Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo del Coton de Tulear: dalla toelettatura al bagnetto

Cura del pelo del Coton de Tulear: dalla toelettatura al bagnetto

Cura del pelo del Coton de Tulear: tutto quello che è utile sapere dalla toelettatura al bagnetto di questa razza di cane del Madagascar.

coton de tulear
(Foto AdobeStock)

Vi siete innamorati di questa razza di cane ma non avete la minima idea di come avere cura del pelo del Coton de Tulear.

In questo articolo vi suggeriremo come occuparsi non solo della sua toelettatura ma anche dell’igiene totale del suo piccolo corpo.

Perciò, se avete appena deciso di adottare questa razza, è opportuno che abbiate delle dritte sulla tipologia di pelo e come poter dare le giuste attenzioni al vostro Coton de Tulear.

La cura del pelo del Coton de Tulear: tipo di pelo

Ogni razza di cane ha il suo caratteristico mantello ed è proprio il caso del Coton de Tulear.

cuton de tulear
(Foto AdobeStock)

Questa razza come caratteristica principale ha proprio il suo candido pelo.  

Un mantello che gli vale da seconda pelle, e che proprio nel caso del Coton de Tulear che proviene da terre calde come quella del Madagascar, in passato è stato fondamentale per regolare la temperatura corporea e proteggere la pelle dal sole cocente.

Per tutte queste ragioni, non ci resta che avere tanta cura del pelo del Coton de Tulear e soprattutto capire come e per quanto tempo occuparsene.

Il Coton de Tulear, sappiamo che è un cane di taglia piccola che arriva a pesare circa 6 kg, un corpo minuto ma muscoloso e allo stesso tempo agile.

Dotato di un pelo lungo circa 8-10 cm, sottile e leggermente ondulato con una consistenza simile al cotone. Il colore del mantello è bianco con qualche macchia gialla, sulle orecchie.

I cuccioli nascono tutti bianchi o con macchie gialle, marroni, ruggine o nere sulla testa, sulle orecchie e talvolta sul corpo.

Queste macchie scompaiono man mano che i cuccioli maturano, lasciando aree di colore che vanno dallo champagne chiaro al grigio o al grigio.

Il mantello, in effetti, diventa da adulto tra i 7 e i 15 mesi, in quel periodo occorre maggiore attenzione alla toelettatura.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione del Coton de Tulear: dosi, frequenza e alimenti

La spazzolatura e le spazzole adatte

Il mantello del Coton de Tulear non ha bisogno di particolari attenzioni, va però spazzolato tre o quattro volte a settimana con un’apposita spazzola a spilli, prestando particolare attenzione alle aree dietro le orecchie, le gambe e i gomiti.

È importante riuscire a stabilire una routine e una buona connessione con l’animale. Questo farà in modo che l’animale non si spaventi.

Il Coton de Tulear è una razza di cane che perde poco pelo, soprattutto in primavera e molto spesso gli esperti lo raccomandano per le persone che soffrono di allergie.

Inoltre è consigliato non tagliare il ciuffo e nemmeno il contorno degli occhi, perché la sua ricrescita potrebbe causare lesioni corneali nel cane, ragion per cui è meglio averlo lungo e semmai raccoglierlo con un elastico.

Per spazzolare il Coton de Tulear gli accessori per cani utili, sono:

  • cardatore, ovvero una spazzola con i dentini in ferro che strappa la parte morta, ripulendo velocemente la pelliccia;
  • guanto con piastra in gomma, che lo accarezza dolcemente e porta via i peli morti;
  • spazzola morbida per lucidare;
  • usare un balsamo spray durante la spazzolatura ridurrà al minimo la rottura.

Potrebbe interessarti anche: Razze di cani compatibili con il Coton de Tulear: i migliori amici

Il bagnetto del Coton de Tulear

Prima di arrivare al bagnetto, se lo sporco non è eccessivo è possibile utilizzare delle salviette igienizzati per animali, senza utilizzo di acqua.

Successivamente, quando arriverà il momento del bagno, ossia quando il cucciolo avrà terminato il giro delle vaccinazioni, occorrerà procurarsi dei prodotti specifici.

L’utilizzo di shampoo e balsamo per cani eviterà di danneggiare la salute della pelle e il pelo del vostro Coton de Tulear.

Il bagnetto si potrà eseguire mensilmente, con uno shampoo sbiancante per mantenerlo di quel bianco candido di cui la natura l’ha dotato.

Subito dopo il bagnetto, occorrerà tamponarlo con un panno inumidito e mai strofinarlo con un asciugamano che potrebbe dare origine ad annodamenti.

Oltre al bagnetto, bisognerà prendersi cura anche delle orecchie, degli occhi, della bocca e delle unghie del cane.

Per evitare lesioni e infezioni, è importante essere sempre scrupolosi e prudenti, durante la pulizia di orecchie e occhi. utilizzare sempre fazzolettini o garze sterili e cambiarlo ogni volta.

Una cattiva igiene del corpo del vostro Coton de Tulear, può compromettere la salute dell’animale, causando molteplici patologie ai danni dell’organismo del cane.

Anche la pulizia dei denti è fondamentale, con l’utilizzo di uno spazzolino e un dentifricio per cani (che si possono tranquillamente reperire nei negozi per la cura degli animali) è possibile avere sotto controllo le malattie della bocca, quali carie e gengivite nel cane.

In merito al taglio delle unghie del cane, il Coton de Tulear necessita di portarle corte, ragion per cui occorrerà rivolgersi ad esperti o al veterinario durante il controllo di routine.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.