Home Cani Salute dei Cani Il cane non fa la pipì: perché e quando è il caso...

Il cane non fa la pipì: perché e quando è il caso di preoccuparsi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:04
CONDIVIDI

A volte può capitare che per un motivo o l’altro il cane non abbia modo di fare la pipì per un po’ di tempo: ma quanto può resistere e quando invece preoccuparsi?

cane non fa pipì
Quando il cane non fa pipì: come mai e che cosa rischia (Foto Pixabay)

Proprio come accade agli esseri umani, anche i cani hanno bisogno di fare la pipì più volte nel corso della giornata e trattenerla non gli fa affatto bene: a parte essere fastidioso e stressante, non fare la pipì è anche pericoloso per la salute e può causare svariati problemi di salute al nostro amico a quattro zampe.

Per questo motivo, è fondamentale per il benessere di Fido che il padrone sappia cosa fare quando il cane non fa pipì e per quanto tempo è possibile che rimanga senza fare i bisogni: inoltre, è bene sapere quante volte al giorno i cani fanno la pipì per capire se la frequenza di minzione possa nascondere qualche piccolo o grande problema di salute.

Se hai un cane, quindi, è importante che tu conosca la risposta alle domande che troverai in questo articolo: con quale frequenza i cani hanno bisogno di fare la pipì? Quante volte al giorno Fido dovrebbe urinare? Per quanto tempo il cane che non fa la pipì dovrebbe resistere e quando è necessario preoccuparsi?

Il cane non fa la pipì: tempi, frequenza e possibili problemi

cane non fa pipì
Il cane e la minzione: troppo frequente o troppo poco? (Foto Pixabay)

I cani hanno bisogno di fare la pipì più volte al giorno, anche se a differenza degli esseri umani sono capaci di trattenerla per diverse ore. In generale, bisognerebbe portare il cane fuori a fare la pipì almeno 3 volte al giorno, con un intervallo di 6/8 ore al massimo tra una minzione e l’altra. Diversamente, potrebbero verificarsi nel cane delle problematiche dell’apparato urinario e non solo: scopriamo quali sono le malattie e i fattori che influenzano un cane che non fa la pipì o che la fa troppo spesso.

Il cane non urina o lo fa troppo spesso: ecco perché

Ci sono svariati fattori che possono influenzare la frequenza di minzione del cane: alcuni sono assolutamente innocui e congeniti, altri rappresentano delle potenziali problematiche da tenere sotto controllo per aver modo di intervenire in tempo utile ad evitare l’aggravarsi della situazione, che potrebbe sfociare in vere e proprie malattie.

Partiamo dall’età: un po’ come accade anche con i bambini, i cuccioli tendono a fare la pipì più spesso rispetto ai cani adulti. Ciò accade sia perché hanno la vescica più piccola, che si riempie più velocemente, sia perché mangiano e bevono più volte nel corso della giornata. Allo stesso modo, quando il cane invecchia, è possibile che insorgano alcune patologie tipiche dei cani anziani che influenzano la minzione facendo fare più spesso la pipì al quattro zampe.

Anche la razza di appartenenza influenza in una certa misura il cane che non urina troppo spesso: ad esempio, il Bulldog Inglese può aver bisogno di urinare più frequentemente rispetto a uno Schipperke. In generale, si può dire che i cani di taglia grande riescano a trattenere la pipì per un tempo più breve rispetto ai cani di taglia piccola: questo aspetto è probabilmente legato al fatto che i primi bevono molta più acqua rispetto ai secondi.

Contano molto anche l’alimentazione che segue il cane, la quantità di acqua che Fido beve ogni giorno, il fatto che il nostro fedele amico assuma determinati medicinali. Anche i cani in sovrappeso o obesi tendono a fare la pipì molto più spesso.
Infine, è possibile che il cane abbia bisogno di fare la pipì con una certa urgenza a causa di uno spavento o un’eccitazione improvvisa: prendiamo ad esempio il caso del cane che fa la pipì quando arrivano ospiti a casa, perché si emoziona e non riesce a trattenersi.

cane pipì ospiti
Il cane non trattiene la pipì (Foto iStock)

Il cane non fa la pipì: per quanto tempo può trattenersi?

Anche se come abbiamo già detto sarebbe preferibile portare il cane a fare i bisogni fuori almeno ogni 6/8 ore, può capitare che per qualche circostanza particolare non sia possibile farlo: in quel caso, il cane resta senza fare la pipì per più tempo. Ma qual è il limite massimo che Fido può sopportare? Quanto resiste un cane che non fa la pipì?

Ci sono molti cani che possono andare avanti anche 10/15 ore senza urinare, ma deve trattarsi davvero di un’eccezione: trattenere i propri bisogni troppo a lungo e di frequente, infatti, può rivelarsi dannoso per la salute del nostro amico a quattro zampe. Proprio come accade per le persone, anche i cani che non urinano al momento giusto possono poi accusare problemi ai reni o alla vescica.

Se il cane ha un’infezione del tratto urinario, come ad esempio la cistite, potrebbe iniziare ad avere problemi in senso opposto facendo la pipì molto più spesso nel corso della giornata. Nei casi più gravi si verificano veri e propri episodi di incontinenza nel cane: ecco perché non bisogna costringere Fido a trattenere la pipì per troppo tempo, in modo tale da evitare poi di ritrovarsi con un amico peloso ammalato.

Il cane e la pipì: quando bisogna preoccuparsi

Se il cane ha trattenuto la pipì troppo di frequente e per troppo tempo, quindi, potrebbe sviluppare delle problematiche di salute che si riconoscono solitamente da un sintomo comune: Fido tende a urinare molto più spesso. La minzione frequente può essere normale in alcuni casi, ma in altri dovrebbe preoccupare il padrone: vediamo in quali casi è meglio rivolgersi al veterinario.

Bisogna osservare innanzitutto quanto aumenta la frequenza di minzione di Fido: se il numero di pipì durante la giornata aumenta considerevolmente è il caso di contattare il veterinario. Altri segnali di allarme sono i sintomi di dolore o disagio durante la minzione: potrebbero nascondere una patologia grave del cane.

Potrebbe interessarti anche:

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI