Home Cani Salute dei Cani Il cucciolo trattiene la pipì: per quanto tempo può farlo e se...

Il cucciolo trattiene la pipì: per quanto tempo può farlo e se preoccuparsi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:03
CONDIVIDI

Una delle domande che tutti i proprietari di cani si faranno prima o poi è: il cucciolo trattiene la pipì, e per quanto tempo? E quando diventa un problema?

Il cucciolo trattiene la pipì: per quanto tempo
Il cucciolo trattiene la pipì: per quanto tempo? (Foto AdobeStock)

L’arrivo di un cucciolo di cane a casa è sempre un momento meraviglioso. Ma presto, bisogna rendersi conto che non è solo coccole e divertimento, ci sono anche i doveri e le abitudini da seguire. Portare un cane a fare i suoi bisognini, educarlo a imparare una routine, non è semplice ma va fatto con cura e attenzione. E, a volte, il cucciolo trattiene la pipì perché non riusciamo a portarlo fuori all’orario giusto, o magari di notte quando sta nella sua cuccia o lettino, o per altri motivi. Fin quando non è un problema? E quando dobbiamo preoccuparci?

Potrebbe interessarti anche: Insegnare al cucciolo a fare i bisogni fuori: errori comuni da evitare

Quanto tempo un cucciolo può trattenere la vescica?

dove far dormire il cane
Quanto è resistente la vescica di un cucciolo? (Foto Pexels)

I cani sono naturalmente molto puliti e non amano sporcare la loro “tana” (che sia un lettino, una cuccia, una gabbietta per la notte. Finché daremo al nostro cucciolo abbastanza possibilità di fare i suoi bisognini al di fuori della sua tana, non sporcherà in casa. Tuttavia, è necessario lavorare attivamente per addestrare il nuovo cucciolo al vasino il più rapidamente possibile. Quindi, il compito nell’addestramento ai bisognini di ogni bravo padrone, è prevenire gli incidenti portando fuori regolarmente il cucciolo. Sì, anche di notte!

Parliamo di una vescica da cucciolo, che certamente non è facile da controllare per lui/lei. La maggior parte dei cuccioli lascia il loro nido a circa otto settimane di età. Da questo momento in poi hanno già un controllo altamente migliore sui muscoli dello sfintere, rispetto all’età di tre settimane.

I muscoli dello sfintere controllano l’apertura e la chiusura dell’uretra. All’inizio, questo sfintere non funziona correttamente, ed il cucciolo ha poco o nessun controllo sulla sua vescica. Inoltre, un cucciolo ha una vescica piccola in quanto a dimensioni. Questa combinazione, i muscoli dello sfintere che non funzionano ancora in modo ottimale ed una vescica piccola, fanno sì che il cucciolo faccia molto spesso pipì.

Ci sono dozzine di fattori che influenzano quanto a lungo il cucciolo trattiene la pipì (o i bisognini in generale). Bisogna considerare, ad esempio, la quantità di acqua che il cucciolo beve, la velocità di elaborazione del suo corpo, l’attività fisica e il livello di tensione. Ad esempio, è possibile che un cucciolo di otto settimane possa fare pipì dopo 20 minuti se è attivo, ma può anche dormire tutta la notte senza urinare. Pertanto è importante seguire un programma di “addestramento al vasino”.

La resistenza notturna del cucciolo

cucciolo dorme
Quanto resiste di notte un cucciolo senza fare pipì? (Foto Pixabay)

Un cucciolo di otto settimane non può reggere la pipì per sette o otto ore. La sua vescica non è ancora abbastanza grande. Tuttavia, è possibile che il cucciolo sia così incredibilmente stanco di tutte le nuove attività, che durante la sua prima sera dorma di filato per tutta la notte. Tuttavia, ciò non significa che ciò accadrà anche nelle notti seguenti.

È meglio posizionare il cucciolo vicino al nostro letto in una gabbietta per cuccioli o in una cuccetta per le prime notti. In questo modo, saremo ad una distanza tale da sentire il cucciolo e speriamo che ci svegli quando inizia a rigirarsi. Questo è il momento di portare fuori il cucciolo a fare i suoi bisognini.

Se di solito dormiamo profondamente e temiamo che non ci sveglieremo in tempo, possiamo sempre impostare la sveglia a orari fissi, e svegliare il nostro cucciolo per fare pipì. Ad esempio, possiamo alzarci alle 4 del mattino e dare al cucciolo la possibilità di fare i suoi bisogni

Se il nostro cucciolo è ancora calmo e non ha avuto bisogno di fare la pipì, potremo impostare la sveglia mezz’ora dopo il giorno successivo. continuiamo fino a quando non sarà più necessario lasciare che il nostro cucciolo faccia pipì di notte. Dovremo aspettarci di fare un giro per i bisognini a mezzanotte per almeno alcune settimane, fino a quando non sarà in grado di trattenerla abbastanza a lungo. Per abituare il cucciolo a fare i suoi bisognini correttamente a casa il più rapidamente possibile, spetta a noi prevenire gli incidenti.

Non appena il nostro cucciolo inizia a stendersi nella sua cuccia o lettino durante il giorno in cui vuole dormire, possiamo lasciarlo da solo in un’altra stanza di notte. È importante anche  continuare a far pratica fin dal primo giorno in cui il cucciolo è a casa nostra. Se il nostro nuovo amico resta pulito di notte (spesso attorno a circa 12 settimane), possiamo considerare di non chiudere la sua gabbietta da notte, o di cambiarla con un letto per cani.

