Home Non solo Cani e Gatti Il babbuino: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

Il babbuino: cosa mangia, dove vive, caratteristiche e curiosità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:07
CONDIVIDI

Il babbuino è un animale che ritroviamo spesso nei cartoni animati e storie per bambini. Famoso per la sua corporatura e il particolare aspetto del naso. 

babbuini
Il maschio è di solito molto più grande, con un peso di parecchi chili in più rispetto alla femmina, ciò  rende più semplice distinguere il sesso dell’animale.(Foto Pixabay)

Queste che tratteremo sono schede destinate ai bambini, per aiutarli ad apprendere particolari argomenti che nello specifico trattano di animali. Non saremo ne’ i primi ne’ gli unici a trattare questo argomento, ma con l’aiuto di foto e paragrafi semplici, cercheremo di incuriosire e stimolare il bambino, aiutandolo anche visivamente ad assimilare la materia.

Oggi andremo a ricostruire, illustrare e rappresentare quello che  è l’animale più simile all’uomo.

Caratteristiche del babbuino

babbuino bianco
Un babbuino bianco (Foto Pexels)

Il babbuino è la più grande scimmia del Vecchio Mondo, poiché sono stati trovati esemplari che pesano più di 40 chili, rispetto ad altri, che raggiungono i 10. Il maschio è di solito molto più grande, con un peso di parecchi chili in più rispetto alla femmina, ciò  rende più semplice distinguere il sesso dell’animale, rispetto ad altre specie.

Esistono diversi tipi di questa scimmia, i principali sono: amadriade, babbuino verde, babbuino giallo, babbuino nero e babbuino della Guinea. Ma in linea di massima le caratteristiche sono simili ciò che li differenzia è la localizzazione nel mondo. Il babbuino ha un muso lungo e una testa grande, dove raccoglie il cibo in sacchetti situati nelle loro guance.

Ha denti canini molto affilati e lunghi che possono facilmente strappare la carne e sbadigliano per mostrare le loro armi mortali come un avvertimento o un deterrente per i loro nemici. Una delle caratteristiche che lo differenzia dal resto delle scimmie è il naso. Di solito, non sporge dal viso, mentre questa specie è come se avesse un piccolo naso simile all’uomo.

I peli sono lunghi fino alle spalle, del tutto assenti sul viso. Un’altra caratteristica che li contraddistingue è la curvatura alla fine della colonna vertebrale, insieme anche alla peculiarità dei pollici retrattili che gli consentono di manipolare rami, foglie e radici.

Poiché questo animale ha la capacità di camminare su quattro zampe, l’uso della coda tendenzialmente arricciata è scarso. Altri primati usano la loro lunga coda per afferrare le cose o spostarsi da un albero all’altro. È un mammifero molto intelligente ed estremamente socievole in grado di stringere legami con altri membri del branco che possono durare per la vita.

In questo branco c’è un solo maschio dominante, un gran numero di femmine, alcune insieme ai loro cuccioli e un altro esemplare giovane che però non è autorizzato ad accoppiarsi. Grazie sempre al branco, difficilmente subiscono attacchi dai predatori.

I maschi più grandi difendono spietatamente il resto del gruppo dalla maggior parte delle minacce dei predatori. I babbuini controllano incessantemente l’ambiente circostante per individuare i pericoli dei predatori, e alcuni di loro saranno persino incaricati di agire come guardie per il resto della truppa.

Dove vive il babbuino

babbuino dove vive
L’habitat naturale del babbuino è in Africa o in Asia, dove puoi trovarlo in qualsiasi ambiente naturale.(Foto Pixabay)

È molto comune vedere il babbuino che abita fra gli alberi, anche se può anche vivere senza problemi sulla terra ferma. L’habitat naturale del babbuino è in Africa o in Asia, dove puoi trovarlo in qualsiasi ambiente naturale.

Questa scimmia è in grado di adattarsi perfettamente a qualsiasi clima, biologi e scienziati, sostengono che l’avanzata dell’uomo sulle foreste e le giungle e il riscaldamento globale, hanno fatto sì che il babbuino si adattasse ovunque.

Ha quindi una vasta gamma di habitat come savane, pianure rocciose, deserti e foreste pluviali purché abbiano una buona scorta e quantità di acqua.

Come nascono

babbuino e cuccioli
La loro gestazione (vivipara) dura circa 6 mesi e danno alla luce solo un figlio che si aggrappa all’istante alla madre.(Foto Pixabay)

Il babbuino come altri primati no ha una stagione specifica per riprodursi anche se preferisce di gran lunga la primavera, dove se c’è un tasso di riproduzione più elevato. È il babbuino con più potere che ha il diritto di riprodursi con più femmine, formando con loro un gruppo selezionato con cui solo lui può accoppiarsi.

Quando la femmina è pronta per accoppiarsi, il maschio alfa combatterà gli altri babbuini per accoppiarsi selvaggiamente con la femmina. Quando ciò accade, il maschio trascorre diversi giorni con una delle sue femmine, trattandola in modo molto educato, portandole il cibo, riempiendola di carezze e trascorrendo più tempo possibile con loro.

Con questo, rende la femmina più ricettiva al momento dell’accoppiamento. Dopo diversi giorni da questo passaggio, il maschio cambia la femmina ed esegue la stessa strategia di corteggiamento. La loro gestazione (vivipara) dura circa 6 mesi e danno alla luce solo un figlio che si aggrappa all’istante alla madre.

E mentre per il maschio c’è un tempo in cui può restare con la madre nel gruppo ossia fino a 8 settimane di vita, per poi cercarsi una sua indipendenza, per la femmina è diverso, può restare a vita con la madre.

Cosa mangia il babbuino

babbuino che mangia
Mangia frutta, erbe, semi, corteccia e radici, ma ama anche la carne.(Foto Pixabay)

Il babbuino è un animale onnivoro e approfittatore, infatti per molti agricoltori africani è un parassita distruttivo delle sue colture. Mangia frutta, erbe, semi, corteccia e radici, ma ama anche la carne.

Si nutre di uccelli, roditori e persino di esemplari di giovani di mammiferi più grandi, come antilopi e pecore. In caso di molta fame, sono stati visti gruppi di babbuini persino attaccare cuccioli di gazzella.

Curiosità

babbuino
Il babbuino possiede più di 30 vocalizzazioni, da grugniti, latrati e urla. I gesti non vocali includono sbadigli, schiocco delle labbra e scrollata di spalle.(Foto Pixabay)
  • Tra tutti i primati dell’Africa orientale, il babbuino è colui che interagisce più frequentemente con le persone.
  • Il nome swahili del babbuino è Nyani.
  • Il babbuino abita generalmente nelle savane e nelle foreste africane.
  • Fra i più grandi predatori del babbuino ci sono: leopardi, ghepardi e umani.
  • È un animale onnivoro.
  • Le femmine hanno quasi la metà delle dimensioni dei maschi adulti.
  • Il babbuino possiede più di 30 vocalizzazioni, da grugniti, latrati e urla. I gesti non vocali includono sbadigli, schiocco delle labbra e scrollata di spalle.
  • A parte l’uomo, il babbuini è un primate più adattabile alle situazioni e ai posti.
  • Quando l’acqua è scarsa, il babbuino la procurano leccando la rugiada notturna che cade sulla pelliccia.
  • Le dimensioni del babbuino variano tra: 36 e 76 cm all’altezza delle spalle
  • Questo primate pesa tra i 23 ei 45 kg.
  • La loro aspettativa di vita è di 20-30 anni.
  • La pulizia reciproca è un’ intesa fondamentale per la formazione dei legami tra gli individui, a parte ciò è una misura efficace per rimanere liberi da parassiti esterni.
  • Il babbuino dorme, viaggia, si nutre e socializza in gruppi di circa 50 individui, costituiti da sette a otto maschi e il resto delle femmine con i loro piccoli.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche: