Home Curiosita La ciotola giusta per il gatto: misure, materiale e consigli

La ciotola giusta per il gatto: misure, materiale e consigli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:29
CONDIVIDI

La ciotola giusta per il gatto: suggerimenti sulle misure, il materiale e la locazione. Vediamo quali i consigli degli esperti.

ciotola del gatto
Ciotola del gatto: misure e materiale.(Foto AdobeStock)

Il gatto è un animale che abbiamo imparato a conoscere nel tempo e abbiamo capito che a volte sa essere davvero tanto schizzinoso, un caratterino niente male e molto particolare. Il gatto è molto geloso delle sue cose a partire dalla lettiera fino alle ciotole della sua pappa ed è utile servirsi sempre delle stesse ciotole sia per l’acqua che per il cibo in modo che l’animale si abitui e riesca facilmente a riconoscerle.

Innanzitutto è fondamentale dire che bisogna disporre almeno di una ciotola per l’acqua ed una ciotola per il cibo e se si utilizza sia cibo secco sia cibo umido per il gatto è più opportuno disporre di una terza ciotola in modo da riservare ogni tipologia di cibo in una ciotola in particolare.

Ma la ciotola giusta per il gatto come deve essere? Scopriamo insieme le misure, il materiale e dove disporre la ciotola del nostro amico pelosetto.

La ciotola giusta per il gatto

gattino
Individuare la ciotola giusta per il gatto non è facile. (Foto AdobeStock)

Potrebbe sembrare un argomento banale e scontato ma individuare la ciotola giusta per il gatto non lo è per niente un argomento banale, in quanto si tratta del benessere e della salute del nostro animale domestico.

La ciotola in cui il gatto beve o mangia non può essere valutata solo in base ad una questione di estetica, non possiamo determinare la scelta di questo accessorio solo in base a ciò che ci attrae come colore, ma deve essere una valutazione obiettiva e ben ponderata. La ciotola giusta per il gatto deve avere adeguate misure e materiale idoneo, senza poi sottovalutare la pulizia e la posizione di essa stessa.

Potrebbe interessarti anche:Formiche nella ciotola del gatto: come tenerle lontane dal cibo

Misure della ciotola

Potrebbe sembrarti assurdo prendere una ciotola grande per un gatto che non ha grosse dimensioni, eppure le misure della ciotola contano tanto. Il gatto non ama che i suoi vibrisse tocchino il bordo della ciotola mentre mangiano o si abbeverano, ragion per cui necessitano di ciotole abbastanza larghe con un bordo basso, così da non interferire con i baffoni del tuo migliore amico. Davanti alla scelta della ciotola migliore per il gatto è molto importante tenere conto anche di forma e dimensioni.

Potrebbe interessarti anche:Baffi dei gatti: ecco a cosa servono e perché non bisogna tagliarli

Materiale della ciotola

In merito alla scelta del materiale, non lasciamoci catturare dall’estetica in quanto questa scelta riguarda il momento del pasto che per il gatto è molto importante ed ogni cosa deve essere perfetta: dalla ciotola, al suo contenuto, passando per il posto in cui essa è collocata.

Perciò il materiale di cui è fatta la ciotola può fare la differenza e arrivare persino a influenzare le abitudini alimentari del gatto se non addirittura il suo benessere. Di seguito alcuni esempi di materiale per poter scegliere la ciotola giusta per il gatto:

  • plastica: la ciotola in plastica è quella che il gatto maggiormente odia, fino a causargli addirittura problemi in particolare al felino con pelo lungo. La plastica non è un buon materiale per la ciotola per il gatto, in quanto assorbe i vari odori, fino a trattenere anche residui di alimenti. Inoltre con il tempo questo materiale si altera andando così a modificare non solo l’odore del cibo e la qualità.
  • metallo: la scelta del metallo sicuramente è un’opzione migliore per avvicinarci alla ciotola giusta per il gatto. Preferibilmente in acciaio inox, poiché non arrugginisce ed è antiallergico, perché più semplici da pulire e non soggette all’usura della plastica che tra l’altro il gatto odia.                                                                                C’è però un punto a sfavore, ossia la leggerezza di questo materiale che tende a spostarsi o rovesciarsi facilmente mentre il gatto mangia o a ribaltarsi in quanto molti animali tendono a piazzare la zampetta all’interno come per trattenerla. Inoltre il metallo risente delle variazioni climatiche e quindi può risultare troppo calda o troppo fredda a seconda della stagione, e alterare in questo caso il cibo o l’acqua all’interno.
  • ceramica: a questo punto la scelta migliore non può che esser la ciotola in ceramica, che poi è lo stesso materiale che utilizziamo per i nostri piatti. In questo caso oltre ad essere un buon materiale per servire il cibo, è anche abbastanza pesante da non permettere il ribaltamento, non assorbe odori, non si consuma, è anche preferibile in quanto ad estetica, poiché si presta a essere decorata ed è l’ideale sia per la pappa che l’acqua.

Dove posizionarla e la pulizia

La ciotola del gatto non va posizionata in posti poco raggiungibili e scomodi e soprattutto mai in cima o in fondo alle scale, potrebbe essere pericoloso. Inoltre va posizionata almeno a 3 metri di distanza dalla lettiera del gatto. Magari la si può posizionare su ripiani alti, lontano dagli altri animali domestici, ma sicuramente non vicino alle porte dove il gatto potrebbe sentirsi a disagio e in pericolo.

Insomma il luogo ideale deve essere tranquillo e confortevole lontano da rumori fastidiosi di elettrodomestici che possono spaventare l’animale. La cosa è importante che sia in un posto diverso da quella del cibo, in quanto il gatto per indole è abituato a cercare l’acqua in posti diversi da quelli dove trova il cibo. Per quanto siano passati secoli, questo istinto è ancora molto forte, quindi è meglio assecondarlo mettendo per casa, diverse ciotole per l’acqua.

Potrebbe interessarti anche:Perché i gatti hanno paura delle bottiglie d’acqua? Ecco la verità

Raffaella Lauretta