Home Gatti Razze di gatti che si comportano come cani: esemplari dolcissimi

Razze di gatti che si comportano come cani: esemplari dolcissimi

Razze di gatti che si comportano come cani: esemplari meravigliosi con caratteristiche comportamentali simili a quelle di Fido.

gatti che si comportano come cani
(Foto AdobeStock)

Il gatto come è ben noto ha un carattere totalmente diverso da quello del cane, infatti risulta essere molto indipendente nel suo modo di essere e per le sue necessità. Adottare un cane comporta una scelta fatta con una maggiore valutazione proprio perché gli impegni per poter averne cura sono più gravosi.

Prendere un gatto invece comporta una maggiore elasticità e un minore impegno, in quanto come accennavamo prima si tratta di un animale molto meno condizionato dalla nostra presenza in casa. Aldilà di tutto ci sono razze di gatti che si comportano come cani. Scopriamo in che modo accade ciò.

Razze di gatti che si comportano come cani

gatto e cane
(Foto AdobeStock)

Sono tantissime le razze di gatto esistenti al mondo, tutte molto diverse tra loro e allo stesso tempo tutte molto belle per qualche caratteristiche che può essere fisica come comportamentale. In questo articolo tratteremo delle razze di gatti che si comportano come cani. Vediamo cosa si intende con questa affermazione.

Manx

gatto Manx
(Foto AdobeStock)

Il Manx si è guadagnato l’appellativo di cane-gatto proprio per delle sue caratteristiche molto simili a quelle dei cani. Infatti è gatto molto protettivo nei confronti del suo padrone e allo stesso tempo molto vivace ma in grado di obbedire ai comandi e di correre al cospetto del padrone al solo richiamo col fischio.

Il Manx è un gatto di media grandezza, può pesare tra i 3 e i 6 Kg e vivere 13 o più anni. Possiede un corpo corto e muscoloso, la sua testa è rotonda, i suoi occhi grandi e tondi ed il suo pelo (corto o lungo) è folto e può presentare diverse colorazioni e schemi. Nonostante la sua mancanza di coda, è un gatto forte e agile. Questa razza è particolarmente adatta a condividere gli spazi con altri gatti o altri cani.

Abissino

abissino
(Foto AdobeStock)

L’Abissino è il gatto famoso per essere in grado anche di stare al guinzaglio e fare lunghe passeggiate proprio come si fa con un cane. E proprio come un cane non ama essere lasciato per troppo tempo da solo in casa. Allo stesso modo ama giocare ed è molto semplice insegnargli a prendere oggetti che lanci.

L’Abissino è un gatto molto affettuoso che ama seguire il padrone per tutta casa. Si tratta di un gatto di taglia media, che pesa in genere attorno ai 4 kg, vive in media tra i 15 e i 20 anni di età. Possiede arti sottili ma muscolosi, gli occhi sono ovali, grandi e obliqui, marcati da un bordo nero.

Il colore varia dal giallo, verde o nocciola. Le orecchie sono larghe e non molto a punta mentre la coda è lunga e affusolata. Il mantello è quasi sempre corto, morbido, folto e lucido, e si caratterizza per l’alternanza di bande chiaro/ scure. Questo gatto è adatto a vivere in compagnia di altri gatti e si adatta molto bene alle famiglie numerose.

Potrebbe interessarti anche: Le razze di gatti più adatte alla vita da appartamento: quali adottare

Burmese

gatto burmese
(Foto AdobeStock)

Il gatto Burmese rientra tra le razze di gatti che si comportano come cani e proprio come loro ama viaggiare in auto e sporgersi dal finestrino. Inoltre non ama per nulla restare da solo in casa ma adora restare in compagnia della sua famiglia umana e in particolare i bambini, con i quali è molto socievole e affettuoso.

Il Burmese è un gatto di taglia media, con un peso che oscilla tra i 3 e i 5 kg, un corpo muscoloso e compatto, le orecchie larghe alla base con punte leggermente arrotondate, gli occhi grandi e ben distanti dal colore brillante e luminosi, il mantello è sottile, lucente e aderente al corpo, può essere di diversi colori, ma con sfumature graduali. Questo gatto è adatto alle famiglie in quanto molto devoto e amorevole.

Potrebbe interessarti anche: Razze di gatto che miagolano poco o niente e altre peculiarità

Bengala

gatto bengala
(Foto Pixabay)

Il gatto Bengala fa parte delle razze di gatti che si comportano come cani e ne entra a pieno diritto poiché è quello che più ci assomiglia, essendo un gatto molto attivo, vivace e molto semplice da addestrare, infatti si presta a diversi esercizi e impara diversi trucchetti. Non ama affatto sentirsi isolato e trascurato, pur di non restare da solo preferisce seguire il padrone anche con il guinzaglio al collo.

Il gatto del Bengala è un gatto di taglia medio-grande, che solitamente pesa tra i 3,5 e i 7 kg. Possiede un corpo scattante e muscoloso, la testa triangolare, gli occhi grandi leggermente a forma di mandorla, di solito verdi, gialli o azzurri, le orecchie corte, larghe alla base e con le punte arrotondate, la coda affusolata alla estremità, con la punta arrotondata. Il mantello varia da corto a medio ed è morbido al tatto e lucido. Questo gatto ha bisogno di vivere anche all’esterno perciò l’ideale è una casa con giardino.

