Home Cani Salute dei Cani Problemi alla coda del cane: traumi e patologie comuni e come evitarli

Problemi alla coda del cane: traumi e patologie comuni e come evitarli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:54
CONDIVIDI

I problemi alla coda del cane possono essere molto fastidiosi per il nostro amico a 4 zampe e spesso si possono prevenire o curare in modo semplice ed efficace.

problemi coda cane
I problemi della coda nel cane (Foto Pixabay)

Chiunque abbia scelto di adottare un cane sa quanto la coda sia importante per il proprio amico a quattro zampe, in particolare come strumento di comunicazione per esprimere il proprio stato d’animo: tutti sanno che un cane che scondizola è felice, anche se ci sono tanti altri significati alle varie posizioni che la coda di Fido può assumere.

In alcuni casi, solitamente a seguito di eventi traumatici, il cane può subire dei problemi di vario genere alla coda: si tratta di un’evenienza non troppo comune ma comunque possibile, ma soprattutto di una parte del corpo un po’ complessa da medicare. Per questo motivo, è importante conoscere i possibili problemi alla coda del cane e come evitarli, risolverli o prevenirli.

Problemi alla coda del cane: 8 situazioni possibili

morsi coda cane
Lesioni e traumi della coda del cane (Foto Pixabay)

1. Morsi di altri cani

Quando porti il cane al parco o nell’area riservata ai cani, è assolutamente normale che tenda a interagire con altri suoi simili: a volte però, questi incontri allegri e festosi possono terminare in maniera piuttosto dolorosa, se l’altro cane decide di mordere il tuo cane magari proprio sulla coda.

A volte le ferite da morso di cane sulla coda non sono dovute a un’aggressione o a una lite, spesso semplicemente giocando possono capitare degli incidenti: questo problema causa delle lesioni o dei traumi che vanno sottoposti al controllo del veterinario. Inoltre, è importante disinfettare la ferita del cane a casa e seguire le indicazioni del medico su eventuali trattamenti farmacologici.

2. Infezioni cutanee

Che sia a causa di un’allergia o di un taglio o graffio nell’area interessata, le infezioni cutanee a volte si sviluppano proprio sulla coda del cane. Di solito, è il cane stesso a peggiorare le cose perché tende a mordersi la coda per provare a lenire il fastidio provocato dal prurito che solitamente le allergie canine provocano.

Il problema è che la coda è ricoperta da uno strato di pelle piuttosto sottile e, una volta che la ferita o il graffio sono aperti, è difficile che riescano a rimarginarsi in fretta: ciò rende più comuni le infezioni della pelle in questa zona del corpo del cane.

Per curare un’infezione cutanea alla coda si ricorre solitamente a un collare elisabettiano e a una cura di antibiotici per via orale: se il cane non vuole assumere i farmaci, esistono alcuni trucchi per aiutarti.

3. Distorsioni

Le distorsioni della coda sono solitamente causate da un utilizzo eccessivo dell’organo, infatti si riscontrano di frequente nei cani abituati a nuotare molto che usano la coda proprio per nuotare.

Tra i problemi della coda del cane, quello della distorsione si verifica solitamente a causa dell’affaticamento muscolare e dello stress di articolazioni e legamenti locali, che rendono la coda flaccida.

Il trattamento per curare una distorsione alla coda consiste solitamente nel riposo dall’attività fisica e nell’utilizzo di farmaci antinfiammatori da somministrare soltanto previa prescrizione del veterinario.

cane morde coda
Cane che si morde la coda (iStock Photo)

4. Lesioni da scodinzolio

Ci sono alcuni cani di indole particolarmente entusiasta che tendono a scodinzolare molto forte: questo comportamento che spesso suscita l’ilarità in chi osserva Fido può invece causare traumi e lesioni all’animale, che va a sbattere con la coda su mobili, pareti o altri oggetti.

Quando la coda sbatte spesso su un unico punto possono crearsi danni superficiali sulla pelle del cane, con ferite anche piccole ma che lesionano vasi sanguigni causando una forte perdita di sangue: una situazione che si verifica più spesso di quanto si possa immaginare e che spesso non può risolversi altrimenti che con un’amputazione parziale della coda del cane.

Se il tuo cane ha la tendenza a scodinzolare molto forte è utile spostare i mobili e gli oggetti pericolosi per evitare qualsiasi tipologia di incidente. Inoltre, è buona abitudine far fare molta attività fisica a questo tipo di cani, così da fargli bruciare più energia ed evitare che si agiti troppo a casa.

5. Danni ai nervi

Se il cane è coinvolto in un evento traumatico come ad esempio un incidente d’auto, è possibile che la coda resti danneggiata a livello nervoso. Per capire se la coda del cane ha subito danni ai nervi bisogna osservarla attentamente: in caso affermativo, sembrerà inerte e tenderà a non fare alcun tipo di movimento.

Oltre a conseguenze di eventi traumatici, i danni ai nervi alla coda sono un problema spesso derivante da alcune malattie degenerative come l’ernia al disco del cane in cui si esercita una pressione innaturale sul midollo spinale che fa perdere alla coda la capacità di muoversi.

In casi del genere è possibile tentare un trattamento a base di farmaci antinfiammatori e antidolorifici, terapia fisica e, nei casi particolarmente gravi, un intervento chirurgico.

6. Materia fecale bloccata

I cani con la coda arricciata come il Carlino possono presentare il problema della materia fecale bloccata dalla coda che si avvolge intorno all’ano: questa situazione causa problemi alla coda del cane nel momento in cui si sviluppano irritazioni o infezioni nell’area interessata.

Per prevenire il problema è importante occuparsi accuratamente della pulizia quotidiana del perineo, utilizzando salviettine per neonati almeno due volte al giorno. Può essere utile anche tenere il pelo corto nella zona, per evitare che contribuisca a intrappolare i residui di feci. Nei casi più gravi, si procede all’amputazione parziale della coda.

7. Fratture o lussazioni

Se la coda viene in qualche modo afferrata, calpestata o se resta chiusa in una porta è possibile che si verifichi una frattura o una lussazione: la coda, purtroppo, è praticamente impossibile da fasciare o ingessare e per questo motivo bisogna sperare che il cane guarisca spontaneamente con il tempo.

Qualora non dovesse risolversi, la frattura o lussazione della coda del cane è tra i problemi che richiedono un intervento chirurgico di amputazione parziale: in questo caso, la ferita chirurgica avrà bisogno di 10/14 giorni per guarire e bisognerà seguire tutte le indicazioni per prendersi cura dei punti di sutura nel cane.

8. Pulci

Se il cane viene infestato da pulci nella zona alla base della coda, è probabile che si ritrovi a fare i conti con dei problemi alla coda stessa: Fido, infatti, tenderà a mordere e leccare la zona a causa del prurito ed è probabile che questo causi un’irritazione. Per prevenire ed eliminare il problema, basta prendere le dovute precauzioni con i trattamenti antiparassitari più adatti.

Potrebbe interessarti anche:

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI