Home Cani Curiosità sull’Epagneul de Pont Audemere: nome, storia, prezzo e altro

Curiosità sull’Epagneul de Pont Audemere: nome, storia, prezzo e altro

Quali sono tutte le curiosità sull’Epagneul de Pont Audemere? Ecco una serie di fatti poco noti su questa razza canina.

Alimentazione dell'Alimentazione dell'Epagneul de Pont Audemere
(Foto Google Images)

Non si potrà mai dire di conoscere bene un cane se prima non si sanno tutti i fatti relativi alla sua razza, specie quando si tratta di un Fido ben poco diffuso nelle nostre zone come questo. Ecco una serie di interessanti curiosità sull’Epagneul de Pont Audemere, che ci faranno conoscere meglio questo riccioluto esemplare amante dell’acqua e non solo.

Curiosità sull’Epagneul de Pont Audemere: il nome

Cosa sta ad indicare il nome di questo esemplare da caccia ma anche da compagnia? Come spesso accade nella denominazione è indicata non solo la terra d’origine ma anche la tipologia. Infatti, oltre a questo nome, ne ha anche altri: Pont-Audemer Spaniel o Setter di Pont-Audemer.

Alimentazione dell'Epagneul de Pont Audemere
(Foto Pinterest-Psy-pies wszystko o psach)

E’ stato riconosciuto ufficialmente e inserito nella classificazione FCI, precisamente nel gruppo 7 dei cani da Ferma. Le sue origini francesi lo rendono un cane noto nella sua terra d’origine ma scarsamente diffuso nel resto del mondo, dove è appunto pressoché sconosciuto.

Curiosità sull’Epagneul de Pont Audemere: le origini

Chi sono i genitori dell’Epagneul de Pont Audemere? E’ accertato che non è un cane che si trova in natura, ma è nato dall’unione tra Epagneul Normanno e un Chien D’oysel, razze che ormai sono scomparse.

Cura del pelo dell'Epagneul de Pont Audemere
(Foto Pinterest-
Kathy Kosierowski)

Infatti attualmente gli esemplari rintracciabili nascono dall’Epagneul francese con il Picard e l’Irish Water Spaniel, ed è proprio da quest’ultimo che avrebbe ereditato la passione per la caccia in acqua, per i giochi acquatici e le zampe palmate che lo aiutano molto in questo tipo di lavoro.

Dove inizia la sua storia

L’Epagneul de Pont Audemere è nato nel XIX secolo dai primi esemplari sopra citati. Il fatto che oggi sia una razza molto poco diffusa in realtà è stato da sempre il suo problema: infatti pare che già nel corso della Seconda Guerra Mondiale gli esemplari a disposizione fossero davvero pochissimi. Infatti pare che nel 1949 il presidente del club dedicato a questa razza, pur di salvarla dall’estinzione, fece accoppiare i pochi cani rimasti con altre razze (fatto inusuale all’epoca).

Nonostante gli sforzi però, gli esemplari canini della razza rimasero pochi e ancora oggi è così poco diffuso che è difficile averne uno e conoscere più caratteristiche. Non a caso infatti il club degli Epagneul de Pont Audemere si è unito ai Blue Picardia Spaniel nel 1980.

Potrebbe interessarti anche: Scopri le malattie più comuni dell’Epagneul de Pont Audemere: tutto sulla sua salute

Curiosità sull’Epagneul de Pont Audemere: prezzo e altro

Proprio per il fatto di essere così poco diffuso non è facile definire un prezzo per un esemplare di questa razza, anche perché potrebbe variare in base al sesso, all’età e alla presenza o meno di pedigree (è fortemente sconsigliato adottare cani che non abbiano questo tipo di documentazione).

Potrebbe interessarti anche: Ecco perché dovresti adottare un Epagneul de Pont Audemere: pro, contro e padrone ideale

Il mantenimento tra alimentazione dell’Epagneul de Pont Audemere e la cura del suo pelo dovrebbero aggirarsi intorno ai 35 euro. Si tratta di un cane facile da addestrare e che dunque non richiederà particolari spese per la sua educazione, anche se naturalmente ogni esemplare è un caso a sé.