American Bobtail

gatto american bobtail
(Foto AdobeStock)

L’American Bobtail è un gatto famoso per essere come un cane un animale da compagnia, ama restare in compagnia ed avere le attenzioni del proprio padrone. È un gatto molto furbo e stranamente adora l’acqua. L’American Bobtail è una razza di gatto media il cui peso può variare tra i 3 e i 7 Kg circa.

Possiede un corpo muscoloso e abbastanza lungo, gli occhi sono grandi, quasi a forma di mandorla di colore variabile tra: copper (rame), gold, giallo o verde, blu nei bi-color/van, colorpoint, lynxpoint, o occhi di colore diverso nei gatti bianchi. Le orecchie sono larghe alla base e con le punte leggermente arrotondate.

La coda è corta, flessibile e può essere dritta o leggermente curvata. Il mantello può essere a pelo corto e a pelo lungo e può presentarsi in tutti i colori e combinazioni di colore. L’American Bobtail è un gatto particolarmente socievole, per cui può condividere spazi e tempo con i suoi simili, con i cani e sono ottimi amici per i bambini.

Angora Turco

gatto turco
(Foto AdobeStock)

L’Angora Turco è un gatto a cui piace condividere spazi e tempo con la sua famiglia umana e preferisce le famiglie grandi, possibilmente con bambini con cui giocare. Adora qualsiasi tipo di gioco pur di non restare da solo e come l’American Bobtail non disdegna l’acqua. È molto propenso all’addestramento e se viene rimproverato sarà in grado di non ripetere l’errore.

L’Angora Turco è un gatto di taglia media il cui peso oscilla tra i 4 e i 5 kg. Possiede un corpo è longilineo e slanciato, infatti è più lungo che largo. La testa è ben proporzionata al resto del corpo, gli occhi sono grandi e a mandorla, di vari colori dall’azzurro cielo al verde-oro o ambra. le orecchie sono grandi, larghe alla base, appuntite e con ciuffi di pelo sul finale.

Il mantello è semi-lungo e setoso, sono ammesse più di 20 colorazioni diverse che includono nero, blu, rosso, tabby, tabby-bianco, lavanda e cannella, ma il colore più pregiato e popolare nel gatto d’Angora turco, è il bianco. Questa razza adora giocare ha bisogno assolutamente di vivere in famiglia e con bambini.

Ragdoll

Ragdoll
(Foto Adobe Stock)

Il Ragdoll a differenza degli altri gatti che abbiamo precedentemente citato, non ama giocare e nemmeno la chiassosa compagnia ma predilige il rapporto con una sola persona alla volta. Ama ricevere le attenzioni che tradotte nella sua lingua vuol dire carezze e coccole, non ha problemi a stare in braccio e si abbandona totalmente tanto da sembrare un peluche, ragion per cui rientra di diritto nelle razze di gatti che si comportano come cani.

Il Ragdoll è un gatto di taglia grande il cui peso oscilla tra i 7-9kg per i maschi. Possiede un corpo lungo e piuttosto muscoloso. La testa è medio-grande e cuneiforme, con orecchie arrotondate e distanziate tra loro. I grandi occhi blu ovali del Ragdoll sono il carattere distintivo della razza, insieme ad un’altra caratteristica fisica di questo gatto che è il pelo bianco sulla parte frontale dei piedi, come dei calzini.

Per quanto riguarda i colori del mantello nel Ragdoll esistono diverse varietà cromatiche e il pelo è morbido e semi lungo dalla consistenza setosa, cosa che gli conferisce l’aspetto di un peluche. Questo gatto diversamente da tante altre razze, ma non quelle citate finora ama moltissimo condividere la casa con altri animali ma anzi addirittura necessita di una compagnia felina.

Bombay

bombay americano
(Foto Adobe Stock)

Il Bombay è molto simile al cane in quanto condivide alcune caratteristiche comportamentali di base come per esempio la rassegnazione al guinzaglio, la capacità di riuscire nell’addestramento e in alcuni giochetti come quello del riporto degli oggetti. Ama l’ambiente dinamico ed è sempre alla ricerca di un compagmo di giochi o di coccole.

Inoltre ama fare ascoltare la sua voce, comunicando con il suo padrone tramite sottili miagolii sussurrati. Il gatto Bombay è un gatto è di media grandezza, forte e muscoloso con un peso di circa 5 kg. Possiede occhi grandi, tondi e ramati, le sue orecchie leggermente piegate in avanti sono in genere piccole e arrotondate e distanti tra loro. Il pelo deve essere corto, setoso e di un nero intenso. Il Bombay è un gatto molto adatto alla vita da appartamento, ma necessita di molte attenzioni.

Potrebbe interessarti anche: Razze di gatti estinte: i felini domestici e selvatici scomparsi per sempre

Raffaella Lauretta