Home Cani Salute dei Cani Gli errori con gli animali domestici che non sappiamo di commettere

Gli errori con gli animali domestici che non sappiamo di commettere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:11
CONDIVIDI

I veterinari sono andati a scuola per imparare a curare gli animali. Ecco gli errori con gli animali domestici che loro non commetterebbero, ma noi probabilmente facciamo ogni giorno.

errori animali domestici
Una padrona ama il suo cucciolo: ma commette qualche errore? (Foto Pexels)

Sicuramente tutti noi pensiamo di amare e curare al meglio i nostri animali domestici, ma purtroppo non abbiamo sempre le competenze necessarie a renderci conto che qualcosa che facciamo rientra tra i comuni errori con gli animali domestici. Magari nulla di grave, magari non notiamo nemmeno una nostra mancanza perché il nostro cane o gatto non dà nessun segno di malessere, ma sicuramente una volta che sappiamo dove migliorare, saremo pronti a modificare le nostre abitudini per dare ancora più affetto ai nostri amici a quattro zampe.

Gli errori più comuni: l’amore non basta

l'abbraccio della bambina verso il cane Facebook
Anche i padroni più amorevoli possono fare errori. (Foto Facebook)

I veterinari sanno cosa fare e cosa non fare con cani e gatti, a differenza di molti di noi. Anche i più amorevoli padroni fanno qualche piccolo errore con i loro amici pelosi, piumati o pinnati. Non sappiamo dove sbagliamo? Vediamo quindi gli errori con gli animali domestici più comuni, quelli da evitare, spesso con piccolissime modifiche alle nostre abitudini quotidiane.

Non addestriamo subito il nostro cucciolo

Addestrare i cani fin dall’inizio non solo dà delle linee guida per il comportamento appropriato, ma fornisce loro la stabilità di vivere con determinati limiti. In realtà l’addestramento è anche fondamentale per sviluppare degli strumenti di comunicazione tra noi e loro.

Il momento ideale per addestrare il nostro cucciolo, infatti, è prima dell’adozione. Impariamo cosa fare prima ancora che arrivi il cucciolo a casa, in modo da essere già pronti al suo arrivo e non ritrovarci spiazzati. Molti di noi magari hanno già avuto animali precedentemente, e riteniamo di avere già abbastanza esperienza così, ma non sempre è vero.

Mai troppo vecchi per l’addestramento

Anche un vecchio cane può imparare nuovi trucchi e giochi, basta usare sempre metodi d’addestramento con rinforzo positivo. Se teniamo impegnato Fido con compiti positivi e premi, non avrà tempo di comportarsi male. Questo tipo di risposta incoraggiante creerà dei metodi di comunicazione che aiuterà il nostro cane a sentirsi amato.

Diamo troppo da mangiare

cane alimentazione vegana
Mai esagerare con il cibo! (foto iStock)

Tra gli errori con gli animali domestici questo è estremamente comune. Proprio come negli umani, l’obesità può causare o amplificare problemi di salute negli animali, e ridurre la loro durata di vita. Bisogna stabilire con il nostro veterinario il giusto peso del nostro animale, con una dieta bilanciata e l’esercizio che serve.

Lasciamo che ci morda

I morsetti di cuccioli o gattino certamente non fanno male, ma questo comportamento va tenuto sotto controllo, in modo che il nostro piccolo batuffolo di peli non cresca in un animale adulto che morde troppo. Dobbiamo vedere questo comportamento con un potenziale problema, ed addestrare il nostro animaletto a non mordere.

Un modo per farlo è assicurarci che il nostro cane o gatto abbia molti giocattoli masticabili a portata di mano, in modo che siano loro a subire i morsi dei nostri amici. I gattini rispondono positivamente all’addestramento anti-morsi, proprio come i cuccioli di cane

Non hanno un ruolo

Gli animali domestici, come le persone, devono sapere quale è il loro ruolo nella famiglia e cosa ci si aspetta da loro. Spesso noi padroni non capiamo quanto è importante per gli animali una struttura. In una nuova famiglia, un animale appena adottato cerca di capire dove è il suo posto, e quali sono le regola della casa.