Potrebbe interessarti anche: Prendere un cucciolo in affido: un’esperienza gratificante e speciale

Addestramento ai bisognini

Pet bisognoso di coccole (Foto Pixabay)
Un cucciolo deve essere addestrato pazientemente per i bisognini. (Foto Pixabay)

Vogliamo che il nostro cucciolo sia abituato a fare i bisognini fuori casa il più rapidamente possibile, perché vogliamo mantenere in ordine la nostra casa. È perfettamente comprensibile! Ma l’addestramento di un cucciolo a fare i bisognini fuori casa è uno dei compiti che richiedono più tempo.

Sfortunatamente, non esiste un metodo che garantisca il successo dell’addestramento a non fare i bisognini in casa entro un determinato periodo di tempo. È un processo naturale. Certo, alcune tattiche possono accelerare il processo, ma molto dipende dal cucciolo, dalle condizioni di vita e dal modo in cui il proprietario gestisce la situazione.

Una varietà di fattori influenza il processo di addestramento ai bisognini dei cuccioli. Ci sono molti fattori che non possiamo controllare, come padrone di un cane. Pertanto, non è possibile determinare in anticipo quanto tempo ci vorrà prima che il cucciolo si abitui a non fare i suoi bisognini dentro casa.

  • Ogni cane è diverso, proprio come ogni padrone, il che crea sempre una combinazione unica. A parte questo, i cani non possono essere confrontati tra loro perché la salute di ogni cane è diversa. I cuccioli hanno una resistenza inferiore rispetto ai cani adulti, il che significa che si ammalano più velocemente. E quando il nostro cucciolo è malato, questo non incoraggerà il processo di addestramento dei bisognini.
  • Il tempo è un altro fattore che influenza l’addestramento “al vasino” di un cucciolo. In estate siamo più spesso fuori che in inverno, quindi la possibilità di incidenti dentro casa in estate è naturalmente inferiore.
  • Un allevatore dedica più tempo ed energia all’allevamento dei cuccioli, rispetto ad un altro allevatore, il che significa che un cucciolo può essere molto più avanti nel processo di restare pulito rispetto all’altro.
  • Con un buon allevatore, la mamma cane ha una cuccia per i cuccioli e pulisce i loro bisognini. Non appena i cuccioli riescono a camminare, l’allevatore mette dei giornali davanti alla cuccia dei cuccioli. Aiuta quindi i cuccioli le prime volte a soddisfare i loro bisogni sui giornali, mettendo i cuccioli sui giornali non appena si svegliano. I cuccioli imparano molto rapidamente con questo metodo.
  • Non tutti i proprietari di cani sono altrettanto attenti e coscienziosi con l’allevamento dei loro cuccioli. La motivazione e la disciplina svolgono un ruolo importante in questo. A volte semplicemente non vogliono uscire con il cucciolo a causa della pioggia, del freddo o di altri motivi. Qui sta la differenza tra un proprietario di cane motivato e quello meno motivato. Se viene seguito costantemente un programma di addestramento ai bisognini, il cucciolo verrà abituato più velocemente.
  • Più a lungo un cucciolo viene lasciato solo, di giorno o di notte, maggiori sono le possibilità che farà i suoi bisogni in casa. Idealmente, potremmo prenderci alcune settimane di riposo dal lavoro per allevare il cucciolo e poterlo addestrare “al bagno”.
  • Esistono molte razze canine diverse, ognuna con le proprie caratteristiche. Ma anche i cani della stessa razza non rispondono allo stesso modo. Proprio come le persone, i cani imparano ognuno al proprio ritmo. Il tempo che impiegherà un cucciolo ad abituarsi, non può essere preventivato.
  • La qualità del rapporto tra noi e il nostro cane è di grande importanza. Quanto meglio conosciamo il nostro cane, tanto prima il cucciolo si sarà abituato. Più tempo passiamo con il cucciolo, meglio possiamo anticipare il suo comportamento. Alla fine, sapremo esattamente quando il nostro cucciolo deve fare i suoi bisognini.
  • Non succede molto spesso, ma è possibile che un cucciolo non si riesca ad abituare ai bisognini per motivi medici. Bisogna fare riferimento al veterinario se il cucciolo non è ancora addestrato in modo corretto dopo sei mesi.
  • Ogni situazione di vita è unica. Abituare a fare i bisogni fuori casa per un cucciolo, se viviamo in ​​una casa con un giardino, è più facile rispetto a se viviamo in ​​un appartamento.
  • Abbiamo una famiglia con bambini o viviamo da soli con il cucciolo? In una famiglia con bambini, bisogna dividere l’attenzione e c’è meno tempo per guardare il cucciolo. Qualcuno che vive da solo e non lavora ha tutta l’attenzione e il tempo per il suo cucciolo.
  • Che età aveva il cucciolo quando è arrivato a casa? Normalmente possiamo prendere un cane dall’allevatore quando ha otto settimane. Quando il cucciolo è un po’ più grande, è più difficile insegnargli cose nuove, e quindi l’addestramento ai bisognini fuori casa potrebbe richiedere più tempo.

In breve, è difficile stimare quanto tempo impiega il nostro cucciolo a trattenere la pipì quando è in casa. Può darsi che improvvisamente ci accorgiamo che il nostro cucciolo non ha fatto nulla in casa per una settimana, ma anche in questo caso può ancora succedere un incidente. Non esiste un metodo che funzioni meglio. La prevenzione degli incidenti attraverso un buon programma di addestramento ai bisognini costituisce la base di questo tipo di routine. Cerchiamo di evitare incidenti il ​​più possibile. In questo modo, otterremo il risultato desiderato il più rapidamente possibile: un cucciolo pulito!

F. B.