Home Cani Alimentazione Cani Il cane può mangiare liquirizia? Rischi e benefici di questo alimento

Il cane può mangiare liquirizia? Rischi e benefici di questo alimento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:03
CONDIVIDI

Quando mangiamo un dolcetto, ed il nostro amico a quattro zampe ci implora per un pezzo, è bene chiedersi se il cane può mangiare liquirizia, o se può essere dannosa per la sua salute.

Il cane può mangiare liquirizia? Rischi e benefici di questo alimento
Il cane può mangiare liquirizia? Rischi e benefici di questo alimento (Foto Flickr)

La liquirizia è la base di molte caramelle, dolci e tisane, ma può essere presente anche come erba e radice. Per noi umani è un ottimo alimento dal sapore particolare e goloso, ma per gli animali domestici? Il nostro cane può mangiare liquirizia? E in che forma? Il dibattito è aperto: si ritiene che la liquirizia abbia tanti benefici per la salute, ma anche dei fattori di rischio. Scopriamo quindi in che forma questo alimento può andar bene o no per il nostro amico a quattro zampe, e quali sono i pro e i contro di far mangiare la liquirizia al nostro cane.

La liquirizia per i cani fa bene o male?

Baffi del cane
Pro e contro della liquirizia per Fido (Foto AdobeStock)

La liquirizia, o Glycyrrhiza glabra, è una pianta perenne della famiglia dei piselli, originaria della regione mediterranea e coltivata in aree temperate e subtropicali. Ha dei caratteristici fiori a punta blu. Questa potente sostanza, opportunamente trattata, è 50 volte più dolce del saccarosio.

Anche se possiamo usare le foglie di liquirizia, è la sua radice che viene utilizzata principalmente per aromatizzare tabacco, medicine, bevande e dolciumi. Inoltre, anche la medicina popolare usa questa erba per scopi medicinali. Infine, l’evaporazione del suo estratto di radice fa diventare la liquirizia appiccicosa, ed ha un sapore dolce. 

I cani possono avere la liquirizia?

denti cane
I cani possono essere molto golosi. A volte, troppo. (Foto Pixabay)

Per molti veterinari, sì. I cani possono mangiare radici e foglie di liquirizia. Va bene, cioè non è un cibo dannoso, tossico o velenoso se somministrato in piccole quantità, o come indicato dal nostro veterinario. Alla maggior parte dei cani piacerà il loro gusto, mentre altri no.

L’ingrediente principale nella liquirizia è la glicirrizina, un glicoside. Ha anche saponine, flavonoidi e altri importanti composti chimici. Inoltre, ha proprietà antiartritiche e antimicrobiche.

La glicirrizina ha una stretta somiglianza con i corticosteroidi presenti in natura, rendendola un eccellente antinfiammatorio per problemi articolari e allergici. A differenza dei corticosteroidi veterinari, la liquirizia migliora i naturali processi antinfiammatori del corpo, senza compromettere seriamente il sistema immunitario. Ricordiamo però che i corticosteroidi veterinari sono utili, ma alla fine influenzeranno l’immunità del nostro cane se usato a lungo.

Pertanto, la glicirrizina è un’ottima alternativa alla terapia con idrocortisone. Può aiutare a ridurre al minimo i dosaggi di idrocortisone e di conseguenza a ridurre i vari effetti collaterali che questi steroidi veterinari possono avere. Infine, la glicirrizina stimola le ghiandole surrenali a produrre azioni antinfiammatorie, antimicrobiche e corticosteroidi a supporto del sistema immunitario.

Usare la liquirizia per i cani

i cani non si puliscono
Il cane si lecca le labbra, ma la liquirizia va usata con attenzione. (Foto Pixabay)

Per utilizzare questa pianta, possiamo scegliere:

  • Estratto di radice – È il più raccomandato e ha una piccola quantità di olio puro, che lo rende utile.
  • Infuso di olio di liquirizia o tinture – Per questi infusi, immergiamo le radici di liquirizia in olio d’oliva o glicerina, e copriamo per circa un mese. In seguito basterà scolare l’olio e spremerlo per ottenere la tintura.
  • – Prepariamo il tè di questa erba, usando la sua radice essiccata e macinata.

Se abbiamo intenzione di usare la liquirizia, prima di tutto chiediamo consiglio al veterinario sui giusti dosaggi da usare, e su come usarlo in sicurezza. Alcuni dei suoi vantaggi includono:

  • Artrite, infiammazione gastrointestinale e respiratoria. Può aiutare a gestire i dolori articolari nei cani artritici, ridurre l’infiammazione gastrointestinale, comprese le ulcere curative, e gestire l’infiammazione del sistema respiratorio come quelli causati da bronchite o asma.
  • Ottima per il fegato. Supporta e promuove la salute del fegato poiché favorisce la produzione di interferone e cellule T. Inoltre, disintossica il fegato e aiuterà nel trattamento del danno epatico dovuto a ittero o tossine ingerite. Inoltre, l’epatite cronica è una malattia che ha risposto bene al trattamento con la radice di liquirizia. Anche il fegato risponde bene a questa erba come protettore. Infine, come rimedio naturale, questa liquirizia provoca effetti minimi dannosi per il fegato rispetto ai medicinali veterinari.
  • Uso topico. È un ottimo balsamo e unguento per lievi infezioni della pelle, irritazione. Inoltre, può aiutare a calmare l’eczema, la dermatite da contatto, la psoriasi, l’allergia alle pulci, tra le altre allergie cutanee a causa delle sue proprietà infiammatorie e degli effetti corticosteroidi. Topicamente, possiamo usarla come unguento, tè o tintura. Tuttavia, prima di usarlo, chiediamo al veterinario di effettuare una diagnosi per scoprire quali sono le cause delle irritazioni o allergie della pelle.
  • Rafforza il sistema immunitario. Aumenta il sistema reticoloendoteliale dell’immunità del tuo cane stimolando le varie cellule di questo sistema responsabili della distruzione dei microbi aggressivi o dei globuli morti.
  • Altri usi? Aiuta la digestione, aiuta a combattere le infezioni del tratto urinario, è un lassativo, aiuta ad alleviare la tosse.

Il cane può mangiare liquirizia in forma di caramelle?

Il gatto può mangiare liquirizia?
Il cane può mangiare caramelle di liquirizia? (Foto Flickr)

Le caramelle e i dolci alla liquirizia (la cosiddetta “liquirizia nera”) sono aromatizzati con l’estratto della pianta di liquirizia, che è un antico rimedio a base di erbe per mal di stomaco e mal di gola. Una piccola quantità potrebbe essere efficace anche per il tuo cane

Tuttavia, se consumata in grandi quantità, la radice di liquirizia potrebbe essere tossica. Ciò è dovuto alla glicirrizina composta, che può causare un aumento della pressione sanguigna in quantità elevate. 

Inoltre, non è una buona idea per il cane consumare eccessive quantità di zucchero a causa del rischio di carie, obesità e diabete.

Le caramelle di liquirizia rossa

Cane in primo piano (Foto Pixabay)
Le caramelle di liquirizia rossa sono comunque non adatte ai cani. (Foto Pixabay)

La liquirizia rossa è disponibile in vari gusti, tra cui ciliegia, cioccolato e dolci, fragola e molti altri. A differenza di quelli neri, questi dolci rossi potrebbero non avere questa erba o anice.

E se potrebbero non avere alcun ingrediente dannoso, le loro elevate quantità di zucchero sono un fattore di rischio per l’obesità, la carie e il diabete. Inoltre, alcune caramelle possono avere zuccheri artificiali come lo xilitolo, che sono tossici per i cani.

Conserviamo sempre queste caramelle in modo sicuro poiché il cane potrebbe mangiarle, anche interamente con i loro involucri o confezioni. Questo può causare ostruzioni e blocchi gastrointestinali, risolvibili solo chirurgicamente.

Avvertimenti e rischi della liquirizia

denti cane
Chiediamo consiglio al veterinario prima di provare un nuovo cibo. (Foto Adobe Stock)

Piccole quantità di glicirrizina sono sicure. Tuttavia, a dosi più elevate, può causare la caduta dei livelli di potassio nel corpo, innescando ritmi cardiaci anomali, così come ipertensione, edema (gonfiore), letargia e insufficienza cardiaca congestizia in alcune persone. C’è la possibilità che questa sostanza possa trattenere sodio mentre fa perdere potassio. Ciò può provocare edema, ipertensione, ipopotassiemia, secondo studi sull’uomo.

In secondo luogo, bisogna evitare un uso prolungato, cioè per oltre due settimane, ed incorporarlo con foglie di tarassaco poiché il dente di leone aumenterà il sodio nelle diete ed è anche un eccellente diuretico

Evitiamo di usarlo su cani affetti da diabete, malattie cardiache o epatiche, nonché in gravidanza o in allattamento in quanto potrebbe influire sul normale funzionamento uterino. In caso di tossicità o allergie, i sintomi da tenere in considerazione includono vomito, diarrea, letargia, dolore addominale e difficoltà di passaggio delle feci.

Se il cane ha mangiato un’intera busta di caramelle alla liquirizia o altri dolci aromatizzati con radice di liquirizia, è una buona idea contattare il veterinario. Inoltre, bisogna far attenzione ai segni di tossicità della glicirrizina come questi: 

  • Aumento della pressione sanguigna
  • Debolezza muscolare
  • Vomito

Potrebbe interessarti anche:

F. B.