I cani, soprattutto, hanno bisogno di abitudini, limiti e di stabilità e sicurezza. Dobbiamo essere consistenti nell’addestramento, aiutare gli animali a capire quali comportamenti vogliamo da loro, e provvedere loro una solida routine che va bene per gli animali.

Al freddo in inverno

Cagnolino nella neve (Foto Pixabay)
Cagnolino nella neve (Foto Pixabay)

Se viviamo in luoghi freddi, è fondamentale che i nostri animali siano al sicuro dall’ipotermia tenendoli al caldo. Gli animali domestici infatti sentono freddo molto prima che la temperatura sia gelida per noi umani. Pur avendo il pelo, se è bagnato o ingarbugliato, perde la capacità di proteggerli.

Gli animali ci comunicano di aver freddo tremando, ma solo dopo che sono stati al freddo per un periodo fin troppo lungo. In caso di neve, è raccomandato l’utilizzo di stivali da neve e cappottini per i cani, quando gli animali stanno in temperature più basse di 0° per più di venti minuti.

In ritardo con i vaccini

decreto portare coniglio veterinario
Coniglio dal veterinario (foto Istock)

Gli appuntamenti dal veterinario per i vaccini spesso ci passano di mente, ma non dobbiamo mai ritardare! I vaccini tengono al sicuro i nostri animali domestici da malattie e problemi di saluteE questo non vale solo per cani e gatti, ad esempio i conigli hanno bisogno di vaccini specifici come quelli per il calici-virus. Confermiamo in ogni caso con il veterinario quali sono i vaccini da fare.

Ignoriamo la loro igiene orale

Se il nostro cane o gatto ha l’alito cattivo, potrebbe avere un accumulo di placca o qualche problema alle gengive o ai denti. Spazzolare i denti al nostro animale domestico può aiutare a eliminare gli accumuli nei denti, oltre a infezioni che potrebbero riversarsi in altre parti del corpo.

Non solo è un’abitudine necessaria alla sua salute, può anche aiutare a prevenire il bisogno di costose pulizie chirurgiche in futuro. Se li abituiamo fin da giovani, sarà semplice lavare i denti dei nostri animali domestici. Attenzione a usare però i prodotti giusti, specifici per loro.

Sottovalutiamo l’aspetto economico

Prima di adottare un cucciolo, a volte non ci rendiamo conto dell’impatto economico per dargli tutto quello di cui ha bisogno, facendo uno tra i più comuni errori con gli animali domestici.

In generale, dobbiamo preventivare le spese necessarie alle vaccinazioni e trattamenti antiparassitari, senza parlare ovviamente di eventuali cure d’emergenza. E ovviamente queste necessità possono variare, che sia per l’età, la razza, le condizioni di salute e quant’altro.

Non tagliamo regolarmente le unghie

Nuovo gatto a casa
Un tiragraffi può aiutare il gatto (Screenshot Instagram)

A volte sottovalutiamo di dover accorciare regolarmente le unghie del nostro gatto. Ma anche nei cani questa pratica è importante. Delle unghie troppo lunghe possono rendere difficile per i nostri animali il camminare su alcune superfici, o possono crescere troppo e far male.

Abituiamo il nostro animaletto a farsi tagliare le unghie regolarmente fin da piccolo, in modo che sia più propenso a farlo durante tutta la sua vita. 

La nostra casa non è sicura

Prima di portare un animale domestico a casa, dobbiamo esaminare accuratamente la nostra casa per ogni possibile pericolo nascosto. Controlliamo eventuali punti da cui potrebbe scappare e tutti i pericoli per la sua salute (cibi o piante pericolose, farmaci, prodotti chimici)Non dimentichiamo che gli animali sono curiosi quanto i bambini, e come tali vanno protetti dai pericoli della casa.

Non li facciamo socializzare

Anche se il nostro animale domestico ha bisogno di noi più di ogni cosa, e ama passare del tempo con noi, il tempo passato a socializzare con altri animali e persone è comunque importante. Questo vale ancora di più per i gattini e i cuccioli.

Hanno bisogno infatti di socializzare con altri animali – purché questi siano già stati vaccinati – per imparare a divertirsi con gli altri, e non sentirsi minacciati o avere la costante necessità di proteggere il loro padrone. Se abbiamo un cane, portiamolo dove può trovare altri cani che siano al guinzaglio ed amichevoli. Se abbiamo un gatto, e stiamo per portare un nuovo animale a casa, proviamo prima a farli acclimatare e abituare ai rispettivi odori prima che abbiano un vero contatto.

Quanto più facciamo sentire a suo agio il nostro animaletto con altre persone, luoghi e oggetti, più si sentirà al sicuro in varie situazioni. Sarà sicuramente più semplice se lo lasciamo con altre persone, ad esempio quando andiamo in vacanza. Proviamo ad introdurlo a qualche novità senza spingerlo oltre i suoi limiti.

Cambiamo il cibo senza motivo

dimmi che gatto ti piace
Un gatto in pieno relax. (foto Pixabay)

Noi umani tendiamo a annoiarci se mangiamo sempre le stesse cose, ma gli animali non lo fanno. Uno dei comuni errori con gli animali domestici è che noi padroni tendiamo sempre a vedere nei nostri amici comportamenti e pensieri umani.

Certamente, ci sono momenti in cui è necessario modificare la loro dieta per motivi di salute, ma per altri motivi è totalmente inutile per cani e gatti se cambiare quello che mangiano. Anzi, in realtà questa ripetitività fa bene al loro organismo, perché può digerire consistentemente quello che mangiano. Questo previene diarrea e vomito causati da qualcosa cui non sono abituati.

Li facciamo vergognare dei bisognini

Il nostro cane o gatto vuole più di ogni altra cosa renderci felici, e sente emozioni come la tristezza se non ci riesce. Quindi non facciamolo vergognare quando ha dei piccoli incidenti in casa, da piccolo. Questa tecnica è sconsigliata e non fa legare il nostro pelosetto a noi, anzi è meglio usare tecniche di rinforzo positivo

I cani vogliono accontentare noi padroni, quindi farli vergognare o punirli in ogni modo non ha senso per loro. Loro associano ogni tipo di comportamento cattivo, doloroso e negativo alla persona che li ha, mentre invece rispondono al rinforzo positivo, alla gentilezza e alle lodi.

Crediamo che il gatto sappia usare la lettiera

Anche se è vero che solitamente i gatti vengono addestrati dalle loro madri per i bisognini, ma se serve dobbiamo essere noi a farlo. Se notiamo che non sa dove o come fare i bisognini, siamo noi a dover diventare il suo addestratore. E proprio come per i cani, il rinforzo positivo è il metodo migliore.

Iniziamo a mettere il nostro gattino nella lettiera, e aspettiamo di vedere cosa succede. Se non scava e non evacua, prendiamo le sue zampe anteriori, e gentilmente facciamolo iniziare a scavare. Solitamente i gattini capiscono questo comportamento verso il primo mese di età. Anche per i gatti, vale il discorso di non punirli o farli vergognare in caso di incidenti.

In auto senza cintura

Cane in auto. (Foto Pinterest)

Non è divertente tenere il cane o il gatto in braccio mentre guidiamo: questo comportamento è molto pericoloso per loro, noi e le altre persone in strada. Gli animali potrebbero saltare fuori dal finestrino, rendendoli un possibile bersaglio per le altre autoQuindi, assicuriamoci in auto di fargli usare la cintura o altri dispositivi di sicurezza (come una gabbietta).

Non riconosciamo il malessere

Gli animali, giovani o anziani che siano, possono ammalarsi. Prima di prendere un animale domestico, impariamo quali sono le malattie tipiche della sua razza, e impariamo a riconoscere i sintomi che ci fanno capire se non si sente bene.

Se il nostro animale ha uno di questi sintomi o sembra ammalato, non perdiamo tempo e rechiamoci dal veterinario. Come per gli umani, ogni trattamento fatto in tempo solitamente aiuta a evitare il peggio.

Lasciamo comandare Fido

I cani hanno mentalità da branco, ed ogni branco ha un leader. Se non siamo noi a riempire questo ruolo, il nostro cane sentirà l’esigenza di farlo al posto nostro, e questo porterà a una serie di problemi nella nostra relazione.

Dobbiamo stabilire limiti, regole e restare calmi ma assertivi quando ci relazioniamo al nostro amico peloso. Queste strategie gli daranno la stabilità di cui ha bisogno per rilassarsi ed essere semplicemente il nostro cane.

Potrebbe interessarti anche >>>

Fabrizio Burriello