Home Cani Salute dei Cani Ferita al cuscinetto nel cane: come curare le lesioni ai polpastrelli

Ferita al cuscinetto nel cane: come curare le lesioni ai polpastrelli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:29
CONDIVIDI

I polpastrelli di Fido sono molto delicati e possono riportare lesioni dovute anche al caldo o al freddo: ecco come curare una ferita al cuscinetto nel cane.

ferita cuscinetto cane
Come curare la ferita al cuscinetto nel cane (Foto Pixabay)

I cuscinetti rappresentano i polpastrelli delle zampe del cane: un’area costantemente a contatto con terreno e pavimento, sempre sotto sforzo anche perché ha la funzione di sorreggere, sostenere e trasportare il peso dell’intero animale sia quando cammina, che quando corre o molto semplicemente è in piedi.

Estremamente delicati e al tempo stesso indispensabili per proteggere il cane dal contatto diretto con il terreno, i polpastrelli sono sempre a rischio di riportare lesioni più o meno gravi: ecco perché è fondamentale sapere come comportarsi di fronte a una ferita al cuscinetto del cane, per poterla curare nella maniera più efficace e appropriata.

Ferita al cuscinetto nel cane: tutto sulle lesioni alle zampe

zampa gonfia del cane (foto Pixabay)
Zampa del cane (foto Pixabay)

Le ferite ai cuscinetti delle zampe sono probabilmente tra le più frequenti lesioni riportate dai nostri fedeli amici: il tessuto di questa zona è delicato e sensibile, e a contatto con le irregolarità del terreno o con detriti di vario genere (che si possono incontrare soprattutto quando si porta il cane a spasso all’aperto) è facile che possano verificarsi piccoli o grandi incidenti di percorso.

Le cause più frequenti di lesioni ai cuscinetti

Quando si ha a che fare con una ferita al cuscinetto nel cane, è probabile che sia dovuta ad alcune cause particolarmente frequenti:

ferita da trauma, se il cane si taglia con una scheggia, un pezzo di vetro o metallo o altri oggetti contundenti: questo tipo di ferita solitamente è profonda e sanguina, ma non richiede punti di sutura;
ferita da ustione, spesso dipende dal troppo caldo o dal troppo freddo: ecco perché bisogna proteggere i cuscinetti del cane in estate dall’asfalto bollente, mentre in inverno le zampe di Fido devono essere protette dal gelo;
ferita da erosione, se l’attrito su alcuni terreni particolarmente impervi causa forte sfregamento sotto le zampe del cane: a volte questo tipo di lesione causa sanguinamento, ma difficilmente arriva in profondità. In alcuni casi, si ferma al livello di screpolatura che può però peggiorare se non curata in tempo.

cane
Cani e ferite ai cuscinetti (Foto Pixabay)

Cura e trattamento della ferita al cuscinetto del cane

Partiamo dal caso meno grave, quello di una screpolatura superficiale dovuta a sfregamento su terreni impervi: in questo caso, bisogna fare molta attenzione a non peggiorare la situazione facendo camminare il cane sulla neve, ghiaccio, ghiaia, detriti o asfalto bollente. La cosa migliore è applicare regolarmente della vaselina che possa idratare la parte interessata e ammorbidirla, impedendo un ulteriore danneggiamento dei tessuti.

In caso di ferite più gravi, è fondamentale rivolgersi al veterinario per scongiurare conseguenze pericolose e dolorose per il nostro amico a quattro zampe. Prima di portare Fido dal dottore, è consigliabile pulire e fornire le prime cure alla ferita al cuscinetto del cane seguendo i seguenti passaggi:

1. Far stendere il cane sul fianco e lavare i polpastrelli e le zampe con acqua tiepida e pulita, in modo da rimuovere tutte le eventuali impurità e da calmare l’animale che sarà con grande probabilità agitato e dolorante.

2. I peli intorno ai polpastrelli vanno tagliati con cura per evitare che possano attrarre e raccogliere sporcizia e impurità, favorendo l’insorgere di infezioni.

3. Una volta che i cuscinetti feriti saranno puliti e rasati si può passare a disinfettare la lesione con acqua ossigenata: passatela delicatamente sulla zona interessata aiutandovi con una garza sterile.

4. Portate il cane dal veterinario: sarà lui a dirvi se è necessario proseguire il trattamento della lesione con altri prodotti e medicinali, come ad esempio trattamenti disinfettanti, cicatrizzanti o antibiotici.

5. In alcuni casi, dopo aver somministrato i farmaci al cane sarà necessario bendare la zampa e utilizzare un calzino o uno stivaletto protettivo specifico per proteggere la lesione e velocizzare i tempi di guarigione.

Potrebbe interessarti anche:

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI