Home Cani Salute dei Cani Perchè non si dovrebbe tosare il cane d’estate: pro e contro

Perchè non si dovrebbe tosare il cane d’estate: pro e contro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:50
CONDIVIDI

Con il caldo, si cerca ogni modo per rinfrescare noi e i nostri amici animali. Ma tosare il cane d’estate ha lati negativi e tanti rischi. Perché non è il caso di farlo?

Perchè non si dovrebbe tosare il cane d'estate: pro e contro
Perchè non si dovrebbe tosare il cane d’estate? (Foto Pinterest)

Fa tanto caldo in estate, e se noi umani possiamo toglierci qualche strato di abiti di dosso, i nostri amici animali non posso fare lo stesso, a meno che non tagliamo loro il pelo. Molti padroni, infatti, decidono di tosare il cane d’estate ma in realtà questa pratica non è priva di rischi. Ormai, infatti, molti esperti (inclusi i toelettatori) sconsigliano di farlo per questioni puramente estetiche o di “sollievo dal caldo”. Scopriamo allora quali sono i pro e i contro di questa procedura, e come dare un po’ di fresco al nostro amico Fido in estate.

Troppo caldo? Via il pelo!

Padrone e cane felici insieme Facebook
Che caldo! Come trovare sollievo in estate? (Foto Facebook)

Il tempo è caldo ed appiccicoso in estate. I nostri amici animali, specie i cani di razze abituate a temperature più fredde e dal pelo più lungo e fitto preferirebbero di gran lunga che il termometro un bel po’ di tacche in meno. I cani, infatti, sentono effettivamente il caldo d’estate

Ma se stiamo pensando – come fanno tante persone in questo periodo – di radere il nostro Fido con l’intenzione di dargli un po’ di refrigerio… il consiglio è non farlo. E questa regola (o consiglio) non si applica solo alle razze super pelose come Samoiedi, Husky o Malamute, ma anche ad altre razze a doppio strato di pelo: le razze da pastore come Aussie Shepherds, Border Collies e Shelties, così come Golden Retriever, Terranova, Bovaro bernese e molti altri.

Informazioni sul doppio strato

Migliori parchi per il cane
I cani possono avere pelo a strato singolo o a doppio strato. (Foto Unsplash)

Le razze a doppio strato hanno due tipi di pelo per proteggerli dalle intemperie. I lunghi peli di guardia formano lo strato esterno e proteggono dalla neve o dal ghiaccio, e persino dall’acqua. Il sottopelo morbido si trova vicino alla pelle, e mantiene il cane caldo e asciutto. In inverno questo sottopelo può essere così spesso che potremmo avere difficoltà a trovare la pelle del nostro amico a quattro zampe.

In estate, il nostro cane dovrebbe naturalmente perdere la parte morbida del suo pelo, lo strato inferiore, così da restare con il solo strato di peli di guardia. Questo secondo strato serve a proteggere dalle scottature solari quando fa caldo, e isolare il nostro animaletto dal caldo. Senza il sottopelo, l’aria può circolare attraverso i peli di protezione, raffreddando la pelle.

Le razze con pelo a singolo strato hanno i peli che continuano a crescere, ma quelle con doppio strato hanno i peli che crescono fino ad una certa lunghezza e non crescono più di così.

Quindi possiamo radere una razza a rivestimento singolo e il suo pelo ricrescerà senza cambiarlo davvero. Ma questo non è vero per i cani a doppio strato: radere una razza a doppio strato può davvero rovinare il suo mantello.

La rasatura modifica la trama del mantello

Tosare il pelo del cane
Tosare il pelo del cane modifica il suo pelo. (Foto Unsplash)

Se radiamo un cane a doppio strato, probabilmente noteremo che i nuovi peli iniziano a crescere abbastanza rapidamente. Sfortunatamente, quello che succede è che il sottopelo cresce prima: quella peluria morbida e chiara che rimane vicino alla pelle e mantiene caldo il tuo cane. I peli di guardia crescono più lentamente, e inizieremo presto a vederli mescolati con il soffice sottopelo.

A questo punto probabilmente si noterà anche che la trama del nuovo doppio strato in arrivo non sembra la stessa di prima. Tende ad essere “appiccicosa” e simile al velcro. Il nostro cane entrerà dalle sue corse in cortile con foglie, semi, erba, ramoscelli e qualsiasi altra vita vegetale in cui passa, attaccata al suo mantello.

Questa combinazione di sottopelo morbido che cresce con i peli di protezione farà anche stare al caldo il cane in estate, perché il sottopelo fa da filtro in modo che l’aria non arrivi alla sua pelle, e così non ci sarà il naturale processo di raffreddamento. La trama del sottopelo assorbe anche i raggi del sole e contribuisce al surriscaldamento.

E in inverno, la nuova consistenza appiccicosa del suo pelo ricresciuto significa che il sottopelo avrà più probabilità di maturare, il che può causare irritazioni alla pelle come i cosiddetti “hot spots”.

