Home Gatti Salute dei Gatti Il gatto mangia la colla e la plastica in casa: cosa fare...

Il gatto mangia la colla e la plastica in casa: cosa fare e cosa rischia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:22
CONDIVIDI

Molti gatti hanno la pessima abitudine di assaggiare e masticare in casa oggetti e sostanze dannose per la loro salute. Perché il gatto mangia la colla, la plastica o il nastro adesivo?

Perché il gatto mangia la colla, la plastica o il nastro adesivo?
Perché il gatto mangia la colla, la plastica o il nastro adesivo? (Foto Flickr)

Molti gatti amano lo scotch o nastro adesivo. Lo adorano nel senso che lo leccano e lo mangiano, se lo trovano in giro. Altri amano mangiare la plastica o la colla. Ovviamente la soluzione migliore per evitare questi problemi è tenere ogni oggetto fuori dalla portata del micio, se può essere un pericolo per lui/lei. Ma visto che questi articoli sono formati da sostanze chimiche dannose non certo salutari se ingerite, ci sono pericoli se il gatto mangia la colla, il nastro adesivo o la plastica? E perché lo fa, c’è un motivo dietro questo comportamento davvero bizzarro?

Perché i gatti adorano il nastro adesivo e la colla

Solitudine del gatto
Perchè i gatti amano la colla, il nastro adesivo, la plastica? (Foto Unsplash)

Molti padroni di gatti segnalano che il loro micio adora davvero il nastro adesivo. Non si può perdere d’occhio il nastro se è a portata di “zampa”, che il gatto lo prende e inizia a morderlo e leccarlo. Ma lo stesso vale per la colla, adesivi, plastica: tutte sostanze certamente non benefiche per la salute del gatto. Ma qual è il vero motivo per cui i mici sono attratti da questi oggetti, non certo appetitosi per noi umani?

Perché il gatto mangia la colla e il nastro adesivo in particolare è poco chiara: una spiegazione plausibile è che i gatti hanno tra di loro preferenze semplicemente diverse, quando si tratta degli odori o delle consistenze che li attraggono. Una possibile causa da cui può partire questa sorta dipendenza è invece la pica (o allotriofagia), una condizione per cui un animale mangia oggetti non commestibili.

I gatti possono sviluppare la pica se vengono svezzati troppo presto. Sviluppano l’abitudine di succhiare oggetti non commestibili, come lana o altri tessuti, e casi più estremi possono comportare il consumo di oggetti come la plastica (o la colla ed il nastro adesivo). Ecco alcune altre possibili cause per la pica dei gatti:

  • Problemi di salute del gatto – Mangiare qualcosa di insolito potrebbe essere un segno di un problema di salute più profondo, come leucemia felina, virus dell’immunodeficienza felina, tumori cerebrali o diabete. Potrebbe anche essere un segno di problemi dietetici, come l’anemia o qualcosa che manca nella dieta del micio.
  • Genetica – La pica potrebbe anche essere solo una caratteristica genetica. Ad esempio, la suzione della lana si trova più comunemente nei gatti di razze Birmana e Siamese. Potrebbe anche essere il segno di un disturbo compulsivo.
  • Noia – Alcuni gatti potrebbero iniziare a rosicchiare oggetti domestici insoliti semplicemente per noia, o per attirare l’attenzione del loro proprietario. Questi gatti potrebbero aver bisogno di più stimoli nel loro ambiente.

I motivi per cui i gatti mangiano colla e nastro adesivo possono davvero essere tanti e diversi, ed è sempre bene un controllo medico con il nostro veterinario, soprattutto se è un’abitudine che si sviluppa all’improvviso.

I gatti cuccioli che stanno mettendo i denti hanno maggiori probabilità di sperimentare con nuovi oggetti, rispetto ai gatti adulti e questo è del tutto normale. I cuccioli perdono i loro denti da latte e crescono un set completo di denti adulti tra i 3,5 ed i 7 mesi. Denti diversi cadranno in momenti diversi, ma la spinta a masticare potrebbe essere più forte durante questi 4 mesi, e mentre il gattino tenta di avere sollievo dai 30 nuovi denti che stanno arrivando.

I gatti, da cuccioli, amano divertirsi giocando con oggetti piccoli (ad esempio palline, elastici, tappi di bottiglia anche in sughero) e a volte semplicemente – come i bambini – li mettono in bocca. Una volta che imparano a conoscere la consistenza di questi oggetti, spesso continuano ad avere quest’abitudine e nella loro vita continuano a cercare oggetti simili.

I gatti che hanno problemi di aggressività possono iniziare a masticare strisce di plastica e altri oggetti in casa, nel tentativo di esprimere le proprie emozioni. Questi comportamenti aggressivi possono essere un segno di dolore, scarsa socializzazione e stress, tra le altre cose.

Problemi con la plastica da masticare

secrezioni occhi gatto
I pericoli se il gatto mastica o mangia la plastica. (Foto Adobe Stock)

Alcuni oggetti in plastica sono assolutamente accettabili per il nostro gatto, ma molti altri rappresentano un potenziale pericolo per questo felino. Oggetti di plastica che sono abbastanza piccoli da poter di entrare completamente nella sua bocca rappresentano un rischio di soffocamento. Potrebbero anche essere ingeriti e causare altri problemi.

Gli articoli in plastica possono causare ostruzioni, e impedire al cibo e all’acqua di attraversare il corpo, o perforare e/o strappare lo stomaco o l’intestino se l’oggetto presenta spigoli o angoli acuti. Se il gatto consuma plastica, dovrà essere rimossa

A volte il veterinario consiglierà di far vomitare l’oggetto, ma non è così per tutti gli oggetti in plastica. Più spesso, il veterinario esegue un intervento chirurgico o endoscopico per rimuovere l’oggetto dal gatto. Queste procedure richiedono l’anestesia generale e non sono prive di rischi, quindi è sempre meglio impedire al micio di mangiare plastica in primo luogo.

Mangiare colla è pericoloso? Come impedirlo?

Comportamenti più strani del gatto
Come impedire al micio di mangiare la colla. (Foto Unsplash)

In una parola, sì. Il problema è la possibilità di blocco intestinale. I gatti spesso vomitano cose che non riescono a digerire, ma non sempre, ed un caso di blocco intestinale perché il gatto ingerito un pezzo di nastro adesivo potrebbe essere pericoloso e richiedere un intervento veterinario complesso.

Ancora una volta, il primo passo dovrebbe essere quello di parlare con un veterinario per assicurarci che il gatto non mostri segni di problemi di salute, ma possiamo concentrarci su come tenere il gatto lontano dalla colla e simili oggetti. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Teniamo gli oggetti adesivi lontani: facciamo del nostro meglio per tenere la colla o altri oggetti fuori dalla portata del nostro gatto. Ad esempio, non lasciamoli nella stanza quando li usiamo o lavoriamo! Proviamo ad usare altre opzioni, come nastri da legare, quando possibile.
  • Avversione al gusto: un altro modo è eliminare l’attrazione verso l’adesivo, addestrando il gatto ad associarlo a un sapore che non ama, come qualcosa di amaro. Lasciamo che il micio odori e assapori persino questi oggetti, quindi lasciamo fuori un pezzo o due di nastro rivestito con questo gusto amaro. Continuiamo a mettere un po’ di questa sostanza sulla colla o il nastro adesivo ogni volta che li usiamo in casa e, si spera, il micio inizierà ad associare il cattivo gusto ad essi.
  • Aumentare la stimolazione: se il gatto sta masticando il nastro perché è annoiato, proviamo a dedicare un po’ più di tempo a giocare con lui/lei, o creiamo più stimolazione nel loro ambiente, come delle belle viste dalle finestre, dei video o dei giochi per i gatti.
  • Deviazione: diamo al micio semplicemente qualcos’altro da masticare! Se lo troviamo con della colla o del nastro adesivo, proviamo a distrarlo con qualcosa di sicuro, come un giocattolo con una sorpresa all’interno.

