori forma, cerchiamo di indagare sulle cause di questo suo disagio (Leggi qui: Fattori di stress nel gatto: 8 cose che non ti aspetti). Spesso infatti si tratta di un motivo esterno, un trauma, o comunque un avvenimento che il gatto non ha vissuto bene: pensiamo ad un trasloco oppure all’arrivo in casa di un neonato. Probabilmente il gatto si ‘rifugia’ nella lettiera perché sa che lì nessuno oserebbe avvicinarsi: quando si sente minacciato da un pericolo o dalla presenza che avverte ancora come estranea, cerca di occupare i suoi luoghi ‘sicuri’.
  • Sta male: se la ragione è di tipo medico dobbiamo andare a fondo e non fermarci alle apparenze! Infatti notiamo quante volte defeca al giorno e quante volte urina, se ha difficoltà nelle sue minzioni e se il colore delle stesse sembra diverso dal solito (Leggi qui: Feci del gatto: come devono essere e cosa ci dicono). Solo il parere del veterinario può aiutarci nella diagnosi: potrebbe trattarsi di diabete nel gatto, di insufficienza renale o calcoli renali. In caso di cistite è probabile che il gatto si rifugi nella lettiera per rinfrescare la zona intima: infatti la sabbia fresca è un sollievo per i suoi genitali. Anche se soffre di artrite potrebbe preferire luoghi più ‘a portata di mano’ per il suo riposino.
  • È incinta: se la gatta è ormai prossima al parto, potrebbe utilizzare la lettiera come nido per i suoi cuccioli (Leggi qui: Il parto della gatta: cosa fare prima e dopo). Infatti il luogo dove è posizionata la lettiera è solitamente molto tranquillo e al riparo rispetto al resto della casa (perché il micio non ama fare i suoi bisogni al centro dell’attenzione), quindi sarebbe ideale per mamma gatta e per la prole.
  • Difende il suo territorio: se il gatti si sente il ‘capo’ di casa, sentirà il dovere di proteggere il suo territorio e tutti coloro che lo occupano. Quindi avrà bisogno di un luogo che può utilizzare solo lui e al quale gli altri gatti della casa non devono avvicinarsi, la lettiera appunto. Soprattutto se in casa è arrivato un suo simile, un altro animale o un piccolo umano, il gatto tenderà a rimarcare la sua supremazia in quel territorio.

Potrebbe interessarti anche: Perché i gatti dormono vicino ai piedi del padrone?

Il gatto dorme nella lettiera: come intervenire

Micio
Micio disteso (Foto Pixabay)

Per quanto pulita ed igienizzata una lettiera è sempre un luogo per rilasciare i bisogni, quindi la possibilità che il micio possa contrarre malattie se ci sta troppo all’interno è alta. Una volta scoperta la causa della sua ‘affezione’ a questo luogo, cerchiamo di risolverla. Procuriamoci sempre lettiere sufficienti per tutti i gatti della casa e mettiamole in luoghi tranquilli, lontani dai rumori del traffico o altro tipo di disturbo.

Nel caso in cui un gatto vi fosse semplicemente ‘abituato’ bisogna distrarlo da questa malsana abitudine: procuriamoci scatole di cartone e mettiamole in luoghi altrettanto sicuri e tranquilli. Se poi capiamo che il problema può essere una patologia allora è importante consultare il veterinario e procedere subito a delle analisi più approfondite.

Francesca Ciardiello