Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo del Cockapoo: dalla toelettatura al bagnetto della razza

Cura del pelo del Cockapoo: dalla toelettatura al bagnetto della razza

Cura del pelo del Cockapoo, tutto ciò che riguarda la toelettatura e l’igiene di questa razza di cane ibrida, dalle origini americane.

cockapoo
(Foto Pixabay)

Quando si decide di accogliere in casa un animale domestico, è opportuno tenere presente che cane, gatto, roditore che esso sia, necessita di adeguate cure e attenzioni.

Nell’articolo di oggi, ci occuperemo, in particolare della cura del pelo del Cockapoo e della sua igiene del corpo.

Due aspetti fondamentali, se si desidera avere accanto un animale di tutto rispetto, sano e bello da vedere.

Vediamo quali i consigli degli esperti per prendersi cura di questa razza di cane da compagnia, molto tenera e vivace.

Cura del pelo del Cura del pelo del Cockapoo: toelettatura

Il Cockapoo, è un cagnolino perfetto per i bambini, poiché adora giocare, passeggiare e correre.

accessori gatti
(Foto AdobeStock)

Si tratta di un fantastico esemplare di origini statunitensi, conosciuto anche con il nome Spoodle.

Una razza di cane mista, nata negli Stati Uniti dall’incrocio fra un Cocker Spaniel (Cocker Spaniel Americano o Cocker Spaniel Inglese) ed un barboncino.

Il Cockapoo è un cane di taglia medio-piccolo, dalla corporatura compatta. Misura tra i 23 e 46 cm per un peso che varia tra 5 e 9 kg, anche se non è così raro incontrare esemplari anche di 30 kg.

Possiede il cranio arrotondato e muso definito, gli occhi sono scuri, così come il tartufo; le orecchie sono lunghe e cadenti, le gambe dritte con zampe arrotondate e il petto sviluppato.

Ma la caratteristica principale di questa razza è il fantastico pelo morbido, ondulato, che può essere più o meno riccio o tendente al liscio.

A seconda di quello dei genitori; se prende dal Cocker, avrà un pelo liscio, se invece prende dal Barboncino, avrà un pelo che tende al riccio.

I vari mantelli del Cockapoo possono essere praticamente di ogni sfumatura: dal nero al beige, all’albicocca, dorato, castagno, fulvo, ogni sfumatura del marrone e può anche avere delle macchie su petto, zampe, orecchie, e sotto la coda.

Ma come possiamo prenderci cura del pelo del Cockapoo? La toelettatura del cane, di qualunque razza, è un’operazione necessaria sia dal punto di vista igienico-sanitario, sia dal punto di vista del benessere del cane.

Questo tipo di mantello, occorrerà spazzolarlo molto spesso, anche se tende a non perdere troppo pelo.

Proprio perché, il Cockapoo è per metà anche Barboncino, ha una muta quasi impercettibile e pur non potendo garantire che questo cane sia del tutto innocuo per le persone che soffrono di allergia, vale la pena tentare!

Spazzole adatte

Il Cockapoo è dotato di un mantello soggetto a grovigli e ad opacità del pelo, ragion per cui occorre tagliarlo regolarmente.

spazzola
(Foto AdobeStock)

Come accessori per la toelettatura del Cockapoo è meglio optare per:

  • spazzola;
  • pettine in metallo;
  • forbici per cani;
  • tagliaunghie o smerigliatrice per cani;
  • spray districante o condizionante;
  • shampoo delicato per cani.

Potrebbe interessarti anche: Come spazzolare il cane dal pelo riccio: i vari consigli

Il bagnetto

Gli esperti consigliano di effettuare il bagnetto al cucciolo dai 3 mesi di età, in su ed è sempre meglio iniziare nel periodo estivo.

Spazzolare accuratamente il Cockapoo prima di ogni bagno, in modo che acqua e sapone possano penetrare negli strati di pelliccia.

È importante l’utilizzo solo di prodotti specifici e delicati per cani, per non irritare la pelle e/o rovinare il pelo.

La frequenza con cui eseguire il bagnetto a questa razza dipende dal grado di sporco accumulato o in ogni caso cercare di rispettare la cadenza di una volta al mese.

Potrebbe interessarti anche: Razze di cani compatibili con il Cockapoo: caratteristiche e curiosità

L’igiene del Cockapoo

L’igiene del corpo del Cockapoo consiste nel lavare denti, pulire le orecchie, occhi e tagliare le unghie, come del resto vale per tutte le altre razze.

Ciò che però fa la differenza, è la cura con cui bisogna trattare in particolare le orecchie di questo cane.

Devono essere pulite regolarmente con soluzioni detergenti speciali, appositi tamponi di cotone, garze o un semplice tovagliolo, in modo da eliminate il cerume.

Quest’attenzione particolare è dovuta al fatto che il Cockapoo ha orecchie flaccide che possono essere inclini a sviluppare infezioni se non se ne ha abbastanza cura.

Anche i denti, necessitano di attenzioni, infatti è necessario spazzolare ogni due o tre settimane, con uno spazzolino specifico per cani.

La pulizia degli occhi, invece è quotidiana, basta un fazzolettino o una garza sterile, per eliminare lo sporco intorno ad essi.

Infine il taglio delle unghie del cane, un’operazione pericolosa per la quale è meglio rivolgersi agli addetti alla toelettatura o al veterinario.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Raffaella Lauretta