Home Cani Salute dei Cani Il cane è aggressivo con i componenti della famiglia: cause e consigli

Il cane è aggressivo con i componenti della famiglia: cause e consigli

Il cane è aggressivo con i componenti della famiglia, una condizione pericolosa da risolvere. Vediamo in che modo aiutare Fido.

cane ringhia
(Foto AdobeStock)

Partiamo con il dire che non esistono razze più aggressive di altre ma semplicemente può succedere che alcuni cani un po’ per condizioni ambientali, qualcuno invece per trascorsi di vita, sviluppano un’aggressività che poco a che fare con la razza.

Una certa influenza invece sembra averla il sesso, in quanto i maschi non castrati tendono a mostrarsi più aggressivi in determinate occasioni.

Inoltre non è raro che possa capitare che il cane è aggressivo con i componenti della famiglia, con estranei o con i suoi simili per traumi che possono essersi verificati durante il percorso di vita.

Non è raro infatti che un cane che fino al giorno prima dell’adozione viveva in un canile possa mostrarsi aggressivo nei confronti della famiglia che lo ha accolto in casa.

Ciò non vuol dire che non possa esserci rimedio a questa sua aggressività. Con molta pazienza e tanto amore si potrà ottenere la fiducia e l’affetto del nostro cane, eliminando del tutto questo comportamento aggressivo da parte dell’animale.

Il cane è aggressivo: i motivi

cane aggressivo contro altri cani
(Foto Pixabay)

Il cane può essere aggressivo in diverse situazioni ad esempio nei confronti di animali come gatti, roditori o insetti, nei confronti di situazioni a lui sconosciute che gli fanno paura, ma la sua aggressività può anche essere scatenata dalla scarsa abitudine a stare in mezzo agli altri.

Una buona socializzazione vuol dire creare una migliore capacità di adattamento, con conseguente facilità nel creare relazioni sociali.

Tutto questo donerà equilibrio mentale, oltre al fatto che l’animale si abituerà a regolare la propria forza e anche il proprio morso quando è in fase di gioco.

Perciò risulta fondamentale dai 2 ai 4 mesi di vita del cane, abituarlo a stare con altri cani, persone e animali di specie differenti. Un’altra motivazione del perché il cane è aggressivo potrebbe essere dovuto agli spazi.

Un animale lasciato per troppo tempo chiuso in casa o peggio ancora in un piccolo spazio, non può che mostrare aggressività. Passeggiare, se non che correre e giocare libera lo stress accumulatosi nel cane.

Questo avviene poiché l’animale si distrae e inevitabilmente, si diverte e si stanca eliminando ogni forma di aggressività accumulatasi.

Potrebbe interessarti anche: Il cane morde i piedi del padrone: perché lo fa quando cammini

Il cane è aggressivo con i componenti della famiglia

come evitare che morda
.(Foto AdobeStock)

Può sembrare strano ma il problema del cane aggressivo con i componenti della famiglia è alquanto comune. L’aggressività verso il padrone viene generalmente definita come aggressività da dominanza (o di predominio).

Questo tipo di aggressività nasce dal tipo di rapporto gerarchico che di norma si instaura fra il cane e i componenti di una famiglia.

Un rapporto, da come si può capire, del tutto sbagliato, comportamenti non corretti da parte del proprietario che non è stato in grado di imporre la propria leadership.

Oltre all’aggressività da dominanza c’è anche quella da paura che si sviluppa verso le persone.

L’aggressività da paura si presenta anche in assenza di minacce apparenti, indipendentemente dal fatto che si sia verificato un evento che possa giustificare il suo comportamento.

Alcuni studi sostengono che questo tipo di paura è dovuta a fattori genetici ereditati, altri invece sostengono sia dovuta alla maturazione sociale e le modificazioni comportamentali nella crescita del cucciolo.

Ma può anche essere conseguenza di un’esperienza traumatica, dove il cane può sviluppare aggressività da paura ogni qual volta rivive un’esperienza simile al trauma. Un altro motivo per cui il cane è aggressivo è la gelosia.

L’aggressività da gelosia è fonte di stress e rabbia per il cane che potrebbe reagire con uno stato di nervosismo che lo potrebbe ad essere aggressivo verso chi lo circonda e quindi i componenti della famiglia.

Un ultimo motivo dell’aggressività del cane potrebbe essere la presenza di bambini in casa, che oltre a generare gelosia nel cane, potrebbero scatenare anche altri tipi di situazioni che possono far scattare l’aggressività nel nostro amico a quattro zampe.

Ad esempio errori di comunicazione ed esperienza sgradevoli accompagnate da atteggiamenti violenti anche inconsapevoli. Per poter risolvere questo problema è meglio rivolgersi ad un educatore cinofilo o uno specialista del comportamento del cane.

Potrebbe interessarti anche: L’educazione del cane in base al suo carattere

Come risolvere la problematica dell’aggressività del cane

Molto spesso si dà la responsabilità alla razza di appartenenza del cane. In molti sono a ritenere che alcune razze specifiche siano di indole più aggressiva ma nella realtà ciò non costituisce un elemento distintivo.

Alcuni studi, anzi, hanno stabilito che non influisce affatto. Per poter risolvere la problematica dell’aggressività nel cane, esistono diverse tecniche correttive che possono essere utili per poter calmare e di conseguenza addestrare il nostro amico a quattro zampe.

Per poter far ciò c’è bisogno di lavorare a livello psicologico e stabilire un approccio più sano, per poter quindi eliminare ogni possibile forma violenza.

Essere in grado di riconoscere le cause che scatenano aggressività nel cane è il primo passo, in quanto riduce il campo d’azione e ci permette di prevenire i possibili scatti dell’animale.

Infatti la soluzione più veloce ed efficace è proprio evitare le situazioni che provocano tensione e stress nel cane. Ma prima di tutto questo esistono le famose regole e ordini da rispettare.

Impartire una buona educazione al cane è alla base di tutto. Il cane necessita di poter riconoscere nel padrone il capobranco e di ricevere da lui gli ordini che conferiscono stabilità mentale all’animale, che non avrebbe se lasciato troppo libero.

Il cane deve essere sempre consapevole di ciò che può fare e ciò che non può fare, senza dover mai agire per istinto.

Per poter stabilire questo tipo di rapporto e far in modo che l’animale recepisca chi comanda, occorre trascorrere molto tempo insieme per insegnargli comandi ed esercizi atti a rafforzare la vostra autorità.

Un tipo esercizio è fare lunghe passeggiate al guinzaglio e impartire gli ordini più elementari come quelli di passeggiare a passo con il padrone.

Un altro esercizio molto utili a domare l’aggressività del cane è insegnargli a mollare la presa, utilizzando i giocattoli di gomma o stoffa. Occorrerà posizionare l’oggetto scelto davanti al muso del cane, aspettare che lo afferri con la bocca per poi impartirgli l’ordine di mollarlo.

Ad ordine eseguito premiarlo e ripetere più volte. L’animale con questo gesto del premio capirà che al suono della parola molla, verrà premiato con un biscotto e assocerà il mollare ad una cosa positiva.

Inoltre ricordate sempre che la violenza genera solo altra violenza e che ogni cane somiglia al suo padrone.

Raffaella Lauretta