Home Cani Salute dei Cani Prendersi cura del cane nel modo giusto: 7 consigli poco conosciuti

Prendersi cura del cane nel modo giusto: 7 consigli poco conosciuti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:29
CONDIVIDI

Prendersi cura del cane può sembrare una cosa semplice, ma è importante sapere bene cosa fare e cosa evitare: ecco alcuni consigli poco conosciuti ma molto utili.

prendersi cura del cane
Consigli insoliti per prendersi cura del cane (Foto Pixabay)

Se hai adottato un cane è probabile che ti sia informato a lungo su quale sia il modo più giusto per prendertene cura: dai consigli del veterinario a quelli di siti web specializzati, le informazioni disponibili non mancano e a volte sembra che non ci sia nulla di davvero utile da aggiungere.

In realtà, anche i più esperti possono imparare qualcosa di nuovo quando si tratta di prendersi cura del cane: alcuni aspetti della cura quotidiana o periodica del nostro fedele animale domestico, infatti, sono spesso sottovalutati perché non sappiamo quale sia la loro reale importanza.

In questo articolo, abbiamo raccolto 7 consigli utili e poco comuni per prendersi cura del cane, garantendo così a Fido la miglior qualità della vita possibile.

Prendersi cura del cane: sicuro di sapere davvero tutto?

capire quanti anni ha un cane dai denti
Il cane e la cura dei denti (Foto Pixabay)

1. La cura e l’igiene dei denti

La salute dentale del cane è molto più importante di quanto si possa immaginare: addirittura ci sono alcune persone che non sanno di dover lavare regolarmente i denti al proprio amico a quattro zampe. L’igiene orale, invece, è il modo più efficace che abbiamo a disposizione per prevenire e curare le malattie dentali più diffuse tra i cani, come ad esempio la fastidiosa gengivite canina.

Se il cane non riesce proprio ad abituarsi al lavaggio dei denti, è possibile provare a sopperire con la somministrazione quotidiana di appositi snack per i denti: questi bastoncini masticabili riducono la presenza dei batteri all’interno del cavo orale, combattono l’alitosi del cane e aiutano a prevenire malattie della bocca anche gravi.

Se invece riesci tranquillamente a spazzolare i denti del tuo cane, è importante farlo quotidianamente e in maniera delicata, con uno spazzolino adatto alle sue esigenze specifiche in termini di forma e dimensioni. Infine, se sospetti che il cane abbia mal di denti o noti delle difficoltà di masticazione, portalo subito dal veterinario.

2. Con quale frequenza lavare il cane?

La frequenza del bagno dipende dalla razza e dallo stile di vita del cane: non ci sono regole fisse e prestabilite, ma consigli generali da adattare alle esigenze del singolo esemplare. Alcuni cani hanno un’indole pigra, altri cani amano rotolarsi per terra, altri ancora hanno il pelo lungo che attira polvere e sporcizia più facilmente.

Ci sono razze canine che possono fare il bagno più raramente, ma necessitano di spazzolature approfondite quotidianamente, oppure cani che amano tuffarsi in acqua e nuotare ogni volta che ne hanno l’opportunità: il consiglio migliore è quello di rivolgersi al proprio toelettatore di fiducia, che saprà stabilire la frequenza di lavaggio più adatta alle esigenze del tuo amico a quattro zampe.

Cane e bambino
Bimbo si prende cura del cane (Fonte: Pixabay)

3. Tenere sotto controllo le ghiandole anali

A prescindere dalla frequenza con la quale si fa il bagno al proprio cane, non tutti sanno che è necessario controllare con attenzione e una certa regolarità le ghiandole anali e perianali di Fido: quest’area è spesso a rischio di infezioni a causa del passaggio delle feci, ma anche dell’abitudine del cane a sedersi o stendersi a terra non soltanto a casa, ma anche all’aperto.

Le ghiandole anali o perianali del cane possono contrarre infezioni croniche della pelle o gonfiarsi per cause differenti come sovrappeso o obesità canina, allergie alimentari del cane, problemi di ipotirodismo.
Tra i consigli poco comuni ma molto utili per prendersi cura del cane, quindi, c’è il controllo regolare di questa zona.

4. Pulizia delle orecchie

Alcune razze canine hanno orecchie piccole, corte e sollevate, ma ci sono tante razze di cani con orecchie lunghe e pendenti come il Cocker Spaniel che sono particolarmente inclini a infezioni e problemi auricolari canini come l’otite.

Nelle orecchie grandi e pendenti, infatti, si accumula l’umidità e prolifera il caldo, creando un ambiente ideale per la nascita e la sopravvivenza dei batteri: ecco perché è fondamentale asciugare bene il cane dopo il bagno e tenere sotto controllo le orecchie del nostro amico a quattro zampe. Attenzione quindi a eventuali sintomi di infezioni e a imparare le mosse indispensabili per pulire le orecchie del cane in modo efficace.

cucciolo non mangia
Cuccioli di cane (Foto Pixabay)

5. Cibo per cani di alta qualità

Qualsiasi sia la tipologia di dieta scelta per alimentare il tuo cane, è fondamentale assicurarsi che il cibo per Fido sia di alta qualità: puoi scegliere tra cibo per cani secco o umido, optare per un’alimentazione casalinga o per la dieta B.A.R.F. a base di cibi crudi, l’importante è pretendere sempre il meglio.

6. Cura delle unghie

Anche le unghie sono un aspetto fondamentale per la salute e il benessere del cane: se le lasciamo crescere troppo, infatti, potrebbero causare svariate tipologie di problemi al nostro fedele amico. Solitamente, si consiglia di tagliare le unghie al cane una volta al mese o ogni due mesi, a seconda dello stile di vita dell’animale.

In generale, c’è un trucco utile per capire quando è arrivato il momento di tagliare le unghie al cane: procedere quando la punta tocca il pavimento mentre Fido cammina, facendo attenzione a riconoscere il classico ticchettio sul pavimento.

Se il cane non vuole proprio saperne, prova a premiarlo con un bocconcino seguendo le regole del rinforzo positivo. Se non basta, meglio chiedere a un toelettatore o al veterinario di farlo al posto tuo per evitare spiacevoli e dolorosi incidenti.

7. Trascorri del tempo con il cane ogni giorno

Il cane ha bisogno di fare attività fisica tutti i giorni per mantenersi in perfetta salute psicofisica: ci sono alcune razze canine che necessitano di maggior esercizio fisico, e altre razze di cani notoriamente più pigre e meno attive. In ogni caso, bisogna considerare che il cane ha bisogno di uscire più volte al giorno per i propri bisogni.

Indipendentemente dalle necessità in termini di attività fisica, tutti i cani devono trascorrere ogni giorno un po’ di tempo con il proprio padrone: è fondamentale che sia del tempo di qualità, che possa arricchire e cementificare la relazione uomo-animale giorno dopo giorno.

Il cane, infatti, è un animale sociale e ha bisogno del contatto fisico con la sua famiglia umana: prevedi ogni giorno il tempo necessario per le sue passeggiate e gioca insieme al cane sempre, anche in casa se piove o fa freddo.

Potrebbe interessarti anche:

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI