Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo del Cane da pastore Olandese: dalla toelettatura al bagnetto

Cura del pelo del Cane da pastore Olandese: dalla toelettatura al bagnetto

Cura del pelo del Cane da pastore Olandese: tutto quello che è utile sapere dalla toelettatura al bagnetto di questa razza di cane versatile.

pastore olandese addestramento
(Foto AdobeStock)

La scelta di adottare una specifica razza di cane, molto spesso viene presa a cuor leggero.

Qualcuno sceglie valutando semplicemente l’aspetto estetico della razza altri invece l’attitudine della razza.

A prescindere da quale sia la ragione della scelta della razza, è importante sapere che ogni animale domestico ha bisogno di essere curato.

Nell’articolo di oggi, infatti, ci occuperemo della cura del pelo del Cane da pastore Olandese.

Tutte le informazioni necessarie che dovete conoscere, se avete intenzione di adottare un cane di questa razza.

Prendersi cura del pelo del Cane da pastore Olandese: tipo di pelo

Prendersi cura del pelo del Cane da pastore Olandese, naturalmente iniziando dalla conoscenza della tipologia di pelo.

pastore olandese poliziotto
(Foto AdobeStock)

Come ben tutti sappiamo, il cane cucciolo o adulto che sia necessita di particolari cure che riguardano il pelo e l’igiene del corpo.

In questo articolo ci occuperemo, quindi non solo della toelettatura ma anche dell’igiene totale del corpo Cane da pastore Olandese.

Prima, però di occuparci della parte che riguarda la toelettatura del Cane da pastore Olandese, occorre conoscere bene la tipologia di mantello della razza.

Il Cane da pastore Olandese, è una razza di cane di taglia media, con una corporatura ben proporzionata, muscolosa, agile e scattante. Misura circa 57-62 cm al garrese e pesa 23-30 kg.

Di questa versatile razza di cane, esistono ben tre varietà di pelo:

  • Pastore Olandese a pelo lungo: pelo ispido e ruvido, più lungo nella zona delle zampe e del collo. Dai colori bruni, con un effetto tigrato che si diffonde su tutto il corpo, coda compresa.
  • Pastore Olandese a pelo corto: pelo corto ed irsuto, soprattutto sul muso e sulle orecchie.
  • Pastore Olandese a pelo ruvido: pelo ruvido, lanoso e particolarmente fitto, di colore grigio, tendente al blu.

Fra le tre, la varietà che ha maggiore diffusione è quella a pelo corto e quella che necessita di maggiore cura, naturalmente è quella a pelo lungo ma è anche la meno divulgata.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione del Cane da pastore Olandese: dosi, frequenza, cibi

Spazzole adatte

Gli accessori necessari per spazzolare il Cane da pastore Olandese sono:

  • spazzola a filo: questo accessorio è ideale per i cani dal pelo medio-lungo, soggetti a nodi. Si tratta di una spazzola abbastanza dura e con fili metallici. Durante la spazzolatura, però, è importante fare attenzione per evitare di causare irritazioni;
  • guanto con piastra in gomma, che lo accarezza dolcemente e porta via i peli morti;
  • spazzola morbida per lucidare (le spazzole di setole sono consigliate per i cani che hanno il pelo corto).
  • rastrello per sottopelo: ottima in caso di cane a pelo corto. Dotato di denti molto stretti e vicini, in grado di arrivare al sottopelo e rimuovere non solo il manto in superficie, ma anche evitare le pulci nel cane.

La spazzolatura deve essere un momento di relax per cane e per padrone, per tale motivo dovrà essere una routine che deve avere inizio fin da cucciolo.

Prendete questo come un attimo di coccole e condivisione con il vostro cane. Procedete con calma per non danneggiare il manto dell’animale.

Potrebbe interessarti anche: Cane da pastore olandese: razza, caratteristiche, carattere e salute

Il bagnetto del Cane da pastore Olandese

Come per ogni essere vivente, l’igiene del corpo è fondamentale e questo vale anche per il vostro Cane da pastore Olandese.

due cuccioli di pastore olandese
(Foto AdobeStock)

Occuparsi dell’igiene del corpo del cane, vale a dire garantire uno stato di buona salute al vostro amico a quattro zampe.

Come infatti, si possono evitare molteplici patologie che possono causare danni al suo organismo.

L’igiene del corpo del cane consiste nella pulizia dei denti, utilizzando un apposito spazzolino e un dentifricio per cani.

Poi l’igiene delle orecchie, con un batuffolo di cotone o un panno umido, per pulire l’interno e rimuovere qualsiasi sporcizia in eccesso. La pulizia degli occhi sullo stile della pulizia delle orecchie.

Fino poi ad arrivare ad occuparsi del controllo dei cuscinetti delle zampe del cane (per assicurarvi che non ci siano rocce, spine o altri detriti incorporati in essi) e il taglio delle unghie del cane.

Tutto questo deve avvenire almeno due volte a settimana o laddove se ne colga la necessità.

Potrebbe interessarti anche: Malattie del Cane da pastore Olandese: patologie comuni nella razza

Per quanto riguarda il bagnetto del vostro Cane da pastore Olandese, solo dopo aver completato il primo ciclo di vaccinazioni (e possibilmente nel periodo della primavera o l’estate) sarà possibile effettuare il primo bagno completo al cucciolo.

Utilizzando, sempre prodotti specifici, come ad esempio shampoo all’avena e prodotti per l’igiene dei cani, soprattutto delicati per la pelle di Fido.

Ricordatevi di tenere sempre a portata di mano bocconcini per premiarlo del buon comportamento o comunque a fine lavaggio.