Home Cani Salute dei Cani Malattie stagionali del cane in inverno: quali sono, sintomi e cure

Malattie stagionali del cane in inverno: quali sono, sintomi e cure

CONDIVIDI

L’inverno porta malattie stagionali anche per il cane: raffreddore, influenza e non solo possono colpire il nostro amico a 4 zampe. Scopriamo quali sono i sintomi e le cure più adatte.

malattie stagionali cane
Le malattie stagionali del cane (Foto Pixabay)

Ad autunno ormai inoltrato e con l’inverno alle porte è normale preoccuparsi di come il nostro cane possa reagire all’abbassamento delle temperature e alle giornate di pioggia, neve e gelo: molte persone che hanno scelto di adottare un cane, infatti, si domandano se anche i loro amici a quattro zampe siano a rischio di contrarre qualcuna delle tipiche malattie stagionali che ogni inverno tengono a letto milioni di italiani.

Sicuramente tra i malanni stagionali tipici della stagione più fredda dell’anno ce n’è qualcuno che può infastidire anche Fido: raffreddore, mal di gola e febbre sono soltanto alcune delle possibilità. Ma come si fa a capire se il cane ha contratto una malattia stagionale? Quali sintomi bisogna osservare e soprattutto come fare per curarlo e guarirlo più in fretta possibile?

In questo articolo, scopriremo quali sono le più diffuse malattie stagionali del cane e come individuarle per sottoporre il nostro fedele amico ai trattamenti più efficaci.

Malattie stagionali nel cane: i malanni dell’inverno non risparmiano Fido

malattie stagionali cane
Malattie stagionali del cane in inverno (Foto Pixabay)

L’autunno e l’inverno sono le stagioni dell’anno più umide e fredde: in questo periodo non è raro che i nostri amici a quattro zampe possano contrarre qualche malanno stagionale molto simile a quelli contro i quali noi stessi combattiamo ogni anno al cambio di stagione.

Ci sono varie cause che possono contribuire a far ammalare il cane: l’umidità che aumenta, il freddo che diventa tagliente, gli sbalzi di temperatura che possono far ammalare il cane quando rientra dalla passeggiata in appartamento al calduccio. A questo si va ad aggiungere il fatto che alcuni cani sono più freddolosi di altri: per scoprire quali, c’è il nostro approfondimento sulle razze canine che soffrono maggiormente il freddo.

Il problema più grave quando arriva l’inverno è che, a differenza di quanto accade per le persone, i sintomi delle malattie stagionali non sempre sono così facilmente individuabili nei cani: partiamo proprio da questo aspetto per capire se il cane è ammalato.

Sintomi di malanni stagionali nel cane

Se parliamo di malattie da raffreddamento come raffreddore, tracheite o influenza nel cane è possibile che Fido mostri uno o più dei seguenti sintomi:

– scolo nasale o oculare (a volte anche con pus),
– abbattimento e letargia,
febbre nel cane,
– tosse e starnuti,
– inappetenza che si prolunga per alcuni giorni.

In inverno, poi, c’è un altro problema di salute piuttosto frequente nel cane: l’intossicazione da antigelo o da altri corpi estranei indigesti (ad esempio la neve sporca o il sale sparso per le strade), che portano all’insorgenza di sintomi di tipo gastrointestinale come vomito e diarrea.

Infine, i cani vanno incontro a problemi di possibile congelamento di zampe e cuscinetti, che pertanto vanno protetti adeguatamente dal freddo con adeguati prodotti per l’idratazione e scarpette adatte allo scopo.

Malattie stagionali del cane: come prevenirle e curarle in inverno

cane chihuahua freddo
Cane chihuahua alle prese con il freddo (Foto Pixabay)

Come accennato, il cane può soffrire di tre diverse tipologie di malanni stagionali legati al freddo: malattie respiratorie, problemi gastrointestinali, problemi di congelamento. Una volta identificati i sintomi, il veterinario potrà fare la diagnosi più appropriata e prescrivere cura e trattamento ad hoc per il singolo caso.

Tra le malattie invernali più frequenti nei cani ricordiamo: raffreddore, tracheite, bronchite e polmonite ma anche influenza stagionale. Tutte queste malattie, legate a problemi dell’apparato respiratorio del cane, possono diventare molto pericolose se non vengono trattate in tempo pertanto si consiglia di far visitare immediatamente l’animale dal veterinario non appena i sintomi compaiono.

Le malattie da raffreddamento, e più in generale i malanni stagionali, possono essere oggetto di un’adeguata ed efficace prevenzione: il cane, infatti, per natura deve uscire più volte al giorno per fare i bisogni e garantirsi un adeguato esercizio fisico anche se fuori fa freddo. Ci sono quindi alcuni accorgimenti e abitudini da mettere in pratica:

proteggere il cane dal freddo e dagli sbalzi di temperatura, con abbigliamento invernale adatto;
– ridurre la durata delle passeggiate nelle giornate più fredde e piovose;
asciugare accuratamente il cane quando si rientra dopo la passeggiata;
– incrementare l’apporto di vitamine e acidi grassi Omega3 nell’alimentazione invernale del cane;
– prepararsi in tempo utile, iniziando a curare la prevenzione per il cane già in autunno a partire dall’alimentazione.

Potrebbe interessarti anche:

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI