Home Gatti Alimentazione Gatti Olio di oliva al gatto: benefici, soluzioni e tante idee su come...

Olio di oliva al gatto: benefici, soluzioni e tante idee su come usarlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:01
CONDIVIDI

Che effetti ha l’olio di oliva sui nostri amati felini e come somministrarglielo in modo gradevole? Ecco cosa succede se diamo l’olio di oliva al gatto.

Olio di oliva al gatto
Olio di oliva al gatto: tutti i suoi benefici per la salute del micio (Foto AdobeStock)

Alimenti che fanno bene al gatto e migliorano il suo stato di salute? Tra questi non può assolutamente mancare l’olio di oliva al gatto. Infatti i benefici di questo alimento sono innumerevoli, ma è altrettanto importante somministrarglielo nel modo migliore. Vediamo quali sono gli effetti sul funzionamento del ritmo biologico e tanti altri benefici per la sua salute. Magari potremmo partire dal migliorare la nostra alimentazione ed estendere questi cambiamenti anche al nostro amato felino domestico.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto può mangiare la patata? Dalla buccia alla patata cruda

A cosa serve e che proprietà possiede

olio
Olio (Foto Pixabay)

Ma perché dare olio di oliva al gatto?  Innanzitutto non è un alimento sgradevole al suo palato, quindi non dovremo forzarlo ad assumerlo. Sarà per il suo gusto saporito o per la sua freschezza, il gatto ama mangiare la sua pappa condita con l’olio di oliva. E per giunta ci sono tanti lati positivi: vediamo quali sono.

  • Stimola l’appetito: soprattutto con il sopraggiungere dell’età, possono esserci dei problemi a nutrire il micio (Leggi qui: Cose da fare se il gatto non mangia più: come fargli tornare l’appetito).
  • Antiossidante: l’olio di oliva contiene polifenoli, vitamina E e clorofilla. Essi migliorano il sistema immunitario del gattino e del gatto adulto.
  • Contiene grassi monoinsaturi: aiutano a prevenire malattie cardiovascolari e il diabete nel gatto, perché bruciano e metabolizzano i grassi. Quindi l’olio di oliva è di grande aiuto per i gatti in sovrappeso (Leggi qui: Gatto obeso, come prendersene cura? Dieta e esercizi).
  • Idrata: i risultati si vedranno in un pelo più sano al tatto e più lucente alla vista.
  • Limita la stitichezza: se il micio non assume abbastanza fibre o il suo apparato digerente ha problemi a funzionare bene, l’olio di oliva può ‘sbloccare’ la situazione intestinale (Leggi qui: Gatto stitico? Ecco i sintomi, cause e rimedi).
  • No alito cattivo: contro l’alitosi del gatto, l’olio di oliva riesce a mantenere un fresco sapore in bocca.
  • Lenisce la pelle irritata: in caso di allergie e dermatiti, proviamo ad intingere un batuffolo di cotone nell’olio di oliva e a passarlo sulla parte lesa. I risultati saranno evidenti.
  • Previene le infezioni all’orecchio: quando gli acari si depositano all’interno delle orecchie del micio possono dare luogo ad infezioni e irritazioni più o meno gravi (Leggi qui: La cura e le patologie delle orecchie del gatto: utili consigli). Anche in questo caso il contatto diretto della parte con l’olio di oliva lenisce la ferita e riduce i rischi di infezione.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto può mangiare il lampone? La parola agli esperti

Come somministrare l’olio di oliva al micio

Olio di oliva al gatto
Olio di oliva al gatto: come e quanto somministrargliene (Foto AdobeStock)

Ma come possiamo fargli mangiare questo prezioso alimento? In realtà non dovremo sforzarci di trovare chissà quale strano marchingegno per somministrarlo di nascosto: basterà condire la sua pappa con un cucchiaio di olio per almeno tre volte alla settimana. Naturalmente nelle crocchette che sono già secche sarà ideale, ma non è detto che dobbiamo rinunciarvi a condire anche il cibo umido. Facciamo questo tentativo, ma siamo quasi certi che il gatto apprezzerà!

Francesca Ciardiello