Certamente, possiamo chiedere ulteriori consigli al nostro veterinario o ad un comportamentista animale, per ulteriori informazioni su come trattare con un gatto con questo problema.

I pericoli della super colla

segnali salute gatto
La colla (soprattutto la super colla): pericoli per la salute del gatto (Foto Unsplash)

La super colla è un oggetto spesso presente nelle nostre case ed uffici. La super colla non è uno dei più pericolosi veleni per gli animali, ma i gatti possono avere un contatto con questa sostanza, e quindi spesso i padroni si fanno qualche domanda sulla sua tossicità. 

I gatti di tutte le età, razza e sesso possono essere esposti, sia perché attratti dall’odore della colla (per questo i gatti mangiano la colla, ma non è l’unico motivo come abbiamo detto), ma anche per il contatto sul pelo. I mici infatti sono più frequentemente esposti perché possono ritrovarsi della colla sulla loro pelliccia, e successivamente leccarla durante la toelettatura. Il problema più comune associato all’ingestione di colla è una lieve irritazione orale.

Cosa cercare? I segni dipenderanno dalla parte del corpo esposta e possono includere:

  • Sbavatura
  • Scuotimento della testa
  • Mettersi le zampe in bocca
  • Tosse, soffocamento
  • Conati e vomito
  • Mancanza di appetito (anoressia)
  • Strabismo, palpitazione agli occhi, lacrimazione, occhi rossi (in caso di esposizione agli occhi)
  • Presenza di colla secca su pelliccia, zampe, orecchie, occhi, ecc.

La diagnosi dell’ingestione di super colla – se non lo abbiamo visto in prima persona – può essere difficile. Se l’animale vomita, potremmo avere difficoltà a trovare tracce di colla, perchè possono essere chiari e impossibili da vedere, ma potremmo notare un odore tipico di colla.

A un esame più attendo, potremmo notare un certo odore chimico nel respiro o sulla pelle del micio, o anche semplicemente vedere un po’ di colla sulla sua pelliccia. L’irritazione è solitamente nell’area della bocca, o in gola. In questi casi, è meglio fare degli esami del sangue (con un emocromo completo e un profilo biochimico), se il gatto sembra depresso e vomita.

Come trattare il gatto se ha ingerito la colla

Gatto copre il cibo
Come intervenire se se il gatto mangia la colla. (Foto Pixabay)

La maggior parte delle esposizioni alla colla non richiede alcun trattamento, ed i segni sono generalmente lievi. Ma dei corpi estranei nel tratto gastrointestinale sono possibili, se il tubetto stesso viene ingerito, il che è relativamente raro nei gatti.

Se è stata ingerita solo una quantità ridotta di colla, non è necessario procedere con nessun trattamento. L’importante è tenere il micio calmo e tranquillo, per prevenire il vomito. Il trattamento e le raccomandazioni possono variare, a seconda dell’area del corpo dove è avvenuto il contatto.

In caso di esposizione oculare, la cura può includere il risciacquo dell’occhio con soluzione salina o acqua. Se le ciglia aderiscono alla pelle e causano irritazione agli occhi, può essere necessaria la separazione sotto sedazione. Il danno alla cornea (ulcerazioni corneali) viene trattato con farmaci topici.

Per i casi di esposizione della pelle, la cura può includere il taglio dei peli con un tagliaunghie per rimuovere la colla. Una parte della colla molto superficiale, sulla punta dei peli, potrebbe essere rimossa anche solo con una buona pettinatura o spazzolatura. Per la colla che si trova in forma raggruppata, potrebbe aiutare sciogliere il legame della colla.

Per aiutare a sciogliere il legame, è possibile immergere l’area in acqua calda e sapone. L’acetone, spesso presente nella rimozione dello smalto, solitamente dissolve il legame della colla senza danneggiare la pelle. Applicare piccole quantità di acetone con un batuffolo di cotone e staccare delicatamente la pelle. 

La margarina, la vaselina e/o l’olio minerale possono essere usati come l’acetone, per sciogliere la colla e separare i tessuti. Di solito basta applicare questi prodotti, e in circa 20-30 minuti agiranno. Dopo basterà massaggiare delicatamente l’area per rimuovere le tracce. Non dobbiamo mai forzare i tessuti a separarsi, o la pelle potrebbe strapparsi. I tessuti possono essere separati sotto sedazione se necessario.

Se si applicano prodotti, al termine lavare delicatamente l’area con acqua e sapone. La maggior parte dei tessuti aderenti si separa in circa 1-3 giorni e mezzo. Potrebbe esserci un piccolo residuo di colla sulla pelle che potrebbe essere difficile da rimuovere.

In molti casi, è una questione di pelle che perde il suo strato superiore, il che consentirà la completa rimozione della colla. In caso di una lieve esposizione alla pelle o al pelo, potremmo considerare di lasciarlo così. Molte volte i prodotti e l’azione utilizzati per rimuovere la colla, sono più traumatici per il gatto rispetto alla colla stessa.

Nel caso di esposizione all’orecchio, la cosa può essere problematica poiché la colla può aderire al timpano. A volte, il legame con la colla può essere allentato applicando delicatamente perossido di idrogeno al 3% o acetone con un batuffolo di cotone. Questo dovrebbe essere seguito da un lavaggio dell’orecchio con acqua sterile o soluzione salina.

In ogni caso, è meglio chiamare il veterinario per le sue raccomandazioni, prima di provare qualsiasi trattamento a casa. Tutte le esposizioni alle orecchie e agli occhi devono essere valutate dal veterinario e non è il caso di intervenire in prima persona se non si è esperti.

Impedire al gatto di masticare plastica

fattori stress gatto
Il gatto mangia la colla o la plastica? Come impedirlo. (Foto Adobe Stock)

Lo stress e l’ansia possono essere ridotti e talvolta prevenuti nei gatti. I feromoni possono aiutare un gatto a rilassarsi in un nuovo ambiente o in cui si verificano cambiamenti, i farmaci possono alleviare gravi casi di ansia e gli integratori possono aiutare a rilassare un gattino naturalmente. 

Aiutando a prevenire o ridurre la quantità di stress che il nostro gatto sperimenta, speriamo di ridurre la probabilità che prenda la cattiva abitudine di masticare la plastica, la colla e altri oggetti dannosi. Consentire al nostro gatto da interno di adattarsi lentamente a nuove cose, evitando la vista di gatti all’aperto chiudendo le tende o le persiane, e altre tecniche possono anche aiutare a evitare di stressare il nostro micio.

Può essere ovvio, ma raccogliendo e smaltendo oggetti di plastica come elastici, coperchi di plastica e altri oggetti pericolosi che sono alla portata di un gatto, impediremo completamente al micio di metterci sopra le zampe. Se non vogliamo che il nostro gatto mastichi un oggetto, cerchiamo di nasconderlo o eliminarlo.

Infine, un ottimo modo per mantenere un gatto disinteressato agli oggetti in plastica è attirarli verso oggetti che non sono in plastica. Forniamo al nostro amico a quattro zampe dei giocattoli divertenti e sicuri di diverse trame e tessuti, usando bacchette di piume e puntatori laser per intrattenerlo e usando l’erba gatta o altre prelibatezze per attirarlo verso altri oggetti con cui vogliamo che giochi o che mastichi.

Potrebbe interessarti anche:

F. B.