Tosare il cane d’estate non lo tiene fresco

Perchè non si dovrebbe tosare il cane d'estate: pro e contro
Tosare il pelo del nostro Fido non lo terrà nemmeno al fresco! (Foto Pinterest)

In estate, normalmente nel cane dovrebbe staccarsi il sottopelo in modo naturale, lasciando solo i peli di protezione a isolare, e così che l’aria fresca arrivi vicino alla sua pelle. I peli di protezione servono anche a proteggere dalle scottature.

La pelle di molte razze a doppio rivestimento è di colore rosa pallido (le razze settentrionali soprattutto) e, proprio come succede a noi se siamo un po’ pallidi, sono più sensibili alle scottature solari. I peli di protezione riflettono i raggi del sole, per allontanarli e quindi evitare danni.

Quindi, se il nostro cane ha un doppio strato spesso di pelo e non ha perso il suo sottopelo, un’idea potrebbe sembrare: sbarazziamoci di tutto questo, così che possa restare fresco. Ma non lo farà. Prima di tutto, qualsiasi pelo sfocato rimanga dopo la rasatura eviterà che l’aria fresca arrivi alla pelle. Ma il mantello rasato lascia anche passare il sole fino ad arrivare alla pelle. Questo lo espone al pericolo di surriscaldamento, scottature solari e potenzialmente persino cancro della pelle.

Il modo migliore per aiutare un cane a doppio strato in estate a non avere troppo caldo, e restare fresco è un semplice bagno fatto da un professionista. Un toelettatore può fare il bagno a Fido, e poi soffiare via il sottopelo con dei potenti asciugatori.

Probabilmente utilizzerà anche uno strumento come un pettine stretto, per aiutare a rimuovere il mantello. Naturalmente possiamo anche usare i nostri strumenti per la toelettatura per spazzolare o pettinare il cane, e rimuovere il sottopelo. Ma può essere davvero un grande lavoro e il nostro toelettatore avrà l’attrezzatura giusta per svolgere il lavoro in modo più efficiente.

Facciamo solo attenzione alla comunicazione con il nostrotoelettatore, assicuriamoci che capisca che non abbiamo chiesto assolutamente di tosare il nostro cane. Parliamo con il toelettatore che lavorerà sul nostro cane e assicuriamoci che abbia esperienza con i cani a doppio rivestimento, e non creda nella rasatura!

Modi migliori per aiutare il cane a rimanere fresco

cani che sanno nuotare
Un bagno è una scelta migliore rispetto a tosare il cane d’estate (Foto Pixabay)

Quindi, una volta rimosso il sottopelo del cane, i peli di protezione possono svolgere il loro lavoro in modo naturale. Ma ci sono altre cose che possiamo fare in estate, per evitare che il cane si surriscaldi.

  • Portiamo dell’acqua con noi. È davvero una mossa intelligente portare con noi dell’acqua per il nostro cane, durante le passeggiate estive. È possibile acquistare bottiglie d’acqua per cani con un coperchio speciale che funge anche da bicchiere. Ci sono anche ciotole d’acqua portatili, che possiamo riempire da una normale bottiglia d’acqua o da una fontanella. Se vediamo che il nostro cane ansima pesantemente e la sua lingua si allarga, assicuriamoci di offrirgli dell’acqua.
  • Monitorare la sua attività. Alcuni cani che adorano giocare (al riporto, ad esempio) lo faranno tutto il giorno, senza rendersi conto che stanno diventando troppo caldi. Facciamo attenzione ai segni che ci fanno capire che Fido dovrebbe fermarsi per un drink e un po’ di riposo!
  • Facciamo bagnare il cane. Acquistiamo una piscina per bambini per il nostro cortile, in modo che il tuo cane possa rinfrescarsi. Oppure portiamolo in ambienti naturali dove può giocare in un fiume, torrente, stagno o lago, o scavare in una sponda fangosa per rinfrescarsi. Certo, si bagnerà e si sporcherà, ma potrà godersi ore di caldo senza surriscaldarsi (prima di fare il bagno al cane, prendiamo tutte le misure di sicurezza).
  • Raffreddamento da interni. L’aria condizionata e i ventilatori aiuteranno naturalmente il nostro cane a rimanere fresco in casa. Molti animali domestici sceglieranno di sdraiarsi su un pavimento di piastrelle fresco, invece che su un letto o un tappeto quando fa caldo – o addirittura proprio sotto l’aria condizionata!
  • Possiamo anche acquistare dei tappetini di raffreddamento per il nostro cane, che sono abbastanza efficaci. Quelli con gel sono belli e leggeri rispetto a quelli riempiti con acqua, ma facciamo attenzione se abbiamo un pelosetto che ama masticare, perché non vogliamo che ingoi il gel. È possibile acquistare giubbotti di raffreddamento per cani.

Potrebbe interessarti anche:

F. B.