Home Gatti Salute dei Gatti Collasso della trachea nei gatti: sintomi, cause e trattamento

Collasso della trachea nei gatti: sintomi, cause e trattamento

CONDIVIDI

Che cos’è il collasso della trachea? Una trachea collassata può causare gravi disagi nei gatti, soprattutto nei nostri pelosi un po’ in carne. Individuiamo insieme i sintomi, le cause e il trattamento del collasso della trachea nei gatti.

gatto
Gatto affaticato dalla malattia (Foto da Pixabay)

La trachea è un tubo flessibile e simile ad un tubo a vuoto. Ha piccoli anelli di cartilagine che aiutano a mantenere aperte le vie respiratorie quando il gatto respira, si muove o tossisce. Gli anelli della cartilagine sono a forma di C, con la parte aperta della C rivolta verso l’alto. In alcuni gatti, la cartilagine a forma di C si indebolisce e inizia ad appiattirsi. Man mano che la parte alta della trachea del gatto si restringe,come già abbiamo potuto leggere nell’articolo del collasso della trachea del cane, gli anelli della cartilagine diventano progressivamente più piatti fino a quando la trachea non collassa.

Sintomi di collasso della trachea nei gatti

gatto ammalato
Gatto ammalato (Foto da Pixabay)

I sintomi sono quasi sempre aggravati da forze esterne tra cui eccitazione, esercizio fisico, obesità, esposizione al calore e inalazione di sostanze irritanti come fumo o polvere. Gli animali colpiti presentano spesso uno o più dei seguenti sintomi:

Cause di collasso della trachea nei gatti

corpo estraneo ingerito dal gatto (foto Pixabay)
Gatto maschio   (foto Pixabay)

Quando parliamo di collasso della trachea del gatto, parliamo di una malattia che colpisce si gli esemplari maschi, sia le femmine. La problematica spesso è causata da un difetto congenito ereditario.

Altre cause includono:

  • Improvvisi cambiamenti nella nutrizione
  • Malattia cronica delle vie aeree
  • Obesità del gatto
  • Infezione respiratoria
  • Ostruzione delle vie aeree

Diagnosi della malattia

gatto anziano
Gatto stanco e provato dal collasso della trachea (Foto fonte iStock)

La diagnosi verrà esclusivamente rilasciata dal medico competente a cui sarà utile e necessario fornire una storia completa della salute del tuo gatto, inclusa una storia dei sintomi recentemente osservati. Dopo aver fatto una cronologia dettagliata, il veterinario eseguirà un esame fisico completo sul tuo gatto, oltre a  test di laboratorio di routine i quali includono emocromo completo (CBC), profilo biochimico e analisi delle urine.

I risultati di emocromo completo possono indicare un numero eccessivamente elevato di globuli bianchi che indicano sicuramente la presenza di un’infezione. Le immagini diagnostiche sono essenziali per la diagnosi, poiché i polmoni e la trachea possono essere considerati nel modo più completo possibile.

Le radiografie del torace rimangono uno strumento prezioso e possono rivelare un collasso, mentre aiutano il veterinario a poter individuare la posizione del collasso. In alcuni casi, si potrebbe anche trovare un ingrossamento sul lato destro del cuore del gatto.

La fluoroscopia, un’altra tecnica diagnostica avanzata in grado di fornire immagini degli organi interni in tempo reale e questa tecnica, per fortuna può essere utilizzata anche per il gatto. La fluoroscopia funziona utilizzando un dispositivo a raggi X posto davanti a uno schermo fluorescente, attraverso lo schermo osserva il gatto e ne può quindi osservare la struttura interna, consentendo un’immagine migliore e più accurata.

Il veterinario può anche prelevare un campione di tessuto dall’interno della trachea per effettuare test di laboratorio. Per determinare la gravità del collasso, può essere utilizzata anche un’altra tecnica chiamata broncoscopia. In questa procedura, il broncoscopio, uno strumento tubolare con una telecamera collegata, viene avvitato nella trachea e le immagini vengono recuperate e riportate in apparecchiature video che possono essere esaminate e valutate nel processo di valutazione diagnostica.

La broncoscopia è un metodo più invasivo rispetto alla radiografia standard, ma può fornire una visione molto più dettagliata delle anomalie nel tubo tracheale, inclusi corpi estranei, sanguinamento, infiammazione o tumori delle vie aeree. La broncoscopia può anche stabilire il grado di restringimento tracheale, che può variare da 1 a 6, misurato dall’aumento del sangue.

Trattamento del collasso della trachea del gatto

glaucoma gatto
La visita del nostro amico peloso dal veterinario (Foto fonte iStock)

Il ricovero è necessario se il gatto ha sintomi gravi e non riesce a respirare correttamente. Per compensare ai problemi respiratori del gatto, viene somministrata l’ossigenoterapia, spesso l’animale viene sedato in maniera tale che non soffra, ma anche per far in modo che non si ribelli alle restrizioni fisiche causate dalla malattia e contro i trattamenti utilizzati.

Il trattamento continuerà fino a che fino a quando il gatto non si sarà stabilizzato. Diversi farmaci possono essere utilizzati nel trattamento del collasso della trachea. I farmaci soppressori della tosse possono essere utilizzati per ridurre al minimo lo stress continuo. Con il collasso tracheale, il veterinario prescriverà anche medicinali per dilatare le normali vie aeree per facilitarne la normale respirazione.

Altri farmaci vengono presi in considerazione anche per ridurre l’infiammazione della trachea e per ridurne i sintomi. In alcuni casi, può essere necessario un intervento chirurgico, soprattutto se l’ostruzione diventa un problema. Tuttavia, per l’animale diventano possibili le complicazioni dopo l’intervento chirurgico.

Suggerimenti per la salute del nostro gatto

come pesare un gatto
Facciamogli perdere un po’ di peso, per evitare il collasso della trachea nel gatto (Foto iStock)

Sebbene si debba dare il giusto tempo di ripesa al gatto, si consiglia vivamente di seguire una dieta sana per ridurre il peso. La riduzione del peso svolge un ruolo importante nel sollievo dei sintomi e la maggior parte dei gatti risponde bene a un programma di perdita di peso ben pianificato.

Parlarne con il veterinario, in maniera tale che possa pensare ad un programma di perdita di peso più adatto, all’età, allo stato di salute e alla razza del gatto. Inoltre la sovraeccitazione non è raccomandata in questi animali, in quanto può scatenare un attacco a causa della loro funzionalità polmonare già compromessa.

Tenere il gatto quanto più in casa, lasciandogli abbastanza spazio per camminare liberamente senza però esagerare. Evitare sostanze irritanti per inalazione (come il tabacco). Cercare di evitare l’uso di collari, passare alle imbracature. Per quanto possibile evitare le infezioni respiratorie, come l’infezione da bordetella, con una corretta vaccinazione del gatto, si può.

Inoltre mantenere una corretta idratazione delle vie respiratorie. Cercare di tenere l’ambiente non secco, utilizzando in casa dei semplici umidificatori, evitare lo stress, per quanto possibile. La prognosi per la remissione della malattia potrà essere positiva se si cercherà di rispettare un trattamento adeguato e la perdita di peso nostro gatto,  un po’ troppo in carne, tutto questo affinché si possa evitare il collasso della trachea dei gatti.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

Mal di gola nel gatto: cause, sintomi, rimedi e consigli

Congiuntivite nel gatto: cause, sintomi e rimedi

I danni del fumo passivo per i gatti

Il gatto trema ma non è per il freddo

Il gatto è stanco: quali sono i segnali per capirlo

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI