Home Cani In vacanza con il cane: i luoghi dove andare in Italia, come...

In vacanza con il cane: i luoghi dove andare in Italia, come comportarsi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:16
CONDIVIDI

Siamo pronti a partire? Andare in vacanza con il cane può essere un’esperienza fantastica per entrambi, basta saper come farlo al meglio e dove andare.

Il cane può fare il bagno in mare
Tutti in spiaggia! Dove andare in vacanza con il cane (Foto AdobeStock)

Andare al mare, in montagna, in campeggio con Fido è un momento magico per noi padroni e per i nostri amici a quattro zampe. Una vacanza con il cane è un ottimo modo per rilassarci, legare con il nostro pelosetto, e non separarci da lui/lei nemmeno per pochi giorni. E allora, come possiamo vivere al meglio quest’estate, andare al mare e trascorrere una vacanza perfetta, nel massimo del relax? Ecco i nostri consigli su come comportarsi in vacanza con il cane, come prepararci al meglio per essere organizzatissimi, e dove andare: i posti di mare in Italia più belli e a portata di cane.

Potrebbe interessarti anche:  Il cane può fare il bagno in mare: dove andare, come comportarsi

In vacanza con Fido

Il cane può fare il bagno in mare
Partiamo! Andiamo in vacanza con Fido. (Foto AdobeStock)

Anche in estate, i nostri animali domestici sono parte della nostra famiglia e vogliamo portarli con noi ovunque andiamo: al mare, in montagna, in campeggio. Ma non sempre è facile. Prima di partire per la nostra vacanza con il cane, quindi, è indispensabile considerare vari fattori per evitare di avere brutte sorprese in seguito. Un po’ di organizzazione prima di partire ci aiuterà ad avere un’estate rilassata e felice con Fido.

Per la nostra estate a portata di amici a quattro zampe, con tanto divertimento e relax, deve includere necessariamente: una spiaggia dog friendly dove poter stare con il nostro cane senza problemi, tanto buon senso nel non disturbare i vacanzieri che potrebbero non amare i cani e nel raccogliere prontamente i bisognini del nostro pelosetto, tanta attenzione alla cura del nostro cane, ed infine avere sempre con noi il libretto sanitario per accedere agli spazi dedicati a lui/lei.

Curare il cane in estate

Il cane può fare il bagno in mare
Il cane può fare il bagno in mare: curiamo la sua salute (Foto AdobeStock)

Proprio come noi esseri umani, d’estate c’è bisogno di un po’ di attenzione in più alla cura della salute del nostro cane, affinché non abbia problemi. In generale, scegliamo di andare al mare con il cane negli orari meno caldi (come faremmo con un bambino), quindi mattina presto e tardo pomeriggio. Il sole può causare irritazione degli occhi, insolazione, arrossamenti della pelle.

Proprio per proteggere la pelle del nostro cane, procuriamoci una buona crema solare adatta ai cani (che sia specifica per i cani è fondamentale, quella per umani contiene sostanze tossiche per loro). La crema va applicata con cura, nelle zone dove c’è meno pelo (orecchie, pancia, ecc). Un ombrellone è importante, per proteggerlo dal caldo e dal sole, specie se il nostro cane ha il pelo molto lungo e quindi tenderà a scaldarsi di più.

Portiamo con noi una ciotola e acqua fresca per Fido, non deve mai mancare. Anche nelle ore meno calde della giornata, è necessaria una buona idratazione. Un po’ come per i bambini umani, prima di andare al mare non dobbiamo far mangiare il cane, per evitare congestioni. La cosa migliore è fornire il suo pasto 5-6 ore prima di fargli fare il bagno. 

In spiaggia, facciamo attenzione che non ingerisca sabbia: c’è il rischio di problemi intestinali. Puliamo frequentemente il suo muso, i residui di sabbia potrebbero causare infezioni agli occhi. Le zampe del nostro cane sono sensibili: nelle ore più calde, la sabbia diventa bollente, e potrebbe far male alle sue zampette. Potremmo usare un semplice telo da mare esclusivamente per lui/lei, oppure delle scarpette da mare per cani.

Potrebbe interessarti anche:  Portare il cane in spiaggia, estate 2020: divieti e regole nell’Italia della Fase 3

Il primo bagno di Fido

Il cane che entra in mare (Foto Pixabay)
Un cane fa il bagno in mare: come comportarsi le prime volte. (Foto Pixabay)

Il primo bagno del nostro pelosetto sarà fantastico se siamo preparati alle sue necessità. Sarà importante conoscere cosa serve per la sua salute, la sua tranquillità e quella delle persone intorno a noi.

Innanzitutto, è meglio – specie la prima volta che andiamo in vacanza con il cane – scegliere una spiaggia tranquilla, dove non ci sia folla a turbare la serenità del nostro amico a quattro zampe. Scegliamo una spiaggia dove l’acqua sia bassa a riva, e diventi gradualmente più alta, in modo che il nostro cane si bagni a poco a poco.

Per le prima volte, è meglio tenerlo sempre al guinzaglio così che sia possibile portarlo fuori dall’acqua facilmente in ogni momento. Nel tempo, potremo entrare in acqua anche noi, incitando il nostro amico peloso a seguirci. Facciamogli tanti complimenti e feste ad ogni passo che fa, e arretriamo sempre di più così che debba necessariamente nuotare per raggiungerci.

All’inizio servirà tenerlo sott’occhio, ma nel tempo sarà indipendente e si divertirà tantissimo. Nel caso ci sembri un po’ nervoso, agitato o impaurito in acqua, potremmo pensare di usare un giubbotto di salvataggio per cani, per le prime volte, così da poter acquistare sicurezza e poi nuotare in libertà. 

Inoltre, non tutti i cani amano nuotare: se al nostro animale non piace, non dobbiamo forzarlo o assocerà il mare a un trauma, e rifiutarsi nelle volte successive di venire con noi. Se invece è tranquillo, potremo portare con noi dei giocattoli da casa che lo faranno divertire ancora di più.

Attenzione a non far ingerire troppa acqua salata durante il bagno (c’è un pericolo di intossicazione da acqua), o potrebbe avere effetti purganti. Infine, alla fine della giornata risciacquiamo con acqua dolce in abbondanza il nostro cane, perché il sale può portare a dermatite e secchezza del pelo.

Potrebbe interessarti anche: In campeggio con il cane: come andare in vacanza in tenda con Fido

Le spiagge in Italia per Fido

cane
Le spiagge dog-friendly in Italia.(Foto Pixabay)

Non tutte le spiagge accettano i cani, anche se può sembrare scontato. La cosa migliore per evitare brutte sorprese e informarsi prima di andare al mare o in vacanza con il cane, per assicurarsi delle regole vigenti nella struttura in cui soggiorneremo. La cosa ideale è informarsi anche della presenza in zona di un veterinario, per stare tranquilli in caso di un problema di salute di Fido.

Le spiagge dog-friendly devono avere molti servizi e spazi specifici per i nostri amici a quattro zampe: non basta che facciano “semplicemente” entrare gli animali. Servizi come permettere ai cani di giocare liberamente all’interno di recinzioni che impediscano loro di scappare, o come tenere la spiaggia pulita dai bisognini. Troviamo spiagge del genere in quasi tutte le regioni d’Italia:

Veneto

  • Eraclea mare (Venezia): Laguna del Mort.
  • Bibione (Venezia): da via Faro a via Procione – spiaggia di Pluto.
  • Porto di Lugugnana (Venezia): spiaggia di Brussa.

Friuli Venezia Giulia

  • Lignano Riviera (Udine): spiaggia di Duke.

Liguria

  • Genova: Vesima.
  • Alassio (Savona): Bagni “La vedetta” – Bau Bau Village.
  • Laigueglia (Savona): Bagni Capo Mele.
  • Ospedaletti (Imperia).
  • Ventimiglia (Imperia): vicino alla foce del fiume Roja, alla fine del Lungo Roja Girolamo Rossi.
  • Pietra Ligure (Savona): zona di levante.
  • Inoltre, tutte in provincia di Savona: Ceriale, Finale Ligure, Pietra, Noli, Loano, Laigueglia, Alassio ed Albisola mare.

Emilia Romagna

  • Ferrara: lido di Spina.
  • Rimini: stabilimento balneare Bagno 81, lungomare Tintori – Bagno 150 Silvano – Miramare di Rimini – centro stabilimento balneare Bagno 33 – Viserba Bagno 31 – Bagno Kauai, lungomare Tintori.
  • San Mauro Pascoli (Ravenna): Bau Bau Beach.
  • Provincia di Ravenna: spiaggia Casalborsetti – sempre a Casalborsetti il Lido Over Beach.

Toscana

  • Pisa: spiaggia località Calambrone.
  • Marina di Cecina (Pisa): spiaggia Bau Bau Beach.
  • Livorno: lungomare Ardenza.
  • Orbetello (Grosseto): spiaggia di Giannella in località Bocche d’Albegna – spiaggia di Feniglia in località il Caravaggio.
  • Antignano (Livorno).
  • Piombino (Livorno): golfo di Baratti.
  • Perelli (Livorno): tratto dal Porto di Torre del sale verso Follonica.
  • Marina di Grosseto (Grosseto): tratto in direzione Castiglione della Pescaia.
  • Rosignano Solvay (Livorno).
  • Forte dei Marmi (Lucca): Bagno Flavio.

Lazio

  • Maccarese (Roma): Baubeach.

Abruzzo

  • Ortona a mare (Chieti): lido Ripari di Giobbe.
  • Giulianova (TE) Unica Beach.

Marche

  • Fano (Pesaro – Urbino): Animalido, zona Arzilla.
  • Porto Recanati (Macerata): a nord della foce del torrente Fiumarella.
  • Recanati (Macerata): spiaggia Potenza (sul lato destro del Fiume Potenza).
  • Civitanova Marche (Macerata): stabilimento balneare Cristallo, lungomare Piermanni – stabilimento balneare Gigetta – spiaggia Libera “Amici di Fido”, lungomare Piermanni.
  • Grottammare (Ascoli Piceno): sul lungomare de Gasperi.

Puglia

  • Vieste sul Gargano (Foggia): Fantasy Beach.

Calabria

  • Lido Calypso yey, via Nazionale 775, Bocale Secondo (Reggio Calabria).

Sicilia

  • Spiaggia Libera Bau Bau Beach Priolo, lungomare Priolo, Priolo Gargallo (provincia di Siracusa).
  • Casa malerba, contrada Facciomare-Malerba, Palma Di Montechiaro (provincia di Agrigento).

Sardegna

  • Sant’Antioco (Cagliari): spiaggia Is Prunis.
  • Cagliari: località Poetto.
  • Santa Teresa di Gallura (Oristano): spiaggia di Porto Quadro.

F. B.